Access Your PC from anywhere

                                                                                                                                                                                                     

COMUNICAZIONE MOLISANI

(Una newsletter per i Molisani all'estero o in Italia)



MOLISE E MOLISANI

Michael Santhers: Modernità, poesia...

 

Oggi Il Molise

   Franco Nicola : Il Molise dinamico.... Il Molise sfasato....... 

 

RIVISITIAMO IL PASSATO

Giovanni de Fanis : Quando c'erano le Società Operaie

 

ABRUZZO E ABRUZZESI 

 Dal sito Cappadocia : Le Grotte di Beatrice Cenci

 

Oggi L'Abruzzo

Franco Nicola : L'Abruzzo dinamico....L'Abruzzo sfasato....

 

L'ANGOLO DELL' EMIGRATO

Antonio Paganoni : La comunità italiana in Astralia(02) 

Franco Nicola: I nostri nel mondo

 

L'ITALIA E GLI ITALIANI

Franco Nicola : L'arte salverà l'Italia

Adam Vaccaro :100 Thousand Poets for Change

 


Scrivetemi

 

                                                                                                                                                                                                    

RIVISITIAMO IL PASSATO

 


 

 

Quando c’erano le società operaie: dal “Circolo dei cafoni”

 ai 173 mutui soccorsi molisani  di Giovanni de Fanis

 


Sono nate prima del sindacato, come strumenti volti a proteggere i lavoratori dai disagi della povertà, dalla insufficienza di cure mediche e dall’assenza di ogni tipo di assistenza sociale. Non solo. Con l’inizio dell’industrializzazione e, quindi, con la rivoluzione industriale, grande attenzione è rivolta alle conseguenze del duro sfruttamento del lavoro in fabbrica, quali infortuni e invalidità, alla disoccupazione e al carovita. Nel tempo la tutela viene estesa a tutti i settori produttivi senza distinzione fra lavoro manuale e intellettuale, con particolare riguardo al lavoro minorile.

A creare questa grande rete di assistenza e previdenza sono le Società Operaie di Mutuo Soccorso, SOMS l’acronimo. Inizialmente sono le quote dei soci a finanziare gli interventi. In seguito a impinguare il fondo sociale si aggiungono i proventi delle attività economiche autogestite. Lo stato sociale (welfare state) nel nostro Paese ha questa matrice.

Tra le altre finalità delle Soms vi sono il finanziamento del credito a favore dei soci, la fornitura di attrezzi e materie prime, sussidi. Tra gli obiettivi rientra anche la lotta all’analfabetismo (all’indomani dell’Unità d’Italia circa l’80 per cento degli italiani risultano analfabeti), nella consapevolezza che attraverso la sua riduzione più rapida è l’emancipazione e, di conseguenza, il riscatto delle masse.

Pioniere del mutualismo in Italia è stato il macchinista delle ferrovie statali Cesare Pozzo, artefici alcune categorie di lavoratori di mestiere (tessitori, cappellai, mugnai, ferrovieri, falegnami, eccetera. Nate intorno alla metà del secolo diciannovesimo, le Soms raggiungono l’apice dello sviluppo lo tra la fine dell’Ottocento e il primo decennio del nuovo secolo. Con l’avvento del fascismo si ha un forte ridimensionamento per via di numerosi scioglimenti e, per quelle Società superstiti, il regime imponendone i capi attraverso i prefetti, ne condiziona pesantemente l’attività, quando non le riduce, al pari di tante altre, a docili strumenti di consenso.

Un censimento del 1862 ne registra 443, distribuite tra Nord e Centro Nord in gran parte (Piemonte, Lombardia, Veneto, Toscana, Umbria) e alcune in Sicilia. Col passare degli anni si radicano in tutte le regioni, fino a raggiungere le 8000 unità, con circa un milione di soci all’inizio del Novecento.

In questo contesto il Molise non sfigura affatto. Anzi. La Società operaia di Larino, che sostituisce il “Circolo dei cafoni”, ha come data di nascita il 1860. Ma è pressoché l’unica all’epoca. Dal 1870 in poi, le Soms si espandono a macchia d’olio anche nella nostra regione, toccando, secondo le ultime ricerche, il numero di 173, così suddivise per circondario: «30 a Larino; 39 a Campobasso; 78 a Isernia; 26 nei Paesi di emigrazione».

Di ogni sodalizio è stata redatta una scheda con particolare riguardo a quelle ancora esistenti: Carovilli, Lucito, Casacalenda, San Martino in Pensilis, Capracotta (pastori), Capracotta (operai), Pizzone, San Giovanni in Galdo, Castel San Vincenzo, Rocchetta a Volturno (Sant’Erasmo), Rocchetta a Volturno (Madonna delle Grotte), Scapoli, Colli a Volturno.

Il numero di soci all’atto della loro costituzione è mediamente intorno al centinaio, in gran parte contadini, braccianti e operai, ad eccezione di quella di Campobasso che ne conta fino a mille, in prevalenza artigiani (vi partecipano anche le donne). Fra i promotori vi sono però anche impiegati, mutilati di guerra ed ex combattenti smobilitati, ferrovieri. L’orientamento politico della maggior parte di esse non è definito, ma le idee socialiste sono indubbiamente quelle che più facilmente trovano strada fra i soci. Di grande interesse sociale sono anche quelle ispirate dal mondo cattolico.

Tutta questa preziosa messe di dati è contenuta nel volume “I luoghi e i valori universali delle Società operaie molisane”, il cui autore è Edilio Petrocelli, storico e saggista molisano tra i più autorevoli, pubblicato per conto di Volturnia Edizioni di Cerro al Volturno, un’altra giovane e coraggiosa casa editrice molisana.

Lo studio di Petrocelli si compone praticamente di tre parti: nella prima è esaminata «l’evoluzione delle forme di socialità fra i ceti produttivi italiani». Un interessante excursus sui tentativi di realizzare forme associative nel tempo, a partire dall’India, Egitto, Assiria, per arrivare all’antica Grecia, all’Impero Romano, al Medioevo, all’Italia e alla seconda metà dell’ultimo millennio. In questa parte dello studio parla anche dei principi ispiratori della mutualità autogestita in Europa, in Francia, Svizzera, Inghilterra, Germania e Austria.

La seconda parte è quella che offre al lettore una corposa rassegna delle Soms molisane, così come esse sono nate e si sono evolute, fino a oggi. Arricchita dai dati sul numero degli iscritti e la loro composizione sociale e, soprattutto da notizie sulla loro attività. Si scopre , ad esempio, che non poche Soms molisane sono intitolate a membri di casa Savoia, a santi oppure riportano semplicemente parole d’ordine quali “La Tenace, “La Combattente”, “Libertà e lavoro”, ecc. Di interesse le pagine dedicate ai «sodalizi operai costituiti dagli emigrati molisani in America e Francia».

Si è accennato ai promotori. Non sempre sono operai e braccianti. A Capracotta sono in particolare i pastori, mentre a Termoli, una delle tre Società nate in città è fatta esclusivamente di pescatori, “Società di mutuo soccorso tra Marinai e Pescatori”. A proposito di quest’ultima, recenti ricerche ne hanno dimostrato l’esistenza già nel 1920, ma vi è ragione di ritenere che sia di ancora più antica data.

Sempre a Termoli risultano operanti già alla fine dell’Ottocento due altri sodalizi: la Società Operaia di Mutuo Soccorso “Duca di Genova”, nata nel 1878, il cui primo presidente è l’imprenditore edile e proprietario Antonio Bontempo. “Padrino” politico è il deputato socialista milanese Fabrizio Maffi. L’altra associazione è il “Circolo del Progresso”, nato «a scopi educativi e di emancipazione sociale». Tutti e tre queste associazioni si spegneranno col fascismo.

Nella terza parte del libro si fa una importante disamina sul «valore sociale e giuridico degli Statuti dei sodalizi operai molisani», ciò che dà completezza e pregio all’intero lavoro dell’autore.

Chiudono il saggio tre allegati: quello di Antonio Santoriello sugli statuti a stampa riferiti all’Ottocento finora censiti; di Gaetano Petrilli sulla «natura giuridica e disciplina delle Società Operaie di Mutuo Soccorso» e, infine, sulla legislazione operante nel Molise a favore di dette Società.

Va registrato come il libro di Petrocelli sia il primo ad affrontare in modo organico la realtà delle Società operaie del Molise, alcune delle quali ancora oggi sopravvivono e sono molto attive, anche se, con la conquista della legislazione sociale, hanno mutato le finalità d’un tempo. Rimangono, però, alla base del loro attuale operare i principi ispiratori originari, rappresentati nel simbolo grafico universale di due mani che si stringono in segno di solidarietà e fratellanza.  Di Giovanni de Fanis
dal giornale Primonumero 
 
 RISPONDETE ALL'INCHIESTA
 
 
 

                                                                                                                                                                                                    

 

MOLISE E MOLISANI

 

                                                                                                                   

MODERNITÀ

 


__Modernità

è ballare di notte con auricolari e occhiali da sole

ruotando promiscui stremati fino all'alba

al ritmo tamburreggiante di due note sole

che mettono in fuga parole al dialogo superfluo

 

__Moderni significa esclusivi, geniali

spettatori in partita tra droga e cervello,

viaggiare a folle velocità contromano

e falciare mediocri marcianti in retorica al lavoro

 

__Moderni è scordarsi del giorno prima

tanto lo segneranno al calendario

i qualunquisti fessi dei cari menomati, decimati

 

__Moderni è farsi amare scrocconi

di schiavi genitori illuis in rivalse

di loro vita sgobbona andata

tramite vizi di figli ignari all'intento

 

 

                                                                                                                                           

 

 

__Modernità è sparare dalla bocca 

nomi d'organi genitali e corporei bisogni,

disfarsi in un attimo del vecchiume d'etica e morale

due bigotti in predica a rispetto e altruismo

frenanti al consumo vuoto a perdere

 

__Scusate mi rassegno a essere

obsoleto antiquato e non sforzarmi vano

a imitare la vostra ineguagliabile avanguardia

 

Inoltre concludo, sarebbe meglio

spezzaste preistorico filo al retorico nutrirsi

minante a evoluzione e buona nomea

e trovaste alternativa futurista al comune pane,

viene da rude, riluttante millenaria zappa.

 Michael Santhers, in ''Sorrisi Pignorati''

michael.santhers@virgilio.it

 

 

                                                                                                                                                                             

 

Il Molise Dinamico

 

Manifesto per il Molise”, appello alle nuove generazioni  Domenico Di Lisa (sindaco di Rioccavivara), Gigino D’Angelo (sindaco di Montefalcone nel Sannio), Sergio Sammartino (sindaco di Montemitro), Domenico Santorelli (vice sindaco di Trivento) sono promotori del “Manifesto per il Molise prossimo futuro”. L’iniziativa nasce in vista delle elezioni regiona...

Sfilata sui modi di vestire della tradizione popolare  FERRAZZANO – Si svolgerà domani, sabato 15 settembre, la manifestazione “I modi di vestire della tradizione popolare dell’Italia centrale". L’appuntamento è organizzato dall’Amministrazione Comunale, Pro Loco, associazioni “I Borghi di Eccellenza del Molise” e “Folk Lu Passarielle”, in collaborazio...

<>Riccia, i ragazzi e il teatro Il successo dell’idea di Comune & Scuola. Un nome su tutti: Eduardo De Filippo. Un minimo comune denominatore: i ragazzi che fanno teatro, che mettono in scena l’arte teatrale di De Filippo in una miscela di cultura, crescita e passione. Con alle spalle la produttiva sintonia tra la scuola e l’amministrazione comunale targata Fanelli. E’ il succo della brillante e divertente commedia del 1936 di Eduardo De Filippo ‘Sogno di una notte di mezza sbornia’ inscenata dalle classi seconde della Scuola secondaria di primo grado di Riccia ‘F. Ciccaglione’. Praticamente un successo.

TURISMO: MOLISE IN CONTROTENDENZA, +11, 3% PRESENZE  In controtendenza con l'andamento del turismo in ambito nazionale, il Molise ha registrato una crescita dell'8,1% delle presenze a luglio e dell'11,3% ad agosto. Lo ha riferito il Ministro per egli Affari regionali, turismo e sport Piero Gnudi, secondo ...

Il Molise delle sorprese: il business a Dublino dei giovani 'maghi' dei ... Il Molise delle sorprese: il business a Dublino dei giovani 'maghi' dei fornelli. In pochi anni sono riusciti a crescere e a fare del proprio Gruppo un marchio di grande successo. E' così che la Flavour of Italy, letteralmente 'Sapore d'Italia', in ...

"INCONTRI D’AUTORE": OSCAR DE LENA PRESENTA IL SUO LIBRO  News del 21 Sep 2012 @ 10:00 in  Per il ciclo "Incontri d'autore" verra' presentato sabato 22 settembre alle 18 nella libreria Fahrenheit il libro di Oscar De Lena intitolato "Te'rmele co'me je've bbe'lle 'na vo'te". Durante la presentazione l'autore raccontera' il suo (21/09/12 - 10:00)

Eremi celestiniani candidati a patrimonio mondiale dell'umanità  Gli Eremi che fanno parte del complesso Maiella-Morrone erano i luoghi di meditazione di frà Pietro del Morrone, un eremita originario del Molise che trascorse quasi tutta la sua esistenza tra le montagne impervie dell'Abruzzo fino a diventare papa con ...

GIORNATA NAZIONALE DEL TURISMO: L’EVENTO IN MOLISE Si terra' in Molise, il 29 e 30 settembre prossimi, nel santuario Assolorata di Castelpetroso, la Giornata Nazionale del Turismo, promossa dalla Cei e presentata il 18 settembre nella sede del Ministero per il Turismo a Roma. Un appuntamento importante, realizzato grazie alla (19/09/12 - 15:30) ...

Aggiungi un posto a tavola”, il 22 e 23 settembre l’iniziativa per i poveri “Non dare per carità ciò che è dovuto per giustizia” affermava don Oreste Benzi e, a questa frase, risuona anche quel “non possiamo restare indifferenti quando la fame ha gli occhi grandi di un bambino”. La povertà affligge sempre più famiglie e minaccia la vita di tante persone; da questa evidenza...

A Gaeta i poeti molisani Iannacone, De Angelis e D’Ambrosio  Continuano gli incontri di poesia nel Museo Diocesano in Piazza De Vio a Gaeta, nell’ambito della rassegna “Gaeta. Un mare di poesia” curata dall’Associazione culturale “la stanza del poeta” con il patrocinio della delegata alla cultura del Comune di Gaeta, Sabina Mitrano....

Canzone d’autore, gli artisti in gara   Presso la biblioteca comunale di Isernia si è riunita la giuria dell’ ottava edizione del Festival “La canzone italiana d’autore”, per...

'Quanto sia grande Venafro lo dicono le sue rovine' Questa sera Franco Valente racconta la sua città davanti la chiesa dell'Annunziata  Cultura Questa sera alle ore 21, sulla piazzetta dell’Annunziata di Venafro, Franco Valente racconterà la Venafro romana con una conversazione che avrà come sottotitolo: Quanto sia stata grande Venafro lo dicono le sue rovine. ...

"Un gruppo giovane con idee innovative" L'entusiasmo di Gianluca Cefaratti, nuovo coordinatore di Fli  Politica Con il primo congresso provinciale, che ha avuto luogo ieri pomeriggio nel capoluogo regionale, Futuro e Libertà completa la fase di rilancio e di organizzazione del partito di Gianfranco Fini in Molise. .

Il sindaco di Campobasso se ne frega della cultura   Siravo, direttore artistico del teatro "Savoia" di Campobasso, ha espresso apprezzamenti per la promozione culturale nella città calabrese: Sono molto invidioso - ha dichiarato Siravo - di Angela Del Piaz perchè a Lamezia Terme tutta l'amministrazione le è vicina, e hanno saputo creare una sinergia che coniuga l'altissimo livello culturale proposto alla ospitalità calorosa e all'organizzazione impeccabile. A Campobasso, invece, c'e' un Teatro stupendo e un pubblico meraviglioso, ma il sindaco se ne frega della cultura;...


 

Il Molise Sfasato

 

Con quali criteri sono stati scelti i componenti della Conferenza delle Autonomie locali?  Vedo che l' intero altissimo Molise , da Pescolanciano a Capracotta, non è rappresentato in questo organismo che dovrebbe dare il parere sul riordino delle province!

Molise, crollo delle esportazioni: -17,3%  La dinamica tendenziale dell export, in Molise, nei primi sei mesi del 2012, fa registrare una flessione pari al -17,3%, seconda solo a quella della Basilicata (-30,1%), rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Maxi frode fiscale, coinvolto un isernino Ha 52 anni ed un imprenditore impegnato nel settore abbigliamento. E’ entrato nella lista degli indagati nell’ambito dell’operazione Madeira, condotta dalla Guardia di Finanza di Pescara, coordinata dalla Procura della Repubblica della città abruzzese. Complessivamente sono 47 i titolari dei aziende...

I tentacoli della mafia sulla costa molisana, Petraroia si rivolge a governo e magistratura (…continua su RSS degli approfondimenti di TermoliOnLine – aggregato da molisenews.net)

Infiltrazioni della ‘Ndrangheta lungo la fascia adriatica ed in Molise nell’analisi di Michele Petraroia Già con nota del 6 luglio 2012 segnalavo i rischi di infiltrazioni mafiose in Molise e richiamavo l’attenzione degli Organi dello Stato sulla fascia adriatica, sulla città di TERMOLI (CB) e sull’appello disperato lanciato dai familiari del pentito della ‘Ndrangheta Luigi Bonaventura, ex-capocosca de...

Imprenditore molisano nel giro degli evasori vip: recuperati 36 milioni, oltre 50 denunciati C'e' anche un imprenditore della Provincia di Isernia fra i personaggi di spicco - dall'ex presidente del Pescara Marinelli alla pornostar Jessica Rizzo - protagonisti di un giro di evasione internazionale organizzato da una trentina di aziende con falsa sede nell'isola portoghese (14/09/12 - 20:12)

La Regione Molise ei suoi derivati  A fine agosto, lo stagnante clima politico molisano è stato vivacizzato da una polemica rimbalzata persino sui quotidiani nazionali, quella sulle perdite negli investimenti in titoli derivati, subite o paventate dalla Regione Molise, e sulla nomina di ...

14/09/2012 - 'NDRANGHETA IN BASSO MOLISE, PETRAROIA ...  Il consigliere regionale del Pd Michele Petraroia si unisce alle richieste del pentito di 'Ndrangheta Luigi Bonaventura, residente a Termoli, che aveva segnalato i pericoli a rimanere nella zona del Basso Molise visto che altri affiliati avevano ...

trasporti, Antonio Di Pietro: «Bando di gara cucito su misura» CAMPOBASSO - Ancora delle irregolarità o superficialità su bandi di gara regionale. Questa volta nel mirino di Antonio Di Pietro finiscono gli atti per l’affidamento del trasporto pubblico locale extraurbano su gomma. Scadeva ieri il bando regionale che, secondo il leader Idv, sembra cucito su misur...

CRONACA – Telefonia, disservizi da un mese a Sant’Elia Collegamenti telefonici e telematici in tilt a Sant'Elia a Pianisi. Proteste e lagnanze da parte degli utenti della Tim di Sant'Elia a Pianisi che da circa un mese incontrano grandissime difficoltà nei contatti con l'esterno.

Scoppia la rivolta degli stagionali ... di luglio, attraverso un'agenzia interinale, la Life In. «Il ricorso alla società di lavoro interinale ha prodotto un'interruzione lavorativa con lo Zuccherificio del Molise con la consequenziale perdita del diritto di precedenza - hanno fatto ...
RASSEGNA STAMPA - Costi della politica, il Molise è maglia nera  Il Molise è la regione dove i costi della politica regionale sono più alti. Ultima nella classifica pubblicata da "Il Sole 24 Ore" che "misura" le performance dei consigli regionali italiani in dieci indicatori. E che dimostra che i consiglieri ...
L INCHIESTA – Costi della politica, il Molise e maglia nera   Il Molise e la regione dove i costi della politica regionale sono piu alti. Ultima nella classifica pubblicata da "Il Sole 24 Ore" che "misura" le performance dei consigli regionali italiani in dieci indicatori. E che dimostra che i consiglieri regionali pesano eccome sul bilancio pubblico. ...
TEST MEDICINA: MOLISE IN CODA ALLE GRADUATORIE NAZIONALI Penultimo posto in Italia per i candidati molisani che il 4 settembre scorso hanno tentato il famigerato test di medicina. Il ministero ha da poco reso noti i risultati dai quali e' risultato che nella graduatoria unica di Bari, Foggia e Molise, il candidato con il punteggio ...
'Disagi nelle scuole, si individuino le responsabilità per i ritardi' "Disagi nelle scuole, si individuino le responsabilità in merito ai ritardi". E' la richiesta rivolta dal Sen. Giuseppe Astore al Ministro dell'istruzione dell'Universi ...
Regione Molise la più costosa d'Italia per spese gruppi e consiglieri regionali TERMOLI _ Il Molise e' la seconda regione italiana per la spesa relativa agli organi istituzionali, pari a 4.413 euro ogni cento abitanti, per un tota...
Lo spot per tranquillizzare i molisani alla Regione costa 150 mila euro  Il messaggio ogni giorno entra nelle case dei molisani a tutte le ore. Una serie di domande a cui segue la risposta sul modello "Vero o falso?". .
Quattordici milioni per 20 leggi Altro che spending review   Il Molise chiude questa speciale graduatoria per ben sette indici peggiori della media nazionale. Nel dettaglio si comincia con la spesa per gli organi istituzionali: per Consiglio, Giunta, commissioni, in regione si sborsano 14 milioni e 100mila euro ...
Il sindaco di Campobasso se ne frega della cultura  Siravo, direttore artistico del teatro "Savoia" di Campobasso, ha espresso apprezzamenti per la promozione culturale nella città calabrese: Sono molto invidioso - ha dichiarato Siravo - di Angela Del Piaz perchè a Lamezia Terme tutta l'amministrazione le è vicina, e hanno saputo creare una sinergia che coniuga l'altissimo livello culturale proposto alla ospitalità calorosa e all'organizzazione impeccabile. A Campobasso, invece, c'e' un Teatro stupendo e un pubblico meraviglioso, ma il sindaco se ne frega della cultura. (Agi.it)....
Molise, crollo delle esportazioni: -17,3%  La dinamica tendenziale dell'export, in Molise, nei primi sei mesi del 2012, fa registrare una flessione pari al -17,3%, seconda solo a quella della Basilicata (-30,1%), rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. ...

 

 
RISPONDETE ALL'INCHIESTA :
 

Click for a huge selection of hip Clothing & more!
 

 Torrid - The Alternative For Sizes 12 - 26

                                                                                                                

 L'ABRUZZO E GLI ABRUZZESI

 


 

Le grotte di Beatrice Cenci. dal sito Cappadocia

Solo una settimana fa il Comune di Cappadocia ha partecipato insieme ai Comuni abruzzesi, membri dell’ “Associazione Città delle Grotte” alla manifestazione principe del turismo cosiddetto “Verdeblu”, Ecotur 2011, per mostrare a turisti e operatori bellezza e fascino delle Grotte di Beatrice Cenci.

A distanza di soli pochi giorni, l’Amministrazione mette, quindi, un altro tassello sul percorso di rilancio turistico di questo gioiello del territorio marsicano.

Lo scorso 14 maggio 2011, infatti, presso la sala consiliare del Municipio è stata siglata l’intesa tra il Comune di Cappadocia, con il sindaco Bruno Murzilli, la Comunità Montana “Marsica 1”, rappresentata dal Commissario regionale Stefano Di Rocco, la Cooperativa “Le Aquile”, tramite la titolare Angela Moscatiello, e il Gruppo Grotte e Forre Abruzzo, che collabora con la sezione del CAI (Club Alpino Italiano) di Carsoli, per mezzo del presidente Guglielmo Di Camillo.

«Non è facile mettere intorno ad un tavolo un pool di istituzioni e associazioni con lo stesso obiettivo», commenta Manuela Scopone, assessore al Turismo del Comune di Cappadocia. «Ma questo accordo a quattro dimostra che quando i propositi sono condivisi su più piani e tra differenti competenze, nulla intralcia la volontà di realizzazione». Il progetto prevede l’organizzazione di eventi, manifestazioni e iniziative di marketing per la promozione turistica e speleologica nell’area carsica.

Ma non sarà solo informazione a tutto tondo. Il Gruppo Grotte e Forre Abruzzo schiaccerà l’acceleratore per contribuire a divulgare presso gli istituti scolastici regionali le caratteristiche delle Grotte di Beatrice Cenci e l’Ovido di Verrecchie. Oltre a corsi, conferenze, visite e ogni altra attività volta alla didattica, a rendere l’attività formativa ancora più valida contribuirà il coinvolgimento del CAI e della Società speleologica italiana.  

Insomma, porte aperte – si fa per dire – a bambini e ragazzi, ma anche a gruppi speleologici, per visitare quel luogo incantevole - e diverso da tutti gli altri - come solo una grotta sa essere. Dal sito web Cappadocia 


                                                                                                                                                                   

L'Abruzzo Dinamico

 

Legambiente Beni Culturali: successo per la passeggiata musicale ...... Abruzzi Da Mozart, Vivaldi e Bach fino a Joplin, Morricone e Piazzolla: sabato 8 settembre il repertorio proposto per la “Passeggiata Musicale”, organizzata dal Circolo di Legambiente Abruzzo Beni Culturali nell'ambito del progetto 'Ricostruire ...

ROCK & OUTLET: un concorso letterario per talenti emergenti... culturale Mente Locale e il Città Sant'Angelo Outlet Village si preparano alla X edizione del Festival delle Letterature dell'Adriatico, che si svolgerà a Pescara dal 16 al 18 novembre 2012, lanciando il concorso letterario per narrativa inedita ...

Il CANTAUTORE MIMMO LOCASCIULLI VINCE “IL BACUCCO D ...  Il Cantautore Mimmo Locasciulli vince la XVII Edizione del prestigioso Premio abruzzese “Il Bacucco d'Oro” per lo Spettacolo attribuitogli dalla Giuria tecnica presieduta da Igino Creati (che è anche Presidente dell'Associazione Culturale “Città di ...

Corropoli, terminati gli scavi 2012: alla luce reperti importanti ... impegno della Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Abruzzo, del Comune di Corropoli e dell'associazione Italico Onlus, uniti dall'idea che la crescita del territorio passi anche attraverso la concreta tutela e valorizzazione del suo ...

La piazzetta del Sole ‘invasa’ dagli artisti del progetto Rezophonic Teramo. Un progetto artistico e sociale nato dall’idea del batterista, e cofondatore di Rock TV, Mario Riso che, dal 2006, ha unito i grandi nomi della scena musicale italiana intorno a un’importante iniziativa....

A Montorio arriva Weekend D'arte  Montorio. Pittura, disegno, poesia, musica, scultura e fotografia: la tre giorni di “Weekend’arte”, che si svolgerà questo finesettimana a Montorio al Vomano, darà spazio a tutte le forme d’arte e coinvolgerà artisti del posto e delle zone limitrofe. ...

Eremi Celestiniani d'Abruzzo, procede il riconoscimento quale ... Un forte input in questo senso si è avuto con l'aggiudicazione di un bando della Fondazione Telecom con il progetto dal titolo “Cultura e natura: l'eremitismo nella natura selvaggia del Parco della Majella”. Il progetto si pone come corollario di un ...

Abruzzo: Pdl, ridurre numero consiglieri da 42 a 31  L'Abruzzo si e' gia' caratterizzato come regione capofila per la riduzione dei costi di funzionamento del Consiglio regionale, e la diminuzione dei consiglieri decisa dalla maggioranza - conclude Pagano - si colloca in questa logica di sobrieta'''. com ...

Musica, riparte il tour europeo degli Aura  Alba Adriatica. Sarà un autunno caldo quello della rock band Aura che, dopo un’estate densa di impegni, proseguirà l’apprezzata serie di concerti in giro per l’Europa. ...

Celano, al via i lavori di riqualificazione del centro storico  Celano. Al via i lavori di riqualificazione del centro storico a Celano. A darne notizia è il consigliere comunale, delegato al centro storico, Francesco Stornelli, il quale aggiunge che l’intervento, cofinanziato da fondi regionali, riguarderà, infatti, il circuito della cittadella storica che si sviluppa intorno al Castello con l’obiettivo di rendere pedonali tali aree. ...

Sviluppo: siglato protocollo tra Abruzzo e contea croata  ... 21 SET - Scambiare esperienze nel settore produttivo, culturale, della formazione professionale, negli affari sociali e nello sviluppo reciproco del turismo: e' l'obiettivo del protocollo d'intesa sottoscritto dal presidente della Regione Abruzzo ...
Giulianova, la Provincia insegna l'italiano agli stranieri Prenderà il via il 2 ottobre prossimo, nel Centro per l'Impiego di Giulianova, il corso gratuito di orientamento alla lingua e alla cultura italiana e all'alfabetizzazione informatica per stranieri, promosso nell'ambito delle iniziative dell ...
Al via il Match d’autoreper i giovani scrittori La gara si gioca sul web Montesilvano scrive 2012: la preselezione sul blog del Centro. Passano alla seconda fase i più votati su Facebook. La finalissima dal 25 al 28 ottobre. Al vincitore un viaggio gratis al Salone del libro di Torino e la partecipazione alle attività della scuola Holden...
Crescono le imprese gestite da stranieri in Abruzzo  Secondo i dati Infocamere, il Sistema informativo delle Camere di Commercio, in Abruzzo al primo trimestre 2012 le imprese attive gestite da stranieri sono 10.916.....

 

 

L'Abruzzo Sfasato

 

Abruzzo: D'Amico (Pd), preoccupazioni su futuro Micron ''Le notizie odierne sulla richiesta di ulteriori settimane di cassa integrazione per cinquecento dipendenti Micron della stabilimento di Avezzano hanno rafforzato le preoccupazioni per il futuro dello stabilimento Micron ...

Società teramana sottrae al fisco 7 milioni di euro  Teramo. Evade ben 7 milioni di euro: è quanto scoperto dalla Guardia di Finanza nei confronti di una società ubicata nel teramano dopo una lunga attività investigativa. ...

Madeira paradiso dei soldi pescaresi: sequestrati beni per 36milioni Pescara. Milioni di euro evasi al fisco grazie all’ingegno criminale di un fiscalista pescarese: sono circa 50 gli imprenditori che si sono affidati a lui per far sgonfiare i propri fatturati in Italia mettendoli al riparo nel paradiso portoghese di Madeira. Con l’ultimo tassello di una lunga indagine, la finanza ha sequestrato conti e immobili per 36 milioni. Ben 30 le società fittizie create ad arte per pagare solo mille euro di tasse....

L'Abruzzo è più rock o più lento? GLI SPRECHI ABRUZZESI. Vogliamo fare qualche esempio più vicino a noi? Gli interporti come quelli di San Salvo o del Teramano, costruiti e mai fatti funzionari, gioielli come la Stella Maris di Montesilvano che marciscono senza trovare una destinazione ...

Riordino Province, nulla di fatto. Il Cal torna a riunirsi mercoledì  Fumata nera per la proposta di riordino del Consiglio delle Autonomie Locali della regione Abruzzo. Nulla di fatto, tutto rinviato alla prossima settimana. È stata una discussione molto animata quella di oggi, nella sala Spagnoli del Consiglio Regionale, dove si è riunito il Cal, chiamato a selezionare una proposta da inoltrare al Consiglio Regionale....

Terremoto. Truffa nella ricostruzione: arrestato noto imprenditore aquilano I finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di L'Aquila, in esecuzione di un'ordinanza emessa dal Gip Giuseppe Romano Gargarella, hanno arrestato oggi, e posto ai domiciliari, C.C. di 52 anni, noto imprenditore edile di L'Aquila. L'uomo deve rispondere di gravi fatti di truffa aggravata ai danni dello Stato e reati di falso nell'ambito dei lavori della ricostruzione. Sono anche stati sequestrati denaro ed altri beni per un totale di 700 mila euro. Sono 43 nel complesso gli indagati nell'operazione della Gdf....

L’Aquila: truffa all’UE, la Finanza sequestra macchinari elettromedicali  Sette indagati e sofisticati macchinari elettromedicali sequestrati per un valore di 150 mila euro, pari a quanto indebitamente già percepito....

 

 
RISPONDETE ALL'INCHIESTA:

 

 
 Euro Relais Holiday Homes

                                                                                                                                                                                                    

 L'ANGOLO DELL'EMIGRATO

 

                                      
                            

 

 

COMUNITÀ ITALIANA IN AUSTRALIA
Di Antonio Paganoni nel sito ASEI  (02)
 
SECONDA PUNTATA :
 
I Padri  Francescani.
 
Padre Severino Mambrini (29.11.1875 in Abbadia S. Salvatore-16.12.1940), "personalità francescana", come ebbe ad affermare al suo funerale a Sydney il vescovo di Rockhampton (Qld.) McGuire. Il francescano, che si era accattivato le smpatie del clero locale, profuse le sue migliori energie nella visita ai numerosi connazionali che si erano insediati nel Nord Queensland. In un famoso memorandum egli esprime le sue impressioni in seguito alla visita di numerosi gruppi di italiani dediti alla coltivazione e al taglio della canna da zucchero che, nonostante l’abbandono religioso in cui versavano, avevano mantenute le buone tradizioni di famiglia.
Padre Ludovico Cigliano (20.9.1895 in Forio- 17.3.1969) internato come prigioniero di guerra in Australia
Padre Settimo Balò (3.7.1891 in Civitella-11.1.1975) inviato dai suoi Superiori religiosi per continuare l’opera del confratello Severino Mambrini subito dopo la conclusione della Seconda Guerra Mondiale. Padre Settimo incontrò difficoltà nello stabilire un "modus operandi" con i suoi confratelli "australiani" e con l’Arcivescovo di Melbourne, Daniel Mannix.
 
I Padri Salesiani.
 
Il vescovo Ernesto Coppo (6.2.1870-28.12.1948), inviato dai suoi Superiori nel Kimberley (regione al Nord dell’Australia), perché si dedicasse all’evangelizzazione degli Aborigeni. Venuto in contatto con la situazione di "abbandono disperato" in cui versavano gli emigranti italiani in Australia, avviò la prima missione nella parrocchia di Richmond (Vic.). L’attività fu presto estesa ad altri centri con elevata presenza di italiani. Dovunque le circostanze lo permettessero, creava società di mutuo soccorso per venire incontro alle famiglie che versavano in condizioni di povertà.
Padre Paolo Zolin (21.7.1879-21.8.1963), vicentino di Breganze, fu il primo sacerdote ad interessarsi degli Italiani nello stato del Sud Australia. Il suo dettagliato resoconto rivela una conoscenza approfondita dei gruppi di emigrati italiani, sia ad Adelaide che in vari centri rurali dello stato del Sud Australia. Ha lasciato un valido censimento della comunità: 808 famiglie per un totale di 5050 individui su una popolazione cattolica di circa 55.000. Nelle sue conclusioni spiega le ragioni della limitata pratica religiosa: la mancanza di celebrazione di feste religiose, l’atteggiamento non conciliatorio del clero locale, il contatto continuo con il mondo protestante e i matrimoni misti.
I Padri Gesuiti.
 
Padre Vincenzo de Francesco (23.11.1985 in Massercola (Caserta)- 20.10.1974) ricevette l’incarico di cappellano della comunità italiana residente a Melbourne dall’ Arcivescovo Daniel Mannix nel 1921. L’incarico del primo cappellano della comunità italiana durò fino al 1934. Erano gli anni della depressione e del periodo in cui, ricorderà Bob Santamaria, "non era il caso di reagire a insulti che venivano rivolti agli Italiani o di sfidare la superiorità dei Protestanti o degli stessi Cattolici". Padre Francesco non sempre ricevette la collaborazione e l’aiuto dalla sua stessa comunità, cosa che avrebbe agevolato enormemente il suo lavoro.
Padre Ugo Modotti (2.5.1897-..12-1971), succeduto al confratello V. De Francesco solo nel 1938, ristabilì un proficuo contatto con la comunità italiana di Melbourne e dintorni. Durante gli anni precedenti lo scoppio della Seconda Guerra Mondiale, nella comunità italiana, si verificarono episodi incresciosi fra i gruppi aderenti al Fascio e simpatizzanti di sinistra. Con l’appoggio incondizionato dell’Arcivescovo Mannix che stimava le doti brillanti del gesuita, Padre Ugo fondò l’Opera Religiosa Italiana. Questa, oltre ad impegnarsi per salvaguardare gli interessi spirituali della comunità italiana di Melbourne, formulerà un piano nazionale di assistenza per la comunità stessa in tutta l’Australia. Il piano non incontrò il favore dell’allora Nunzio Apostolico, Giovanni Panico. Le ricerche d’archivio, anche se non conclusive, rivelano che Roma aveva già deciso di affidare la cura spirituale della comunità italiana in Australia a congregazioni religiose di origine italiana.
Quali le motivazioni di questa "scelta storica"? I vescovi australiani perseguivano una politica assimilazionistica e Roma, forse edotta dall’esperienza delle migrazioni europee nel Nord e Sud America, propendenva verso una politica di lenta integrazione con la creazione di strutture proprie per l’assistenza agli emigrati. L’eredità lasciata da Padre Ugo Modotti, con una sede provvisoria a Hawthorn, verrà presa in consegna dai Padri Cappuccini, immediatamente dopo la partenza del Gesuita da Melbourne.
4. Oltre ai membri di congregazioni religiose, altri hanno preso a cuore le sorti della comunità italiana. Si possono annoverare: Don Giuseppe La Rosa; due ecclesiastici di spicco: Mons. Giovanni Panico, Nunzio Apostolico, e Daniel Mannix, Arcivescovo di Melbourne per tanti anni, ed, infine, una delle personalità più rilevanti della scena politica del ventesimo secolo in Australia, Bob Santamaria.

Don Giuseppe La Rosa (24.10.1915-6.2.1990) Calabrese, giunse in Australia il 21 maggio 1939 per rivedere alcuni parenti. Fu trattenuto a Sydney dallo scoppio della Seconda Guerra Mondiale. Accolto da Padre S. Mambrini con numerosi familiari al porto, divenne un valido appoggio al Francescano e, dopo la sua morte, si prodigò instancabilmente per la comunità italiana di Sydney. Con l’appoggio della Nunziatura, si adoperò per portare sollievo e conforto ai numerosi internati e prigionieri di guerra italiani nei vari campi di raccolta. Sostenne le Conferenze di S. Antonio e della S. Vincenzo de Paolis e fondò il Segretariato Sociale Italiano per sostenere famiglie povere in Italia. Due delle Chiese (Surry Hills, in seguito presa dagli Scalabriniani e Smithfield dai Benedettini) dove Don Giuseppe si incontrava con la comunità italiana divennero centri di irradiazione missionaria.
Le due grandi personalità della Chiesa, l’Arcivescovo Daniel Mannix (4.3.1964-6.11.1963) e il Nunzio Apostolico, Giovanni Panico, avevano vedute molto diverse. Il primo, ardente sostenitore della "causa irlandese", aveva ideato e sostenuto il progetto della cura pastorale per gli Italiani in tutta l’Australia e, durante la riunione annuale dei vescovi australiani ad Adelaide nel 1944, ne aveva ricevuto un tacito consenso. Se il piano studiato dal gesuita U. Modotti, con l’appoggio di Mannix, fosse decollato la storia dell’assistenza spirituale agli emigrati avrebbe avuto sviluppi ben diversi!
Panico coltivava l’ambizioso progetto di: restituire l’Australia ai cattolici australiani. Era un disegno suo, segreto, che si sposava con i desideri della gerarchia ecclesiastica romana. Partendo da Roma, aveva ricevuto dal Cardinale Fumasoni Biondi l’incarico di operare in favore dell’autonomia degli altri gradi della gerarchia ecclesiastica australiana la quale aveva forti vincoli di dipendenza dalla curia irlandese. Era proprio un impegno delicato...
Anche per quanto riguardava la salvaguardia della fede dei numerosi italiani che si sarebbero ricreati una vita nuova sul continente australiano, Panico, era convinto che era meglio ricorrere a forze "esterne", più sensibili al valore della lingua e della cultura, tipiche di ogni emigrante. Con il rischio di forzare o condizionare ricerche archivistiche, che da sole potrebbero gettare luce sulla verità degli avvenimenti, ritengo che con molta probabilità "l’opzione romana", come venne battezzata, si ricollega all’esperienza avuta con le emigrazioni europee in Nord e Sud America e con la paura che la gerarchia locale non fosse preparata a gestire situazioni storiche similari.
 
Bob Santamaria (15.8.1915- 1998), o, secondo le sue origini eoliane, Bartolomeo Agostino Santamaria.
E’ conosciuto in Australia come Bob Santamaria ed è ritenuto uno degli scrittori piu’ prolifici nel campo sociale e politico. Ha pubblicato una serie di libri e studi monografici, oltre a moltissimi articoli per la stampa australiana.
 
Dopo la sua morte, avvenuta nel 1998, numerosi saggi sono stati scritti su di lui, pochi, però, hanno considerato l’importanza della sua provenienza etnica. Solo il giornalista Les Carlyon lo ha definito: un "nazionalista australiano e italiano fino al midollo". Lo stesso Santamaria non ha mai voluto, e non senza ragione, sottolineare la sua appartenenza italiana, se non verso la fine della sua esistenza. Nel 1939 egli scrivera’: Nessuna sfida per la Chiesa in tempi recenti appare cosi’ irta di difficoltà come l’emigrazione di popolazioni italiane in paesi anglosassoni. Sappiamo bene a quali difficoltà vanno incontro i numerosi missionari che operano in terre di missione, in mezzo a culture cosi’ diverse...E ci sarebbero non poche persone che sarebbero disposte ad ammettere che i missionari hanno maggior successo nelle terre di missione a confronto, per esempio, con i numerosi Italiani, nominalmente cattolici, che si sono stabiliti in Australia.  Antonio Paganoni nel sito ASEI  Continua nel prossimo numero.
 

                                                                                                                                                                       

                                  
                                    

                                                                                                             

I NOSTRI NEL MONDO

 

«Qui stiamo tutti bene, così spero di te …». Mostra sull'emigrazione ... Si intitola proprio così la mostra sull'emigrazione che sarà inaugurata domani alle ore 18,30 nel salone della società operaia di mutuo soccorso in corso Garibaldi. Le immagini che saranno proposte sono state selezionate dall'architetto Camillo Galante ...

La comunità di emigrati di Simeri Crichi festeggia in Lombardia Grandiosa e commovente è stata la partecipazione degli emigrati di Simeri Crichi, provenienti dalla Lombardia e dal Piemonte: nelle due giornate dell'8 e 9 settembre oltre 1500 crichesi hanno raggiunto Alserio, per rendere omaggio alla “loro” Madonna ...

Italiani all'estero, a Bedford oltre mille persone in piazza contro ... Italiani all'estero, a Bedford oltre mille persone in piazza contro chiusura sportello consolare. Luigi Reale, esponente dell'Italia dei Valori nel Regno Unito: 'Il governo italiano sta usando la crisi economica come una foglia di fico, l'ufficio di ...

ITALIANI ALL'ESTERO - EMIGRAZIONE BELLUNESE IN BRASILE ...ITALIANI ALL'ESTERO - EMIGRAZIONE BELLUNESE IN BRASILE - CONCLUSO PROGETTO “RITORNO AL VENETO” ORGANIZZATO DALL'ASSOCIAZIONE BELLUNESI NEL MONDO. (2012-09-10). "Il gruppo di anziani oriundi veneti proveniente dal ...

Desenzano e L'Aquila, il filo della solidarietà  Il volume è una selezione di scritti e articoli di Goffredo Palmerini, pubblicati in Italia e all'estero, sulla realtà costituita dagli emigrati italiani d'ogni regione che nei cinque continenti rendono onore e prestigio al nostro Paese. Il volume ...

Italiani all'estero, 3 nuovi giovani dirigenti del MAIE Europa Gian Luigi Ferretti, coordinatore MAIE per l'Europa, non si ferma un attimo. La struttura europea del Movimento associativo degli italiani all'estero continua a crescere e a strutturarsi sempre meglio. Ecco qui di seguito tre nuove nomine all'interno ...

Italiani nel mondo, il bluff del voto all'estero – di Ricky Filosa  In Parlamento giacciono proposte di modifica del voto all'estero, ma nulla si muove. Gli eletti oltre confine appaiono impotenti e inascoltati come sempre, i partiti litigano sulla legge elettorale, e sono alte le probabilità che nel 2013 gli italiani ...

I cervelli del mattone provano la fuga all'estero  La brusca frenata delle operazioni in Italia e i continui tagli al personale spingono gli operatori a cercare di ricollocarsi all'estero. Emigrano i "vecchi" (non per età, ma per carriera) guru della finanza, ma anche gli italiani più giovani spinti a ...

Italiani all'estero, conclusosi ad Halifax il Weekend Italiano – di ...  Per settimane molti volontari sono indaffarati a cucinare e preparare il cibo che sarà servito a migliaia di persone durante la durata del Weekend Italiano.

Mina Cappussi è il nuovo commissario delle 'famiglie emigrate' Il Molise, terra di grande emigrazione, rappresenta un tassello importante in tale programma perché può far leva su un milione di persone, tra emigrati e oriundi, in grado di imprimere un giro di vite all'economia regionale. Mina Cappussi è una donna ....

L'altra Italia a Desenzano  L'incontro sarà un'occasione di riflessione sull'emigrazione italiana nel mondo, con gli stimoli offerti dal volume “L'Altra ITALIA”, l'ultimo libro di Goffredo Palmerini pubblicato da One Group Edizioni, già oggetto di numerosi incontri di ...

Italiani all'estero, con l'USEI in Parlamento per ottenere risultati – di ...Non credete alle chimere che vi propone qualche politico affarista, guardiamo ai fatti concreti: dal 2006 ad oggi i nostri eletti all'estero non hanno saputo ottenere nulla per noi italiani nel mondo. Dunque, mandiamoli a casa: cambiamo visione ...

ANCORA PROBLEMI PER I PENSIONATI INPS ALL'ESTERO   Purtroppo cambiano i governi, cambiano i ministri competenti, cambiano i dirigenti INPS ma non cambiano i comportamenti arroganti nei confronti dei pensionati italiani all'estero. Anzi, si ha l'impressione di un peggioramento, bontà loro! Dino Nardi ...

Italiani nel mondo, scomparso il sito del Cgie? ItaliaChiamaItalia ve ...  Alla faccia dell'attenzione che il Consiglio generale pretende di avere nei confronti degli italiani nel mondo. Il sito web del Consiglio generale degli italiani all'estero è stato ucciso per l'elevato costo di manutenzione: ossia il compenso a chi lo ...

 

                                                                                                                                                

Mina Cappussi è il nuovo Commissario Straordinario per il Molise dell'Associazione Italiana Tutela Emigrati e Famiglie,l' organizzazione che sostiene gli emigrati italiani e le loro famiglie fin dal 1977, anno in cui, il 14 novembre, fu costituita a Roma con lo scopo di provvedere all’assistenza morale, culturale e sociale dei lavoratori migranti, nonché della promozione della cultura italiana ed internazionale. “La nomina del Commissario Straordinario per il Molise sancisce l’avvio di una collaborazione fattiva per i progetti e le azioni che riguardano la Cultura italiana nel mondo e l’esportazione delle nostre produzioni........Il Molise, terra di grande emigrazione, rappresenta un tassello importante in tale programma perché può far leva su un milione di persone, tra emigrati e oriundi, in grado di imprimere un giro di vite all’economia regionale.  Sono convinto cheMina Cappussi sia la persona giusta per annettere il Molise nella rete delle Associazioni dedicate a chi ha lasciato la propria terra.

 

 

 
 
 

                                                                                                                                                                                                      

L' ITALIA E GLI ITALIANI 

 

 

                                                                                                                                                                           

 SOLO L'ARTE E GLI ARTISTI POTRANNO SALVARE L'ITALIA

 

Arte Italiana  Arte Italiana è uno spazio aperto a tutti i galleristi e artisti d'Italia che desiderano pubblicizzare gratuitamente le mostre da loro organizzate. Il blog è altresì un ... 

Italian art scene is in danger - La scena dell'arte italiana è un pianto ... The art scene is ready for the second part of the season. But the Italian scene looks tired and sad La scena italiana sembra trascinarsi in avanti senza.....

A Palazzo Chianini-Vincenzi la mostra 'Another vision of beauty'  A Palazzo Chianini-Vincenzi la mostra 'Another vision of beauty'. L'Assessorato alla Cultura del Comune di Arezzo promuove la giovane arte italiana nella propria sede storica, da anni atta a tale segmento dell'attività espositiva: Palazzo Chianini ...

PALERMO, 1° biennale internazionale - Archivio Arte Italiana  L'artista Orsolina Bugna riceve l'Attestato di ammissione per la 1° Biennale d'Arte Internazionale di Palermo che si svolgerà dal 10 gennaio al 3 febbraio 2013 ...

Full text of "Mostra d'arte contemporanea (40 anni d'arte Italiana ...  Full text of "Mostra d'arte contemporanea (40 anni d'arte Italiana): mostra degli artisti Siciliani, catalogo." arte contemporanea BIENNALE DI VENEZIA CIRCOLO ...

"Seduzioni del paesaggio": artisti tedeschi ed italiani al Parco ...  Gli artisti che patecipano alla mostra: Giuliano Pecelli (Trieste, Italia), Sibylle Burr (Uhingen, Germania), Silvana Czech (Berlin, Germania), Edith Eidner (Neulingen, Germania), Michael Elliott Flyn (Manchester, Jamaica), Marinella Perosa (Trieste ...

Sguardi sul Novecento  Il volume presenta una panoramica sull'arte italiana e internazionale del Novecento attraverso le opere di artisti selezionati alla luce dei gusti e delle tendenze del più illuminato collezionismo privato italiano. “Il collezionismo è passione, piacere ...

Arte in Alto Adige  27/9 Rothoblaas presenta The End of Silence di Matthew Herbert, progetto appositamente concepito dall'artista britannico per Transart. Martin Messier e Nicholas Bernier, musicisti e "bricoleur", invece presenteranno la prima italiana di "Sewing machine ...

Napoli: "Seduzioni del Paesaggio – la Natura" Artisti tedeschi ed ...Vittorio Guarrcino con la sua Nettuno di Forio è stato incaricato da Micoperi, multinazionale italiana leader del recupero e bonifica marina per un delicato intervento nell'Isola del Giglio per il dragaggio e la realizzazione delle infrastrutture ...

L'arte degli anni '30 una luce oltre il regime  «Assumere l'ottica degli anni Trenta, capire come i giornalisti, i critici di allora guardavano l'arte italiana». E come la guardavano? «Dividendola in centri artistici: Milano (legata all'Europa e a Parigi), Roma e il suo realismo magico e purista ...

 

 

GLI EVENTI NELLE REGIONI ITALIANE

 

EVENTI  NELLE REGIONI ITALIANE NEL MESE DI SETTEMBRE

 

EVENTI  NELLE REGIONI ITALIANE NEL MESE D'OTTOBRE

 

 
 

 

 


SEPT, 29TH,2012

650 EVENTS- 110 COUNTRIES CONFIRMED SO FAR !

Visit the BLOG 2012 to search the Sept. 29th, 2012 Event Locations Index by Country & City !

 

http://www.bigbridge.org/100thousanpoetsforchange

 

Invitiamo a partecipare alla

Maratona di Arte, Musica e Poesia

Organizzata da

Associazione Culturale Milanocosa

a cura di Adam Vaccaro

29 settembre 2012 - dalle ore 17 alle 20

------------------------------------------------

La manifestazione si svolgerà a:

ChiAmaMilano, Largo Corsia dei Servi 11

 

Con esposizione di opere di:

Maurizio Baldini, Donatella Bianchi, Daniela Dente, Fernanda Fedi, Gino Gini

 

Letture degli attori:

Roberto Carusi, Daniela Jannace e Francesco Orlando

 

Ed esecuzioni musicali del duo Poemus

 

Collaborazione all’organizzazione di:

Claudia Azzola, Luigi Cannillo, Laura Cantelmo,

Barbara Gabotto, Giacomo Guidetti, Giuliano Zosi  

  

                 Scoprite la Rivista on line                   

''Associazione Culturale Milanocosa ''
''Voci, intrecci, progetti per una cultura senza barriere''.

  

 
 RISPONDETE ALL'INCHIESTA
 
 
        
Yahoo! Small Business