COMUNICAZIONE MOLISANI  

                                                                                                                                                                                                             

                                                                                                      

                                                                                       
 
La Festa di Natale in Italia (Christmas in Italy)

La festa del Natale e' considerata, quasi in tutto il mondo, la festa piu' importante dell'anno. Viene celebrata il 25 dicembre e per il popolo cristiano si festeggia la nascita di Gesu' Cristo.  In realta' il Natale ha origini pagane. Ai tempi dell'antica Roma era il giorno dedicato all'adorazione del Dio Mitra, che rappresentava il Sole, ed era appunto legato al passaggio del sole. Successivamente intorno al IV-V secolo D.C., con il diffondersi del Cristianesimo, al culto di Mitra e' stato sostituito quello di Gesu' che anche per i Cristiani rappresenta la luce.

Ai nostri giorni quando si parla del Natale in realta' ci si riferisce ad un periodo di tempo che va dal 24 dicembre al 6 gennaio ed include appunto la Vigilia (24 dicembre), il Natale (25 dicembre), Santo Stefano (26 dicembre), Capodanno (31 dicembre sera - 1 gennaio) e la Befana o Epifania (6 gennaio), quest'ultima generalmente rappresentata da una simpatica vecchietta, che, nella notte tra il 5 ed il 6 gennaio, entra nelle case a cavallo di una scopa, porta regali e riempe di dolci la calza dei bambini buoni o di carbone quella dei piu' bricconcelli.

Durante il periodo che precede la festivita' vera e propria e' usanza fare il presepe ed addobbare l'albero. Il presepe e' appunto la riproduzione attraverso statuine della scena della nascita di Gesu', mentre l'albero e' un abete, vero o finto, adornato con palle e luci variamente colorati. Sempre per tradizione sia il presepe che l'albero vengono montati l'8 dicembre, giorno dell'Immacolata, e riposti per l'anno successivo la sera del 6 gennaio. Per le famiglie di tutto il mondo il Natale e' l'occasione per riunirsi, mangiare e scambiarsi regali in segno di reciproco affetto. Non fa eccezione la famiglia italiana il cui culto per la buona tavola durante questa festa si manifesta in tutta la sua grandezza, in una maratona mangereccia che ci vede impegnati ad assaporare ogni tipo di pietanza, dal dolce al salato, dal pesce alla carne, il tutto ovviamente in porzioni piu' che abbondanti.

I menu' possono essere svariati, con ricette tramandate e/o tipiche della regione di provenienza, a rivisitazioni o nuove "tendenze", influenzati da ingredienti tipici di altre parti del mondo.  Nel mio caso specifico, avendo un padre abruzzese ed una madre ischitana, vivendo ormai da 40 anni a Roma, i menu' delle feste sono un po' un misto di queste tre regioni.  Il cenone del 24 dicembre e' all'insegna del pesce. L'antipasto, fondamentale nei pranzi importanti italiani, puo' essere composto da tartine con pate' vari (tipo olive, carciofi, melanzane etc.), insalata di mare, carciofini ed altri vegetali sott'olio (nel migliore dei casi di produzione propria), pane tostato con burro ed acciughe, e chi piu' ne ha ne metta.

Il primo piatto puo' essere un risotto alla pescatora o un piatto di spaghetti alle vongole, a cui si aggiunge una zuppa di ceci di derivazione abruzzese.  Passando al secondo il frittomisto, l'orata e la spigola al forno con patate ed insalata, la fanno da padroni. Non mancano i fritti di verdure (carciofi, cavolfiori, zucchine) che invece sono tipici della tradizione romana.

Nel pranzo del 25 dicembre, quindi del giorno di Natale, e' consentito mangiare la carne. Il primo e' sostituito da una lasagna o dai cannelloni o ancora da un timballo di pasta, mentre il secondo vede l'arrivo di un bel piatto di arrosto misto o roast beef.  In entrambi i casi, per finire, formaggi vari quindi frutta, frutta secca e dolci in quantita', il tutto bagnato da buon vino, rosso o bianco, e fiumi di spumante, caffe' ed ammazzacaffe'.

Se il menu' puo' variare da regione a regione, cio' che sicuramente e' possibile trovare su tutte le tavole italiane sono il panettone, il pandoro ed il torrone.  Il panettone ed il pandoro sono i dolci natalizi per eccellenza. Il panettone, di provenienza lombarda, e' caratterizzato al suo interno da uvetta e frutta candita. Coloro i quali non amano questi ingredienti si affidano al pandoro, di provenienza veronese, dalla pasta soffice ed il colore dorato servito con una spolverata di zucchero a velo.  Il torrone, il piu' tipico dei dolci natalizi, e' disponibile al miele o al cioccolato con mandorle e pistacchi all'interno, si puo' trovare anche in versione mini, monodose, chiamato "Condorello", dall'omonima casa produttrice.  Concludendo, diffidate delle imitazioni ed attenzione!!! non tutto quello che viene propinato sui vari network dedicati al cibo e' made in italy come dicono, ma soltanto un surrogato della vera tradizione italiana.  Buone Feste a tuttiDal sito : http://www.lifeinitaly.com/culture/christmas-it.asp   By Rita

 
Le canzoni di Natale
 
L'atmosfera Natalizia è magica, specialmente quella della notte di Natale, i canti Natalizi e le musiche di Natale... Ai bambini piace cantare in compagnia le canzoni con testi Natalizi. Nella pagina che segue c'è una raccolta delle più famose canzoni per Natale, sono semplici ed orecchiabili e certamente sono i testi delle canzoni di Natale più facili da ricordare.
 

I racconti di Natale
 
Il Natale con le sue antiche tradizioni ci ha tramandato leggende e storie in grado di affascinare genitori e bambini. L'affascinante personaggio di Babbo Natale, della Befana, la nascita di Gesù, sono tutte tematiche oggetto di tradizioni, leggende e racconti popolari di Natale, spesso legati alla natura e al ciclo della vita.
 

EVENTI DI DICEMBRE IN ITALIA

 


QUESTO  RICETTARIO É PRECEDUTO DA UN AMPIA PRESENTAZIONE SULLA CULTURA  E TRADIZIONI MOLISANE.  CON QUESTO LIBRO L'AUTORE, FRANCO NICOLA, VUOL FARE CONOSCERE AI QUEBECCHESI LA NOSTRA REGIONE E PROMUOVERE COSI IL TURISMO VERSO IL MOLISE.  IL LIBRO É IN VENDITA PRESSO L'AUTORE AL COSTO DI 25  DOLLARI CANADESI, OPPURE ALLA LIBRERIA ITALIANA DI MONTREAL,COME PURE ALLA CASA D'ITALIA DI MONTREAL. POTETE RICHIEDERLO DIRETTAMENTE A QUESTO NUMERO 514.750. 8993; OPPURE A QUESTO INDIRIZZO : business@amicomol.com  

 


VIDEO: NATIVITÀ E BACH

 

                                                                                                                                                                                                            

IL NATALE NEL MOLISE

 


 

Il Presepe nel Molise In sito web Amicomol di Nicola Franco

 

I tempi moderni hanno introdotto nuove usanze nel Molise per la festa della Natività.  Tuttavia queste usanze, spesso frutto della consumazione, non sono riuscite a sradicare le antiche tradizioni molisane.
 Per i Molisani il Natale rimane sempre una festa religiosa e testimone della religiosità del nostro popolo é il Presepe.  Infatti, se torniamo indietro di qualche decennio, ricordiamo che tutte le Chiese Parrocchiali  o i conventi avevano il loro presepe; anzi, spesso, anche le famiglie festeggiavano la Natività del Cristo con la presenza del presepe in casa.  
Oggi, non solo il Presepe  rimane presente nel Molise, ma é diventato una testimonianza di fede che si manifesta un pó dappertutto nei Comuni Molisani attraverso la realizzazione del Presepe Vivente.  Tale manifestazione religiosa é stata ormai introdotta  dappertutto;
e per citare qualche esempio ricordo il Presepe Vivente di  Campobasso, Carovilli, Larino, Montenero di Bisaccia, Guardialfiera, Pesche, Macchiagodena, Venafro, Scapoli, Pietracatella, Petrella Tifernina, Agnone, Cercemaggiore  e di altri numerosi comuni.
 
Credo che a questo punto sia opportuno di ravvivare qualche elemento storico riguardante il Presepe.  É verso la fine del Duecento che apparvero le rappresentazioni artistiche della Natività.  Una famosa rappresentazione fu L'Oratorium preasepis  dello scultore Arnolfo di Cambio, conservata nella Basilica romana S. Maria Maggiore.  Successivamente, i Della Robbia scolpirono le famose formelle ammirate da tutti per la loro bellezza.  E arrivó poi, nel 1283, il primo presepe con personaggi, scolpito in legno per ordine del Papa Onorio IV.  Il successo di questo tipo di presepe, fatto con statue in legno policrome si diffuse rapidamente nel Cinquecento, non solo ad opera dei Francescani, ma anche ad opera dei vari Ordini Religiosi nati con la Controriforma (soprattutto i Gesuiti ed i Teatini) che li allestirono nelle loro chiese.   I personaggi del presepe aumentarono di numero e non furono più realizzati in legno ma in terracotta policroma.  Con il passare del tempo, anche la tecnica scenografica si perfezionó: allo sfondo dipinto fu sostituito un paesaggio a rilievo, con monti, torrenti, villaggi e greggi di animali ( pecore e capre).  Comparvero, accanto alla stalla ( o grotta) della Natività, altre scene che resero la rappresentazione più spettacolare ( oltre alle montagne ed ai villaggi nello sfondo, le stelle nel cielo, il torrente con il ponte,….) e vennero rappresentate delle scene di vita quotidiana, come la fontana ( dove le donne attingono l’acqua con le brocche), la taverna, piena di ogni genere di beni di consumo.
 
Ma il  primo Presepe vivente é dovuto a San Francesco d'Assisi.  Tommaso da Celano e San Bonaventura raccontano nella biografia di San Francesco che nella notte di Natale del 1223, San Francesco, dopo aver ottenuto il consenso del Papa, celebró il Natale nell'eremo di Greccio con la Santa Messa, mentre i pastori della regione accompagnarono la messa coi salmi.  Nei secoli successivi, e in particolare durante il periodo barocco, si diffuse il presepe mobile, i cui personaggi, non di grandi dimensioni, erano realizzati con manichini in legno, che venivano snodati ed indossavano ornamenti decorati ed a volte preziosi (abiti ricamati, visi in porcellana, parrucche, occhi di vetro…). Questo tipo di presepe veniva allestito ogni anno, prima del Natale e smontato dopo l’Epifania (anche per la candelora, che segnava l’inizio della Quaresima).

Durante il XVIImo e XVIIImo secolo il presepe non sarà più allestito solo nelle Chiese, ma anche nelle case dei nobili e dei borghesi che faranno a gara nel creare quello più ricco e bello.   Il presepe diventó dimostrazione del prestigio e della ricchezza della propria casata o famiglia ed  aperto al pubblico, in modo che tutti  potetessero ammirarlo.  Solo nell’Ottocento il presepe entró nelle case del popolo, soprattutto nelle Regioni in cui maggiore è la tradizione (non solo al Sud, come la Campania, la Sicilia, la Puglia, ma anche al Nord, come in Liguria ed in Toscana).In sito web Amicomol di Nicola Franco

L'ancia sannita a Natale: zampogna e ciaramella di Montefalcone Nel Sannio


La tradizione e la cultura presepiale attraverso la sua storia ...
Il Presepe popolare nel quale l'ambientazione è liberamente scelta dal ...
Abruzzo,Molise, Sicilia ed una presenza di oltre 15.000 visitatori ad edizione. ...
 

Natale in Molise 2012  Molise Le feste principali organizzate per il giorno di Natale in Molise. Feste in discoteca, nei locali o nelle piazze, giochi pirotecnici, fuochi d'artificio e veglioni e cenoni ...

Molise - La Magia del Natale - Il grande sito dedicato al Natale in Italia TRADIZIONI DI NATALE NEL MOLISE. Il Molise è terra di zampogne e di zampognari. È un importante simbolo etnico, un emblema presente in vari aspetti della ...

Natale nel Borgo Termoli _ Natale nel Borgo... sabato 8 e domenica 23 dicembre. ... Borgo Antico di Termoli e la Coldiretti Molise, con la piena disponibilità ed ...

I Cori di Natale in anteprima questa sera alla chiesa Valdese Termoli 

I Cori di Natale in anteprima questa sera alla chiesa Valdese ... riscosso lo scorso anno dal Coro dell'Università del Molise, organizzato dal ...

Si accende la 'Ndocciata di Agnone  Agnone, borgo del'Alto Molise, che si prepara a riaccendere la 'Ndocciata, ... Riconosciuta nel 2011 come Patrimonio d'Italia per la tradizione dal ... in forma minore la 'Ndocciata si ripete anche la sera della vigilia di Natale... 

Presepi & Misteri 2012 a Campobasso  Campobasso Con il Patrocinio della Regione Molise, Provincia di Campobasso, Comune di ... Un'occasione unica per vivere l'emozione del Natale attraverso la ... che sfilano ogni anno per le vie della città nel giorno del Corpus Domini...

Presepi viventi in Molise: Natale a Montenero, Guardialfiera e Larino ...   Montenero Il presepe vivente di Montenero di Bisaccia è arrivato quest'anno alla 26esima edizione ed è realizzato ...

Mercatini di Natale in Molise Presepi Molise Presepi Viventi   Molise Mercatini di Natale in Molise - presepi viventi in Molise - mercatini di Natale in Campobasso - presepi viventi in Campobasso - mercatini di Natale in Isernia ...

Mercatini di Natale nel Molise - Natale in Beauty  Molise  i mercatini di Natale che si svolgono nel Molise. Le date, gli eventi e le offerte delle Beauty Farm e dei Centri Benessere più vicini...

                                                                                

                  I GIORNALI MOLISANI ON LINE

 Il Giornale del Molise  //  Primonumero  //  Termoli Online // XX Regione //

 Altro Molise // Prima Pagina Molise //  Echo del Molise  // Molise

Dintorni // Molisando  //  Molisenews //  Futuro Molise //  Primopiano Molise //  IL Foglio Volante  //  La Fonte  // Café Molise  //  Nuovo Molise  // Molisenews.net // Il Quotidiano del Molise // Un mondo d'Italiani  // 

 Il Bene Comune //  MyNews // Notizie Locali // Molise Eventi // InformaMolise //

    
  

 

 

                                                                                                                                                                                                           

IL NATALE IN ABRUZZO

 

 

LE FESTE NATALIZIE IN ABRUZZO
 
Le feste natalizie rivestono in Abruzzo una solennità eccezionale. L'atmosfera del Natale, le sue luci, i suoi colori ci riportano alle vecchie tradizioni e agli antichi costumi, alcuni dei quali si mantengono integri e vivi a dispetto di qualsiasi innovazione. Nei giorni che precedono il Natale si rivedono gli zampognari che scendono dal Gran Sasso e dalla Majella, essi vanno in coppia in quanto uno suona la zampogna propriamente detta, mentre l'altro con il piffero o "scopina", è incaricato a fare la parte del canto. Nel pomeriggio dell'antivigilia di Natale la "Squilla" di Lanciano comincia a suonare per ricordare il viaggio della Madonna a Betlemme e per annunciare a tutti il Natale.   A rendere vivo l'ambiente natalizio ci sono i tanti "presepi viventi" allestiti in vari paesi della nostra regione. Sicuramente il primo e più famoso "presepe vivente" d'Abruzzo è quello che ha luogo a Rivisondoli il 5 gennaio, rappresentato nel magnifico scenario montano con la partecipazione e collaborazione di tutta la popolazione. Altro coinvolgente "presepe vivente", di grande contenuto mistico, è quello di Cerqueto di Fano Adriano. Particolarmente suggestivo è il presepe che viene allestito all'interno delle Grotte di Stiffe, in uno scenario sicuramente originale e dal grande impatto visivo. Tra le tante tradizioni natalizie non possiamo non ricordare quella del ceppo o "tecchje", come è chiamato in dialetto. Questo è il tronco dell'albero che nel momento in cui viene fatta la provvista della legna, viene subito messo da parte per usarlo la notte di Natale. Nell' accensione del ceppo si fondono due elementi propiziatori: il valore del fuoco, immagine del sole, e il simbolico consumarsi del tronco, del vecchio anno con tutto ciò che di male vi si era accumulato. In alcuni paesi, come a Torricella Peligna, si usa invece bruciare nelle stanze il ginepro per devozione contro il male. La parte gastronomica delle tradizioni natalizie abruzzesi varia con il variare dei paesi. In alcuni di questi viene applicata l'usanza pagana secondo la quale la sera della vigilia si mangiano ben nove portate. Altri paesi, invece, adottano il rito ecclesiastico ed allora si mangia di magro ricorrendo ai maccheroni con le alici, ai broccoloni, ai cavoli, alla zuppa di ceci o di fagioli. A Natale in tutte le case d'Abruzzo si confezionano i dolci tradizionali natalizi e ogni paese ha la sua specialità: i caggionetti e pepatelli nel teramano, i taralli nel chietino, le ciambelle nell'aquilano, li "cuperchiole" a Popoli e via dicendo. Da:Conoscere l'Abruzzo 
 

                                                   

                                             
                                               

I GIORNALI ABRUZZESI ON LINE 

 

''Il Giornale d'Abruzzo'' //  ''Prima da Noi'' //  ''Il CentroPescara'' // 

 ''L'Opinionista''  //  Giornale Abruzzo  //  '' Pagine Abruzzo''  //  

 Giulianovanews  //   '' Abruzzo24ore ''  // ''  InAbruzzo '' // '' Il Capoluogo ''

 //  '' Notizie di Zona '' //   ''Abruzpopolare''//  Terra d'Abruzzo  // 

 

 COME SI FESTEGGIA NATALE IN ABRUZZO                   

Regione Abruzzo - Avviso - Natale in Abruzzo Le feste natalizie rivestono in Abruzzo una solennità eccezionale. L'atmosfera del Natale, le sue luci, i suoi colori ci riportano alle vecchie tradizioni e agli antichi ...

Il Natale in Abruzzo | Il nostro Abruzzo Mancano ormai solo 25 giorni al Natale e nelle strade, nei negozi e nei centri commerciali, già si percepisce bene la magica atmosfera di ...

Mercatini di Natale in Abruzzo Presepi Abruzzo Presepi Viventi ... Abruzzo  presepi viventi in Chieti - mercatini di Natale in L'Aquila - presepi ....

Le antiche sonorità dell'Abruzzo pastorale - Zampognari a Moscufo  l'inizio della novena in preparazione del Natale, a trenta giorni dalla ... Resta il fatto che Berlioz non dimenticò l'Abruzzo, cui dedicò una ...

Abruzzo tradizioni natalizie Regione Abruzzo Le tradizioni abruzzesi sono molte, soprattutto quelle cristiane e legate ai festeggiamenti del Natale. Frequentemente coinvolgono l'accensione ...

natale d'abruzzo tutti gli appuntamenti tra feste - PrimaDaNoi.it ABRUZZO. Tante iniziative in giro per la regione: concerti gospel, tombola, veglioni, piste di pattinaggio. GUARDIAGRELE Balli, spettacolo, artigianato, convegni ...

Francavilla al Mare. Il calendario manifestazioni natalizie FRANCAVILLA AL MARECultura, solidarietà, divertimento, sport, tradizione, musiche e colori. Un calendario delle manifestazione natalizie ...

L'AQUILA: TORNA LA TRADIZIONE DELLA ''CANTATA DI NATALE'' AQUILA Come da tradizione, ormai da ben 29 anni consecutivi, torna la Cantata di Natale a L'Aquila, un momento condiviso da tanti cori ...

Tradizioni abruzzesi nella notte di Natale | Tradizioni di Natale Regione Abruzzo Tradizioni abruzzesi. Pescara .Un tempo, nelle case delle località di montagna, nella notte di Natale si usava lasciare la tavola imbandita...

Eventi e Manifestazioni in Abruzzo: Fiere, Sagre, Concerti...Abruzzo: La magica atmosfera del Natale dal 04 al 08 dicembre 2012 a Notaresco (TE); Mercato ...

Mercatini di Natale in Abruzzo Abruzzo  dedicate ai mercatini di Natale in Abruzzo. Informazioni sulle manifestazioni natalizie, feste e prenotazione alberghi in Abruzzo...

Il pranzo di Natale - Pagine D'Abruzzo Regione Abruzzo Minestra natalizia di cardi. Ricetta per rigaglie di pollo e tacchino. Ricetta per zuppa imperiale. Tacchinella alla canzanese. Lu rintrocilo. Calgionetti fritti di ...

http://www.regioni-italiane.com/mercatini-natale-Abruzzo.htm

Anche in Abruzzo da qualche anno a questa parte i Mercatini di Natale animano tutto il periodo delle festività Natalizie in diverse località.           


                                                                                

EVENTI IN TEMPO DI NATALE E CAPODANNO IN ABRUZZO

castelli "di natale" ed.2012-2013 castelli -(tr) // eventi natalizi a sulmona  

mercatino delle strenne a castellalto (te) // mercatino di natale a guardia vomano(te) 

mercatino di natale,val vomano di penna s.andrea (te) // natale 2012 a corropoli (te)

presepe vivente 2012/ pacentro (aq) // "il ballo della pupa"/ lama dei peligni (ch)

 "living the gospel" concerto di s. stefano - lanciano (ch) // capodanno a teramo  

 capodanno da fiaba,rocca calas cio (aq) // concerto di capodanno - lanciano (ch) 

concerto di natale 2012 // natale 2012 ad alba adriatica (te)    

 natale nel borgo 2012 // spoltore (pe) // stagione concertistica della camerata musicale,slna

babbo in natale in cielo -pescara  //  fuoco di natale- ed.2012 nerito di crognaleto (te)

mercatino di natale - citta' s.angelo (pe) // natale 2012 a citta' s.angelo (pe)

natale a fonte cerreto - assergi (aq) //quattro passi in citta', visite guidate sotto l'albero

natale e dintorni 2012 - caramanico (pe) // la notte dei faugni - ed. 2012 atri (teramo)

mercatino di natale - chieti  //  mercatino di natale,vacri (ch)

mercatino di natale 2012 - avezzano (aq)  // "come a betlem" il presepe vivente di pianola,(aq)  

    
         

"la nativita' presepe vivente,.2013,colonnella (te)  //  "natale e tradizione, concorso mostra di presepi

13° presepe vivente - villalfonsina (ch) // 14° presepio vivente - vasto

18° presepe vivente - francavilla al mare (ch)  //  22 rassegna presepi artistici - lanciano

36° presepe vivente- s.eusanio del sangro (ch) // 7° presepe vivente - perano(ch)

il presepe nelle grotte di stiffe - aq  //  la nativita', castel frentano (ch)

presepe "genti della laga", 2012 torricella (te)  //  presepe artistico "gli amici di maria"colledoro)

presepe artistico - montorio al vomano (teramo)  //  presepe artistico in legno - sulmona (aq)

presepe monumentale di castelli, (te)  // presepe subacqueo nel lago di s. domenico, (aq)

presepe vivente 2012 - pereto- (aq) //  presepe vivente - brecciarola di chieti

presepe vivente - villamagna (ch) // presepe vivente a camarda (aq)

presepe vivente a forme - massa d'albe (aq)  // presepe vivente cerqueto di fano adriano.2012(te)

presepe vivente di cavuccio - (tr)  //  presepe vivente,montepagano,roseto degli abruzzi,(te)

presepe vivente giulianova ed. 2012 (tr)  //  rappresentazione della nativita', fara san martino

presepe vivente nel borgo - miano (te)   //   presepi artistici - pacentro (aq)

xiv presepe vivente - villa rossi di castelli (te)  //  xxvi presepe vivente - lanciano  

 i catozze",opi (aq) la squilla - lanciano // la tomba -pescasseroli  

presepe vivente, rivisondoli (aq) // la farchia di tufillo (ch) // capodanno 2012,corropoli (te)

 

Nel periodo natalizio vengono organizzate in Abruzzo diverse feste e concerti, nei locali ma anche in famiglia, vi è infatti la voglia di stare insieme, trascorrere il tempo a cena mangiando il pandoro e il panettone, cercando di passare davvero un buon Natale, in attesa dell'arrivo di Babbo Natale in Abruzzo.

Ricette Abruzzesi, Ricette Abruzzo



                                                                                                                                                                                                           

  COMUNICAZIONE MOLISANI

     PRESENTA L'ULTIMA COMUNICAZIONE !

    (2000-2012)  

 

Il mio contributo al Molise

 

Dodici anni fa germoglio' in me l'idea di fare conoscere il Molise.  L'idea sorse proprio in un momento opportuno, poiché m'incamminavo sul sentiero della pensione o della libertà.  L'idea divenne una passione.  Conoscendo poco la Regione che lasciai giovane,

m'inoltrai in tutti i sentieri della ricerca per conoscerla. 

 

Ricordo che le prime pagine della newsletter che chiamai semplicemente ''Comunicazione Molisani'', erano molto modeste, sia per la presentazione che per il contenuto.  Ma poi, man mano, le scoperte mi permisero di presentare un menu sempre più solido.

 

I Molisani m'incoraggarono coi loro apprezzamenti e continuai, dunque, le ricerche a mia soddisfazione e a quella dei lettori. I lettori all'estero furono coloro che apprezzarono di più il mio lavoro, poiché vi ritrovarono un punto d'ancoraggio e la scoperta o la riscoperta della loro terra.

 

Ho scritto sul Molise migliaia di pagine che avrete l'occasione di rileggere sul web, anche se oggi Comunicazione Molisani chiude le porte.

 

Questo è stato il mio modesto contributo al Molise e ne son fiero.  Altri molisani di talento, numerosi  in Regione o fuori Regione, continueranno questo lavoro per promuovere i valori culturali della nostra terra. Un saluto cordiale a voi tutti !

Nicola Franco

 

 

                                                                  

TUTTA LA CULTURA INFORMATICA DI

NICOLA FRANCO LA TROVERETE SU PEARLTREES

    
     

 

                                                                                                                                   

  RINGRAZIO I COLLABORATORI DI

COMUNICAZIONE MOLISANI

 


 

Un vivissimo ringraziamento ai Molisani che hanno collaborato durante dodici anni alla pagina ''Comunicazione Molisani'', tra cui : Adam Vaccaro, Nicola Picchione, Enzo Colledanchise, Gianni Spallone, Stefano Vannozzi, Michael Santhers, I Membri del giornale online La Fonte, Umberto

 di Genova, Alda Viero, Matteo Fiorito, Nicola Lalli, Giuseppe Ruffo, i Membri di ''Le Forche Caudine'', Pietro La Barbera, Anna Di Nardo Ruffo, Mina Cappussi, Nuovo Molise, Altro Molise, Futuro Molise, la rivista Itinerari e Ida di Ianni, Ugo d' Hugo, Oscar di Lena, Fausta Samaritani, ognuno permettendo ai Molisani di VIVERE IL MOLISE .

 

Un cordiale saluto ai numerosi lettori Molisani di Comunicazione Molisani residenti in : Molise, Italia, Francia, Svizzera, Germania, Inghilterra, Irlanda, Grecia, Argentina, Brasile, Venezuela, Uraguay, Stati Uniti d'America e Canada