Kalyx.com Herbs, Foods, Supplements, Bath & Body

 FORNELLI

 

 C.A.P. : 86070
Codice Catastale : D715
Codice ISTAT : 094021

Santo Patrono S.Pietro Martire, 30 Aprile

 

 Amministrazione Comunale     Geografia e Statistiche     Fornelli dal Satellite   

 

 Webcam a Fornelli     Frazioni di Fornelli    Mappa di Fornelli     Comuni limitrofi

 

  

<>Storia :  Fornelli è citato, per la prima volta, in una sentenza del 10 ottobre 981 d.C. È quindi evidente che sia stato edificato prima, secondo alcuni nel IX sec. come dipendenza della vicina Badia di San Vincenzo al Volturno. Molto probabilmente, in origine sorgeva presso il fiume Vandra in un luogo leggermente diverso da quello attuale. Non ci è dato sapere quando e perché cambiò ubicazione e nome.Il nome gli deriva forse da un forno per la produzione di laterizi cotti presente nell'antichità nel paese e al servizio della Badia di San Vincenzo. Fornelli, infatti, è ricco di argilla. La popolazione è originaria della diocesi di Valva e Sulmona (Abruzzo): "L'abate Giovanni fè venire dal contado di Valva (sulmona) genti, parte delle quali pose al Fornello, per accrescervi abitatori." (Ciarlanti, 1823). Si pensa che queste popolazioni abbiano portato a Fornelli il culto di San Domenico di Sora, il cui eremo di Villalago (AQ) è meta, ogni anno, di un pellegrinaggio.

  Il piccolo centro molisano era una baronia, mentre i feudatari della vicina Acquaviva avevano il titolo di Marchesi; era dotato di mulino e frantoio (oggi è città dell'olio, riconoscimento di portata nazionale); è passato sotto molti feudatari; patì la peste del 1656; testimoniò i terremoti del Giugno 847, del 1120, del dicembre 1456, del Giugno 1688, del Novembre 1706, del Luglio 1805, del Gennaio 1807, del Giugno 1882, del terremoto dell'Irpinia nel 1980 e del terremoto del maggio 1984.Nel giugno 1814, per volontà dei cittadini, fu comprato l'orologio del campanile, che suonasse le ore e i quarti d'ora. L'orologio, danneggiato irrimediabilmente nel terremoto del 1984, è stato negli anni 2000 sostituito da un orologio computerizzato con le stesse funzioni di quello precedente.Principali famiglie fornellesi dell'800 erano i Laurelli, che avevano acquistato il feudo dai Carmignano nel 1832, e i Pannoni; nei primi del '900 si affiancarono ad esse i Di Fiore e i De Iorio. Nel 1910 nacque "Il Giornaletto" che uscì, due volte al mese, per due anni e che era diretto soprattutto contro i i Laurelli.Dopo l'armistizio dell'8 Settembre 1943, durante una razzia dei tedeschi, uno di loro fu ucciso da un cittadino fornellese. Questo fatto avviò una rappresaglia che portò all'impiccagione dell'antifascista già sindaco, dimessosi per il delitto Matteotti, Giuseppe Laurelli, assieme a Giuseppe Castaldi, Vincenzo Castaldi, Celestino Lancellotta, Domenico Lancellotta e Michele Petrarca. Accadeva il 4 Ottobre 1943, in frazione Castello, ove oggi sorge il monumento ai martiri di Fornelli.Fornelli è per questo episodio tra le Città decorate al Valor Militare per la Guerra di Liberazione essendo stato insignito dal Presidente della Repubblica il 16 Dicembre del 1971 della Medaglia di Bronzo al Valor Militare per i sacrifici delle sue popolazioni e per la sua attività nella lotta partigiana durante la Seconda Guerra Mondiale.L'episodio del 4 Ottobre 1943 viene ricordato ogni anno con una fiaccolata nella sera del 3 Ottobre. Attorno al martirio, si intendeva girare un film con regia americana e comparse locali. Il progetto è purtroppo stato abbandonato.È parroco da oltre quarant'anni Mons. Don Giovan Giuseppe di Scala, di Ischia, affiancato per un breve periodo dal vice-parroco Don Davide Vella, di Gela. Purtroppo la convivenza dei due è risultata poco facile e il giovane vice-parroco è stato promosso a parroco di Conca Casale.Sono attivi due partiti: UDC, di centro destra, che ha espresso il consigliere provinciale Veneziale Alessandro e PD, di centro sinistra, che ha espresso (da DS) il consigliere provinciale Ionata Aurelio, ex sindaco, e il consigliere regionale Leva Danilo, candidato alla camera dei deputati nelle elezioni del 13 e 14 aprile 2008.La pro-loco ha per presidente Mauro Petrarca.(Le informazioni sopra riportate provengono dalla conoscenza personale dell'autore e dal Libro "FORNELLI, Contributo storico alla conoscenza di un paese del mezzogiorno" di Annaclaudia e Antonio Arduini, edito da Edizioni 3 A, Arduino - Agnone).  http://it.wikipedia.org/wiki/Fornelli

 

Comune di Fornelli di Franco Valente

Le Origini di Fornelli :  La fondazione di Fornelli è da collegare a quel grande cambiamento che interessò l'Alta Valle del Voltumo tra la metà e la fine del X secolo, quando gli abati di San Vincenzo al Voltumo, all'indomani del ritorno da Capua, cercarono di ristrutturare e ripopolare la "Terra S. Vincentii" attraverso la realizzazione di insediamenti e castelli, che si trasformarono in basi essenziali per la rinascita economica del territorio diventando simbolo dell'affermazione di poteri di tipo signorile da parte del monastero.  Le vicende di Fornelli sono strettamente connesse a quelle di altri due castra fondati nel X secolo nella zona orientale della "Terra S. Vincentii": il castrum S. Angeli e di Vadu Traspadini nella fertile piana di Valle Porcina....continua...

 

Cosa vedere a Fornelli:

Chiesa di S. Michele Arcangelo: È la più antica dell'abitato ed è situata al culmine di esso.

 

Chiesa di San Pietro Martire: Piccola chiesa votiva al patrono comunale. Non presenta nulla di notevole.

 

Oratorio dell'Annunziata: Distante circa mezzo chilometro dall'abitato, ed ubicata in contrada

 

Chiuselle, a cavaliere del Vandra. Appartiene alla famiglia Lancillotta.

 

Chiesa della Congrega dell'Assunta: Cappella che ha dato il nome alla Confraternita laicale con sede nella parrocchiale.

 

Chiesa di S. Maria delle Grazie: È ubicata in contrada Chiuselle, presso la strada provinciale campana, e dista più di tre chilometri dall'abitato.

 

Il Castello di Fornelli: Spesse mura dividono il paese nuovo dal borgo medievale, un vero e proprio castello articolato in nuclei abitativi che si sono formati intorno al palazzo marchesale, simbolo del paese nonché edificio di notevole interesse architettonico. Il palazzo è stato incendiato nel 1943 dalle armate tedesche e gran parte dell'archivio storico contenuto nell'edificio è andato perduto e i pochi documenti rimasti non permettono di ricostruire la storia del castello.....continua....

 

 
Pellegrinaggio a Villalago : C'è una vasta zona di territorio, a cavallo tra l'Abruzzo, il Molise ed il Lazio, dove è molto forte e sentita la devozione popolare per S.Domenico Abate. Una devozione che si esprime con atti, gesti e riti diversi, ed è tesa soprattutto alla ricerca della giusta forma per manifestare gratitudine al Santo, per l'assistenza in vari momenti della vita da parte di gente semplice.I riti legati alla devozione a S.Domenico scandiscono vari momenti dell'anno solare, In particolare la festa del 22 agosto, giorno nel quale se ne ricorda la santificazione.....continua...


Fornelli e i Tedeschi : Dopo l’armistizio, tutta la zona del Sangro e del Volturno era piena di tedeschi che si apprestavano alla difesa ed alla resistenza delle truppe alleate; in quasi tutti i paesi, i tedeschi offrirono episodi di intolleranza: qualcuno, o più di qualcuno, di essi fu ucciso e ci fu, quindi, la ritorsione nazista con la decimazione della popolazione civile.
Ecco perché i nostri paesi subirono la ferocia e patirono la morte spietata da parte dei tedeschi, tingendo di rosso le acque del Sangro e del Volturno.
A Fornelli la presenza delle truppe germaniche cominciò ad avvertirsi dopo la metà di settembre quando non poche colonne militari, dirette a Colli, imboccavano per errore la strada di Fornelli e da qui proseguivano per la frazione Castello, dove la strada terminava e quindi erano costretti a fare dietro front, dopo essersi riforniti di viveri.
A Castello i contadini vivevano ore di esasperazione per le continue requisizioni.
Avvenne proprio che durante una di queste ennesime razzie un tedesco venne ucciso e quindi vi fu la tremenda, orrenda rappresaglia che costò l’impiccagione a cinque inermi cittadini ed al Podestà del tempo, Giuseppe Laurelli.

I Martiri di Fornelli : Su questo episodio lo scrittore Federico Orlando ha scritto l’interessantissima monografia "I Martiri di Fornelli. Una storia sconosciuta della Resistenza nel Sud" (Roma, Telesio, 1978), premiata al primo posto in campo nazionale a Cirò Marina.  Si tratta di un’opera pregiatissima di scorrevole lettura, ricca di particolari e completa di retroscena riguardanti gli avvenimenti che funestarono i pacifici abitanti di Fornelli e la morte del primo cittadino.  L' Orlando mette in evidenza la figura di Giuseppe Laurelli, laureato in legge a Napoli, già Sindaco di Fornelli dal 1921 al 1926, quando si dimise per il delitto Matteotti. Antifascista puro sangue, nelle vicende che stiamo narrando fu accusato da un fanatico fascista suo compaesano davanti a quella improvvisata corte marziale che ne decretò la morte a mezzo del capezzo....L’impiccagione avvenne il 4 ottobre 1943, alle 11 antimeridiane nella frazione «Castello»; lo stesso patibolo fu riservato ad altri cinque cittadini fornellesi.....http://www.comune.fornelli.is.it/


I Cognomi a Fornelli :
AMOROSO * ANGIOLILLI 9 * APOLLONIO 11 * ARMENTI 2 * BELLIERO * BERARDICELLI 2 * BRUSCO * BUCCI 5 * CAPALDI * CAPONE * CARDINES * CASTALDI 23 * CECCHETTI * CELENTANO * CENTRACCHIO 6 * CERASUOLO * CIARLANTE * CICCONE * CICERONE * CIPOLLA 5 * CIUMMO 2 * COLETTA 9 * COLICCHIO 2 * D'AGOSTINO 4 * D'ALESSANDRO * D'AMICO * DE IORIO S * DE MARCHIS * DI CARLO 44 * DI DONATO * DI FIORE CENTRACCHIO 2 * DI GIACOMO 4 * DI IORIO 3 * DI MAIO * DI MARTINO 4 * DI PALMA * DI PILLA * DI PLACIDO * DI PRIMIO * DI SANDRO * DI SCALA * FACENDA 2 * FATTORE 2 * FAVELLATO 7 * FAZZINI 2 * FERNANDEZ * FERRETTI * FORMICHELLI * FRABOTTA * GUGLIELMI 2 * IALONGO * IANATA * IMUNDI * IONATA 13 * IULIANI * IULIANO 5 * LAGELLOTTA * LANCELLOTTA 25 * LANGELLOTTA * LAURELLI 3 * LEMME 5 * LEVA 15 * LOMBARDI 3 * MAGLIOLI 24 * MAITINO * MANCO 2 * MARILUNGO * MARTELLA * MARTONE * MASSUCCI * MAZZOCCO 2 * MILANO * ORESTI * OTTAVIANO * PADRONE * PADULA * PADULO * PANNONI 4 * PANNUNZIO * PENTA * PETRANGELO 14 * PETRARCA 93 * PETROCELLI * PIETRANGELO APOLLONIO * PILLA 2 * PINNA * PINTO * PROCACCINI * RANUCCI * ROSSI 15 * SANTILLI 18 * SASSATELLI * SEGUELLA * SENERCHIA 7 * SIMONUTTI PETRARCA * STAFFIERI * SUCCI 6 * TARQUINIO 2 * TEDESCHI 10 * TOMEI * UCCI 26 * VALERIO * VENDITTI * VENEZIALE 9 * VERTE 5 * VILLANI * VIZZACCARO 2 * VOLPE 2 * ZOLLET *
 

 

 

Altre informazioni

http://www.fornelli.too.it/

http://www.comune.fornelli.is.it/

http://it.wikipedia.org/wiki/Fornelli

http://www.comuni-italiani.it/094/021/

http://www.molisecitta.it/comuni/fornelli.html

http://www.comuni-italiani.it/094/021/limitrofi.html

http://molise.indettaglio.it/ita/comuni/is/fornelli/fornelli.html

http://www.pagus.it/progetto/comuni/fornelli/castello/index.htm

http://www.regionemolise.com/Comuni_online/provis/fornelli.htm

Fiera di San Raffaele    Festa della Taranta   Fornelli in Piazza

Imprese a Fornelli    Autolinee Larivera   

 

Il Meteo a Fornelli

 

 
One-stop store for beauty and skin care products