C A S T E L V E R R I N O

Find Your Bliss at GreatPleasures
 
CASTELVERRINO IS  //  ISTAT code: 014094013
 Dialling code: 0865  //  ZIP code: 86081

Tel. 0865770007  //  Tel. 0865770127
 
N° abitanti: 130  //  Altezza minima: 408
Altezza massima: 1014  //  Altezza: 600
Codice istat: 13  //  Codice fiscale: C200
Cap: 86080  //  Prefisso: 865
 
 
Manifestazioni

14 Maggio: San Vincenzo

24 Dicembre: La N'Doccia

 

 
 
 

L’origine di questo Comune non è affatto antica: infatti, risale al XIV secolo, quando fu formato da Castelluccio di Agnone e da S. Lucia di Verrino, due piccole borgate che unificarono le proprie popolazioni nella prima di esse. Ovviamente il nome del paese, prese spunto da queste due piccole borgate e si trasformò nel corso del tempo da “Castelluczum” a  “Castelluccio d’Agnone” a”Castelluccio in Verrino” ed  infine a “Castelverrino”. Il paese di Castelverrino fu formato durante il regno di Roberto d’Angiò da Castelluccio d’Agnone e da S. Lucia di Verrino. Le discendenze di costoro detennero il feudo fino al 1326, data in cui divenne titolare del feudo Simone della Posta. Pochi anni più tardi il feudo divenne territorio del re, il quale lo donò alla propria consorte, che morì nel 1345.

 

Da vedere :

Il centro storico, racchiuso nelle mura di fortificazione, assume contorni molto interessanti. Ovviamente lo schema architettonico è quello di tutte le fortificazioni medioevali, vale a dire il castello e la chiesa intesi come fulcro del paese, mentre il centro abitato è disposto attorno. Sono ancora chiaramente visibili le strutture del palazzo signorile che non si discostano, per caratteristiche, da quelle degli altri palazzi siti in zona.

 
Cognomi a Castelverrino :
BARTOLOMEO * BERNABEI * BISCIARI * CAPPUSSI * D'ALOISE 2 * D'ARCANGELO * DE ZIO * DEL PAPA * DI IORIO * DI SALVO 3 * DI TULLIO 2 * FABIANI * FABRIZIO 7 * GAGLIARDUCCI 2 * IACOVONE 2 * LALLI 3 * MARCIANO * MARIANI 6 * MARINELLI * MARSELLA * MARTINO BERTONI 6 * MARZAIUOLO * MECCIA 15 * MOAURO * MONTALBO' * PANNUNZIO * PELOROSSO * PRATOLA 2 * PROIETTI * RICCI * SANTORO * SFORZA * ZARLENGA 7
 
 
La ''Dodda'', di Maria Franca Martino, profsa.
 E' stato per caso che mi è venuto alla mente questo ricordo così lontano nel tempo e, sorprendentemente, così vicino per la chiarezza delle immagini, i colori, le voci che mi sono tornati alla memoria. Proust diceva che talvolta finanche l’odore o il sapore possono evocare il passato, ma per me lo è stata una parola dialettale, non più sentita da tempo: la “dodda”!
Ma perché è venuto fuori questo discorso?   La dote, il corredo. Molisano come me, Giampiero ne parlava e una strana sensazione avanzava, fatta di cose antiche, ma, al tempo stesso, così vivace e briosa.
All’improvviso, tutto un mondo si apriva davanti ai miei occhi e tornava e rivivere.
....continua...

 

Don't forget to pack some sexy lingerie!