Beaches Resorts -- The Ultimate All-Inclusive Cari

 

                                                                                                                                                                                                   

COMUNICAZIONE MOLISANI

  .

 

Da leggere questa settimana su questa pagina

 

Rivisitiamo il Passato

Giuseppe Ruffo : La 2ª Guerra Mondiale in alcune contrade del Molise

 

Abruzzo e Molise

Oggi il Molise

Ministero del Lavoro :  Le politiche di reimpiego nel Molise

 Franco Nicola : Società e Cultura

Dal web : Proverbi Molisani

 

Oggi L'Abruzzo 

Francesca Rapposelli : Eventi in tempo di Quaresima

 Franco Nicola : Società e Cultura, notizie

 

L'Angolo dell'emigrato

Istituto Tec. Scalcerle : L'Emigrazione e i bambini nel '900

Franco Nicola : I Nostri nel Mondo, notizie 

 

L'Italia e gl'Italiani

L'Italia oggi

Terra di Mezzo : Crisi economica, Signoraggio

Franco Nicola : società e cultura, notizie 

 

 

                                                                                                                                                                                                   

Rivisitiamo il Passato

 

La Seconda guerra Mondiale in alcune contrade del Molise

    (Scuola Elementare ''San Marco''-Cercemaggiore)

 

 

Noi alunni della classe 5ª della Scuola Elementare ''San Marco'' di Cercemaggiore, abbiamo accolto volentieri l'invito del ''Consolato Regionale del Molise della Federazione Maestri del Lavoro'', di partecipare al concorso sulla 2ª Guerra Mondiale.  A tal fine abbiamo preparato un questionario per conoscere le esperuienze e i ricordi delle persone vissute in tale periodo e che sono ancora presenti nelle nostre contrade.  Dalle risposte ottenute abbiamo ricavato le informazioni che seguono.

 

I Tedeschi

I Tedeschi quando sono arrivati nell'autunno del '43, non hanno avuto fissa dimora perché erano inseguiti dagli americani.   Hanno sostato nella contrada ''Quartarella'', proprio nei pressi del nosatro edificio scolastico, per poco tempo.  Quando sono andati via, hanno saccheggiato tutto quello che hanno trovato : maiali, pecore, polli.......  Se trovavano del pane lo prendevano e cosí, le povere famiglie, per non farsi derubare del poco cibo che possedevano, arrivarono a sotterrarlo.  Una nonna ci ha racconatato che una volta hanno cacciato di casa un suo zio e hanno mangiato tutto quello che erano riusciti a trovare.  Non solo, ma lo zio era stato costretto a lasciare la sua casa ed era andato ad abitare da alcuni suoi parenti.

 

La stessa nonna ricorda di aver preso con sé la figlia ed essere fuggita in un posto più sicuro, tanta era la paura!  Ad un'altra nonna, che all'epoca aveva dieci anni, è rimasto impresso il fatto che i tedeschi andavano a casa sua e parlavano con suo padre, il quale conosceva un pó la loro lingua.  Una donna è stata derubata del pane, di una lampada e l'ultimo giorno di permanenza hanno sparato ad un'oca di sua proprietà alcuni colpi, ma per fortuna, non l'hanno colpita.  Molti ricordano i carri armati che andavano nel bosco e gli aerei che sfrecciavano.  Una signora, mentre portava da mangiare agli animali, è stata sfiorata da una scheggia, prodotta dall'esplosione di una bomba.  .... Il tenore di vita era decisamente misero.  C'era la ''tessera'' in cui era indicata la quantità di viveri e di altri beni  di prima necessità, sempre molto scarsa, che una persona poteva acquistare.  Certa merce si trovava solo al ''mercato nero'' e qualcuno vi faceva ricorso.  Molte famiglie, nel '41, hanno consegnato oggetti di rame e d'oro alla Patria, ma più di qualcuno è riuscito a nascondere ''tine'' ed altri utensili.....

 

Soccorso ad un soldato

.... Nonna Cristina, che all'epoca aveva diciotto anni, stava lavorando nei campi, in Contrada Castagna, quando udí un forte sparo e vide un paracaduto atterrare non molto lontano dal posto in cui lei si trovava.  Suo padre prese il cavallo e andó à vedere cosa era successo.  Un aereo amricano era stato abattuto dai tedeschi e il pilota, caduto sui rovi, era ferito.  Senza perdere tempo lo caricó sul cavallo e lo portó nell'accampamento a ''Fonte la Noce''.  Il capitano, molto contento, lo ringrazió e gli regaló  scatolette di carne e sigarette.  Intanto al gente era accorsa in Contrada Castagna e le donne ricuperarona la tela  del paracaduto con cui confezionarono vestiti.  ............

 

...... Na scarpa e nù zampitte

Nonna Maria Vittoria ci ha raccontato che, nell'autunno del '43, all'arrivo degli Americani nella contrada ''di Piana Altare'', un soldato aveva il piede fasciato per una ferita da arma da fuoco e non poteva calzare la scarpa.   Il padre di nonna Maria Vittoria, per permettergli di camminare meglio, gli preparó un ''zampitt'' (e) con le gomme delle motociclette.  Il soldato americano lo calzó volentieri e, contento, cominció a ripetere in dialetto cercese: 

-tenche na scarpa e nù zampitte...

-tenche na scapa e nù zampitte...

 

Una duplice disgrazia

Un giorno del '44, due ragazzi di Cercemaggiore, Pietro e Giovanni, erano con il gregge al pascolo nei pressi di Quartarella.  Durante il tragitto trovarono un ordigno bellico e lo raccolsero.  Nonostante la nonna di uno di loro li avesse avvertiti della pericolosità di quell'oggetto, i due ragazzi, incuriositi, continuarono a giocarci.  Poco dopo si udí un forte scoppio e grida disperate : mamma, mamma !  Purtroppo era successa una disgrazia terribile.  A Giovanni saltó un braccio, e, dopo una lunga degenza in ospedale, morí.  Il corpo di Pietro, invece, saltó a pezzi in aria.  Sua madre ebbe la forza di raccogliere le membra, di avvolgerle pietosamente in un lenzuolo e di portarle in casa.  La gente accorsa, oltre alla strazio dei genitori, parenti e conoscenti, avvertiva anche odere di bruciato.   .......              

Alunni 5ª classe ''San Marco'', Cercemaggiore. Dal libro di Giuseppe Ruffo ''Le storie diventano Storia'', 2005

 
 



                                                                                                                                                                                                   

Abruzzo e Molise

Le politiche di reimpiego nel Molise

(Dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali)

La Regione Molise in sinergia con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, nell’ambito dell’Azione di Sistema Welfare to Work per le politiche di reimpiego, ha elaborato, con l’assistenza tecnica di Italia Lavoro S.p.A., il progetto esecutivo dell’Azione in cui sono individuate le caratteristiche degli interventi che si intendono realizzare sul territorio regionale.

Tali interventi sono in linea con gli impegni assunti in base all’Accordo Stato-Regioni del 12 febbraio 2009 e all’Accordo tra Regione Molise e Ministero del Lavoro sottoscritto in data 16 aprile 2009 per la concessione degli ammortizzatori sociali in deroga.  

Il progetto esecutivo  regionale ha lo scopo di supportare:

  • la messa a sistema di politiche e servizi di welfare to work, rivolti a lavoratori espulsi o a rischio di espulsione dal sistema produttivo a seguito di crisi aziendali e/o occupazionali verificatesi nel territorio regionale;
  • il miglioramento dei servizi di reimpiego nella Regione Molise rivolti a inoccupati di lunga durata e disoccupati di lunga durata, con priorità per i giovani, le donne e gli over 50enni.  

I destinatari dell’azione sono lavoratori percettori di sostegni al reddito, espulsi o a rischio di espulsione dal sistema produttivo:

  • 1.500 lavoratori percettori di ammortizzatori sociali in deroga alla normativa;
  • 1.000 lavoratori in Mobilità indennizzata;
  • 400 lavoratori in CIGS per fallimento e/o cessazione di attività.

Altra categoria è rappresentata dai lavoratori inoccupati e/o disoccupati di lunga durata, in particolare:

  • 300 ex Co.Co.Co.- P.A., Co.Pro. ;
  • 100 ex Lavoratori autonomi; 
  • 500 giovani inoccupati; 
  • 200 donne in reinserimento.  

Le azioni di politica attiva previste dal progetto esecutivo regionale nei confronti dei lavoratori sono sostenute da specifici incentivi. In particolare, sono previste le seguenti tipologie di contributi all’inserimento:

bonus assunzionali rivolti alle aziende che hanno assunto i lavoratori target e/o sostegni al reddito mirati a sostenere il lavoratore non percettore di alcuna indennità o sussidio legato allo stato di disoccupazione nel suo percorso di reinserimento; 

risorse per percorsi formativi strettamente collegati al percorso di politica attiva del lavoratore.  

Contatti :
Per la Provincia di Campobasso
Operatore territoriale Anna Molle
e-mail:
amolle@italialavoro.it   

Operatore territoriale Leonardina Cardellicchio
e-mail:
lcardellicchio@italialavoro.it   

Per la Provincia di Isernia
Operatore territoriale Giacomo Iannella
e-mail:
giannella@italialavoro.it 

 

Tutto ció che vuoi sapere sul Molise !

 

                                                                                                                                                                                            

 
                   

                                                                                               

Società
Molise Province, in arrivo la rivoluzione  C'è crisi, c'è grossa crisi: il Governo ha deciso e ha trovato l'appoggio dei partiti che lo sostengono. Non ci sarà abolizione ma non ci saranno più elezioni dirette. Così le Province saranno svuotate del loro potere politico e diventeranno un ente a elezione di secondo grado. I consiglieri dei Comuni eleggeranno in via diretta i nuovi membri provinciali cui spetterà poi decidere chi sarà il Presidente.La democrazia subisce l'ennesimo colpo. Che senso ha avere un ente siffatto se i cittadini non avranno più controllo su di esso

Campobasso Molise, condannato il governatore Iorio "Favorì suo figlio ...Una pena che potrebbe riportare la regione al voto di GIUSEPPE CAPORALE Il governatore del Molise, Michele Iorio, è stato condannato per aver favorito il figlio e ora rischia di decadere, a pochi mesi dalla sua terza rielezione alla guida della Regione ...

Campobasso Molise: condannato governatore Iorio per abuso d'ufficio  Con l'accusa di abuso di ufficio, Michele Iorio, governatore del Molise, è stato condannato ad un anno e sei mesi. La sentenza è stata emessa nella serata di ieri dal tribunale di Campobasso, al termine del processo per la ...

Molise economia: Moody's declassa la Regione Molise L'agenzia di rating Moody's ha declassato, assieme all'Italia ea diversi enti locali, la Regione Molise, arrivata in posizione ''Baa2-'', perdendo, tra il 2009 e il 2012, tre posizioni, contro le quattro perse dal Paese.

Termoli Monaco presenta mozione per ridurre stipendi a dirigenti regionali. "Costano troppo" La riduzione dei costi della politica sembra essere uno degli argomenti più scottanti degli ultimi mesi. Seppur con qualche riluttanza, anch...

Molise Disagi in treno e tagli al personale Insorgono anche i sindacati «L'ostinata volontà di bloccare le assunzioni, attingendo, occasionalmente dal personale delle regioni limitrofe –spiega il segretario generale Filt Cgil Molise –, se associata con i dati sui ritardi dei treni, con l'anzianità dei mezzi usati, ...

Campobasso  L'Acem denuncia lo Stato: si fa usura sulle imprese  L'Associazione costruttori edili del Molise ha inoltrato una nota al Presidente del Consiglio dei Ministri Mario Monti, nella quale ha denunciato come il mancato pagamento agli appaltatori da parte della Pubblica Amministrazione ...

Molise Si è conclusa con grande successo la prima "Giornata della ...Il tema della mobilità giovanile è stato declinato a favore degli universitari da Gabriella Stefania Scippa - referente dell'Università degli Studi del Molise, mentre l'USR Molise attraverso Oronza Perniola ha sottolineato quanto sia importante ...

Termoli-Molise  Termoli e il Molise in promozione a Londra: incontri con ...  Con una folta delegazione di rappresentanze anglo-italiane è stata creata l'occasione di un incontro presso l'Italian Cultural Institute, alla presenza di ristoratori, artisti e cittadini per proiettare e far conoscere loro le peculiarità del Molise ...

 

           

 
Boiano  COMIKESK. Il mago della Maiella contro la iella! Domani domenica 26 febbraio al teatro Comunale di Bojano alle ore 19.00 ci sarà un esilarante spettacolo COMIKESK dell’attore Domenico Lannutti.
Molise  Unioncamere: Le risorse del Molise – Il Capitale Umano
Unioncamere del Molise ha ritenuto di dare seguito al Rapporto sullo “Scenario economico regionale - 2011” promuovendo la redazione di due ulteriori studi di ...
Roma  Siete invitati per il pomeriggio molisano di sabato 3 marzo 2012 a Roma, nella prestigiosa Sala di Liegro della Provincia. Presenteremo il libro di Carmine Berardo (originario di Duronia) e ascolteremo il coro "I novelli cantori" di Roma, di cui fanno parte alcune persone d'origine molisana. Giampiero Castellotti (presidente)
Termoli Questa sera selezione dei corti per il Kimera Film Festivale 2012 Primo mese in compagnia delle selezioni dei cortometraggi del Kimera Film Festival 2012. Grazie alla collaborazione della Pro Loco e del Co..

Roma  Pomeriggio molisano a Palazzo Valentini  Sabato 3 marzo, dalle ore 16, presso la Sala Di Liegro di Palazzo Valentini (via IV Novembre 119/a, sede della Provincia di Roma), si svolgerà un pomeriggio molisano promosso dall’associazione "Forche Caudine", lo storico circolo dei [...]

Boiano EVENTI – “COMIKESK”, lo spettacolo di Domenico Lannutti di scena domenica 26 Febbraio 2012 al Teatro Comunale di Bojano  La stagione teatrale di Bojano prosegue Domenica 26 Febbraio alle ore 19.00 con il caleidoscopico spettacolo ... 

Campobasso Si è conclusa con grande successo la prima Giornata della mobilita internazionale giovanile  Il presidente della Provincia di Campobasso Rosario De Matteis comunica che questa mattina ha avuto luogo con successo la prima "Giornata della mobilita’ internazionale giovanile" presso la Sala della Costituzione dell’ente.Alla presenza di più di 300 giovani tra diplomati, [...]

Capracotta 1961 2011. Cinquant anni di pezzata”, se ne parla oggi nel convegno organizzato dal Sindaco e dal Sindaco Antonio Monaco con il comune di Capracotta in collaborazione con la Pro loco L’Assessore Regionale alle Attività produttive e al Turismo, Michele Scasserra, parteciperà domani a Capracotta al convegno "1961 – 2011. Cinquant’anni di pezzata" organizzato dal Sindaco Antonio Monaco con il comune di Capracotta in collaborazione con la Pro loco. [...]

Abruzzo-Molise Precarietà e crescita in Abruzzo e Molise, se ne parla a Sulmona oggi il convegno organizzato dalla Conferenza Episcopale Abruzzese- Molisana (CEAM) Il Coordinamento Regionale degli Uffici Diocesani di Pastorale Sociale (PSL) e la Caritas Regionale(vedi: http://www.caritasabruzzomolise.it/), per conto della Conferenza Episcopale Abruzzese-Molisana (CEAM), organizzano il convegno "Precarietà e crescita in Abruzzo e Molise", che si terrà a Sulmona domani  25 febbraio 2012 [...]

 

 Tutto ció che vuoi sapere sul Passato del Molise.

                                                                                      


 


                                                                                                                                            

 

Proverbi Molisani

 

Ru cielle ze vede a ru nide.
L'uccello si vede dal nido.

 

Dimme a chi sci figlie ca te diche a chi te ressumiglie.
Dimmi di chi sei figlio che ti dico a chi assomigli.

 

Casa de mugliera, casa de galera.
Casa dove comanda la moglie è come la prigione.

 

Né u spiziale né u duttore po' guarì u mal'd'amore.
Né il farmacista né il dottore può guarire il male d'amore.

 

Sant'Antonie de Jennare, mìtte pane a li massari.
Sant'Antonio di Gennaio, metti il pane ai massari.

                                                                                                                                        

 

 Quanne 'ntrona de jennare, s'arrègnene le granare.
Quando tuona di Gennaio, si riempiono i granai. 

 

Pìgliete chi cunusce e màgnete pene rusce.
Sosati con chi conosci e mangia pizza di granturco.

 

Pane e casce, nen ze rìcene i fatte de la casa.
Pane e formaggio non si dicono i fatti della casa.

 

Maje assutte, pane pe tutte.
Maggio asciutto, pane per tutti.

 

La moglie è mieze pane.
La moglie è mezzo pane
.

 

Dal web Pensieri-Parole

 

 

 

 

 

Quaresima, eventi per riscoprire le tradizioni abruzzesi e attrarre turisti

Potrebbe interessarti: http://www.chietitoday.it/cronaca/quaresima-eventi-riscoperta-tradizioni.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/ChietiToday/252983314738998
di Francesca Rapposelli

Un progetto di marketing turistico per valorizzare le tradizioni della quaresima e per esaltare i riti della Settimana Santa teatina. L'evento, promosso dall'amministrazione comunale, si intitola "Non di solo pane vivrà l'uomo" e stamani è stato presentanto in una conferenza stampa dal sindaco, Umberto Di Primio.

Protagonisti saranno cinque ristoranti della città, dove nel periodo precedente alla Pasqua, il mercoledì e il sabato, saranno organizzate serate in cui far conoscere le ricchezze alimentari del territorio. Durante ogni evento saranno letti brani e suonati intermezzi musicali ispirati ai temi scelti per ogni serata: i riti quaresimali e le tradizioni abruzzesi legate al periodo che precede la Pasqua.
Le attività saranno gestite dall'Ufficio cultura e manifestazioni del Comune, in collaborazione con il gruppo Caronte e con il contributo dell'Accademia italiana della cucina/presidio di Chieti, Consulta comunale delle associazioni aulturali e Cata (Centro di antropologia territoriale per il turismo dell'università D'Annunzio). Ci sarà inoltre la collaborazione dei ristoratori della città di Chieti, soprattutto attraverso l'aiuto delle associazioni di categoria.
 
Una serie di eventi, dunque, per valorizzare e far riscoprire le radici teatine e dell'intero Abruzzo. E che culmineranno nella tradizionale processione del Cristo Morto del Venerdì Santo, nata nell'842 e conosciuta in tutta Italia.
"Il percorso che l'Amministrazione, assieme al curatore Ricky Perlotti, ha studiato e porterà avanti - spiega Di Primio - parte da una convinzione: la nostra Settimana Santa è un elemento che può rendere la nostra città ancora più attrattiva da un punto di vista turistico e culturale. Si creerà - continua il sindaco - un' offerta di intrattenimento culturale durante il periodo quaresimale capace di divulgare il patrimonio di tradizioni enogastronomiche e culturali della nostra città a tutto vantaggio dello sviluppo". Un primo passo che costituisce "un seme che speriamo dia buoni frutti in futuro", con manifestazioni simili durante tutto l'anno per attrarre i turisti. Francesca Rapposelli
 

                                                                                                                     


Società

L'agenzia Moody's salva l'Abruzzo  L'influente agenzia internazionale, nella sua ultima valutazione sull'affidabilità di enti territoriali e istituzioni finanziarie, declassa il Paese da A2 ad A3, abbassa il rating di 10 regioni e lascia invariato l'outlook dell'Abruzzo.

Gatti: 10 milioni per 'Lavorare in Abruzzo'  "'Lavorare in Abruzzo' ha prodotto in 22 mesi oltre 3.000 nuove opportunità di lavoro a tempo indeterminato, coinvolgendo oltre 1.000 aziende della nostra regione, finanziate con ben 26 milioni di euro. E' un progetto divenuto un modello di contrasto ...

Torna Lavorare in Abruzzo: 10milioni di euro per assunzioni  Dieci milioni di euro per favorire la crescita e la salvaguardia dei livelli occupazionali in Abruzzo, offrendo bonus da 10mila euro a chi assumerà a tempo indeterminato lavoratori svantaggiati e bonus da 5.000 euro a chi trasformerà dei contratti a ...

Abruzzo, terziario avanzato. Più aziende nella Provincia di Chieti  ABRUZZO. Il settore terziario avanzato più trainante in Abruzzo è l'informatica 28,3% e la concentrazione più alta di aziende si ha nella provincia di Chieti (35%). E' quanto emerge dalla banca dati promossa e gestita dal Cresa (Centro Regionale di

Abruzzo, Costantini (Idv): Chiodi per tre anni, come un passeggero ... Sono 1.329 le auto blu in Abruzzo, con ben 411 mezzi per la Asl, 149 per la regione, 113 per le Provincie e 114 per i quattro comuni capoluogo. I dati emergono dal censimento condotto nei mesi scorsi, con circa l'83% delle amministrazioni che ha ...

Sulmona, Conferenza Episcopale Abruzzese-Molisana, convegno su ...  Il Coordinamento Regionale degli Uffici Diocesani di Pastorale Sociale (PSL) e la Caritas Regionale, per conto della Conferenza Episcopale Abruzzese-Molisana (CEAM), organizzano il convegno “Precarietà e crescita in Abruzzo e Molise”, che si terrà a ..

Imprese artigiane Abruzzo, nel 2011 il peggior risultato del decennio  Di Costanzo: abbattere la pressione fiscale per rilanciare i consumi Male l'artigianato abruzzese, che nel 2011 ha fatto registrare un vistoso passo indietro nella nascita di nuove imprese, fino a conseguire addirittura il peggior risultato degli ...

Abruzzo, pari opportunità: proposta riequilibrio rappresentanze di ...  L'Aquila, 23 feb 2012 - La Commissione Pari Opportunita' della Regione Abruzzo si e' incontrata con le consigliere di Parita' provinciali e con le componenti delle Commissioni Pari Opportunita' comunali e provinciali per definire la proposta per il ...

 

Cultura

                                                                                                                                       

Esce in questi giorni L’Altra Italia”, il nuovo libro di Goffredo Palmerini pubblicato da One Group Edizioni. Il volume sarà presentato a L’Aquila giovedì 23 Febbraio, alle ore 17, presso l’Auditoriu...

Al via celebrazioni 150° morte San Gabriele dell'Addolorata  Nel 1959, Giovanni XXIII lo dichiarò patrono d'Abruzzo Roma, 25 feb. (Adnkronos) - Al via a Isola del Gran Sasso (Teramo) le celebrazioni per il 150° anniversario della morte di Gabriele dell'Addolorata, ''il santo del sorriso, il santo dei miracoli ...

A Vacri Massimo Pasqualone con il suo 'St'amore'  Organizzato dalle associazioni “Vacri Senza Porte” e “Akros” col patrocinio del Comune, l'evento vuole essere un omaggio a uno dei più importanti poeti dialettali abruzzesi. “St'Amore – spiega in proposito il sindaco Antonio D'Aristotile – è una ...

Orsogna, Enrico Beruschi inaugura la stagione teatrale  Una storia frizzante ed allegra, da non perdere, che muove i primi passi in Abruzzo ma si sposterà lungo la nostra toccando prossimamente Milano, Roma, Napoli e molte altre città, e che dà il “la”, alla ricca produzione culturale di Abruzzo Tu.cu.r.

Francavilla, Carnevale d'Abruzzo: tutto pronto per il gran finale  Torna domenica 26 febbraio 2012, a partire dalle ore 14:30, il Carnevale d'Abruzzo di Francavilla al Mare. Il gran finale della 57esima edizione, che un incredibile successo ha già avuto domenica scorsa in occasione della prima giornata dell'evento con ...

CHieti. Carnevale Tradizionale Abruzzese e antichi riti del passato  Da diversi anni questa associazione cerca di recuperare e valorizzare la cultura tradizionale abruzzese in collaborazione con il CATA (Centro Antropologico Territoriale Abruzzese) e con la partecipazione delle Associazioni "Lu Ramajette" di Chieti e "I .............

Chieti, progetti per il periodo quaresimale  Tutte le serate prevederanno un'introduzione che analizzerà vari temi legati alla Quaresima e alle tradizioni abruzzesi legati ad essa. Le attività saranno gestite dal Comune di Chieti - Ufficio Cultura e Manifestazioni, in collaborazione con il Gruppo

Si aprono le solenni celebrazioni del 150mo anniversario di San ...  Domenica 26 febbraio 2012 al santuario di San Gabriele in Abruzzo si aprono le solenni celebrazioni per il 150° anniversario della morte di San Gabriele dell'Addolorata, avvenuta il 27 febbraio 1862. Alle ore 11 santa messa presieduta dal cardinale ...

Abruzzo Cultura: ''Nunsense'' del teatro stabile in scena a Milano
Dopo essere andata in scena in tutti i teatri d'Abruzzo e anche in qualche palcoscenico delle regioni limitrofe, la brillante commedia musicale, interpretata dalla compagnia dell'Accademia dello spettacolo di Ortona, sara' in una realta' prestigiosa ...

Chieti, il convitto Vico si apre all'Europa
L'iniziativa si inserisce nell'ambito del “Progetto Europeo Comenius Regio Leg@mi di Parole” coordinato dall'Ufficio Scolastico Regionale e che vede protagoniste scuole, biblioteche e agenzie culturali abruzzesi tra cui il Convitto GB Vico a ...

 

                                                                          

Incontratemi su Facebook :

 

Nicola Franco su Facebook

 

Molisani all'estero su Facebook

 

Casacalendesi all'estero su Facebook

 

Giovani Italo-Quebecchesi su Facebook

 

 

 

                                                                                                                                                                                                   

L'Angolo dell'emigrato

 

 

L'emigrazione vissuta dai bambini nel '900

Istituto Tecnico Statale Scalcerle

Durante i primi anni del '900 vi fu il cosiddetto "boom" dell'emigrazione italiana; migliaia di famiglie partivano, valigie alla mano, in cerca di fortuna, sia in Europa, sia oltreoceano.  Fra gli emigranti, coloro che si imbattevano nelle maggiori difficoltà furono i bambini, costretti a seguire i genitori.

Moltissimi documenti testimoniano come non ci fosse un'età limite per i bambini per emigrare, sono infatti noti svariati casi di donne con neonati in braccio, addirittura nel momento dell'allattamento, sulle banchine del porto, mentre aspettano di imbarcarsi, in situazioni estremamente precarie, verso un Paese lontano, nella speranza di dare ai loro figli un futuro migliore di quello che si sarebbe loro prospettato nel rimanere nel loro Paese. Purtroppo però molto spesso i bambini erano costretti a lavorare come schiavi, per lo più con una scarsa conoscenza della lingua indigena, il che rendeva la situazione ancora più complicata.

Lingua

"Non l'avevano avvertito che in questo paese sarebbe tornato piccolo ed impotente - come i bambini prima di imparare il nome delle cose, che piangono, gesticolano senza potersi spiegare e urlano senza poter dire di cosa hanno paura o cosa li fa soffrire. Ma un giorno Diamante imparerà la lingua dei biondi. Leggerà il New York Times e nessuno lo chiamerà più "gorilla"." 1

Ciò può contribuire a delineare concisamente uno dei problemi maggiori per gli emigranti: la conoscenza della lingua.  Non comprendendo la lingua e non riuscendo ad esprimersi e ad esprimere i loro bisogni, i ragazzini erano spesso vittime di soprusi, sempre costretti ad accettare qualsiasi angheria.  Il fatto di non conoscere la lingua, li portava a non essere in grado di leggere: di conseguenza, non erano a conoscenza dei loro diritti più elementari, oppure non erano in grado di usufruire di assistenza medica, oppure ancora tendevano a fidarsi di chi in realtà si rivelava in malafede. Solo alcuni, crescendo, riuscivano ad integrarsi ed avere una vita normale: moltissimi altri erano invece isolati, "rinchiusi" nei gruppi di coloro che parlavano la loro stessa lingua. I bambini erano avvantaggiati rispetto agli adulti, in quanto nell'infanzia, avendo una maggiore capacità di apprendimento, era più semplice per loro l'apprendimento di una lingua straniera. In virtù di ciò, spesso erano i bambini a fare da interpreti per i genitori.

                                                                                                                                                                   

   
                

                                                                    

A Milano vanno in scena storie d'immigrazione di gente d'Appennino... vice-presidente del Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano - perché siamo convinti che la storia del protagonista sia simile a quella di tanti amici conosciuti attraverso il progetto 'Parco nel Mondo', siano essi emigrati dai territori del ...

Crel, Di Santo: “Le stagioni dell'emigrazione lucana” Rocco Di Santo, autore dello studio “Le stagioni dell'emigrazione lucana dal XIX al XXI secolo” che tratta il processo emigratorio dai primi sbarchi nelle Americhe e nell'Europa centro-settentrionale fino ai giorni nostri.

A Molinara la "Summer school per giovani campani nel mondo" ... ha pubblicato un bando per l'ammissione di 15 partecipanti alla prima edizione della “Summer School per Giovani Campani nel Mondo”, autorizzato e finanziato dalla Regione Campania – Assessorato del Lavoro/Servizio Emigrazione e Immigrazione

Viaggio a Mar del Plata grazie al progetto Parco nel Mondo
... dell'Appennino Tosco-Emiliano e gestito dalla Comunità Montana della Garfagnana, oggi Unione di Comuni, per restituire senso e valore alla "cittadinanza affettiva" degli emigrati dell'Appennino e per lo sviluppo sostenibile del territorio.

Cervelli, Università, perdita di talenti, emorragia di cervelli ...  Infatti, a riprova il 4,5% dei giovani laureati specialistici sono “fuggiti” all'estero. Secondo uno studio ISTAT a “migrare” all'estero sono per lo più uomini (7,6%) e sono originari dell'Italia settentrionale. L'OCSE analizza il fenomeno denominato ...

ITALIANI ALL'ESTERO - MOLLICA(V.PRES.CRLE):"FEDERAZIONI LUCANI NEL ...  Il vicepresidente della Crle, Francesco Mollica, intervenuto in apertura dei lavori dell'Assemblea della Commissione regionale dei Lucani nel mondo “ in corso a Potenza, ha voluto assicurare i rappresentanti dei lucano all'estero circa la volontà delle ...

Italiani all'estero, Il MAIE presenta il libro di Cesar Puliafito
Ricardo Merlo: 'Il MAIE promuove le eccellenze italiane all'estero'. Mirella Giai: 'Gli italiani all'estero tesoro per l'Italia' Si terrà il 1° marzo 2012, alle ore 18, presso l'IILA- Istituto Italo Latino Americano di Roma la presentazione del libro ...

In/formare l'altra Italia
All'inizio del XXI secolo gli italiani all'estero costituiscono una fetta di popolazione del globo quanto mai composita, che va dalla discendenza dell'emigrazione più o meno antica che nel corso del tempo ha smarrito il ricordo delle origini, ...

 

 

                                                                                                                          

L'Italia e gl'Italiani

 

 

La vera causa della crisi economica italiana: il Signoraggio.

N.M. nel sito ''inTerra di Mezzo''

 

Tutti, penso che si chiedono quotidianamente, il perché di questa crisi economica, che coincide con l’entrata dell’ €uro nel nostro circuito monetario e che ha messo in ginocchio la nostra economia. Per capire quale è l’origine di questa crisi e chi ne è il responsabile, dobbiamo risalire il corso del fiume a ritroso fino ad arrivare alla sua sorgente.  Il “Signoraggio” possiamo tranquillamente dire che è il male dei mali, è una truffa monetaria legalizzata e che rende una Nazione debitrice nei confronti di un Gruppo bancario.
Non sentirete mai nessuno parlare del “Signoraggio” ne in TV, ne nei giornali, ne nei libri, nessun politico ne parlerà mai (hanno troppa paura per farlo), stiamo sempre parlando della società più potente al mondo.
Questo ente privato è la BCE (Banca Centrale Europea) che è una normalissima s.p.a, il quale batte moneta e la presta (in realtà la presta e la vende nello stesso tempo) al nostro Stato.

Il meccanismo del “Signoraggio” è molto semplice e diabolico: la BCE crea moneta cartacea, il tutto ha dei costi di produzione relativi all’acquisto e lavorazione delle materie prime (carta, inchiostro,distribuzione ecc…) tutti questi costi vanno a formare il “valore intrinseco” della banconota creata, esempio: il costo per la produzione di ogni banconota è di 30 centesimi, i trenta centesimi equivalgono al “valore intrinseco” del bene.
Il “valore nominale” è il valore numerico che viene stampato sulla facciata della banconota creata, esempio: banconota da 500 €uro, i cinquecento €uro equivalgono al potere d’acquisto che quella banconota ha nel mercato.
Il “Signoraggio” sta nella differenza che si ottiene dalla sottrazione aritmetica tra il “valore nominale” e il “valore intrinseco” (500 €- 30 centesimi) uguale: un guadagno di: 499.70 €uro ogni banconota prestata!
La BCE è l’unico organo proposto per l’immissione di moneta all’interno di una Nazione, ha il monopolio per farlo e il tutto è legalizzato e concesso dalla legislatura Internazionale.
Ora avviene che il nostro Stato contrae un debito con la BCE, che letteralmente ci fa un “mutuo” miliardario che va a formare tutto il nostro circuito monetario, (per circuito monetario si intendono tutti i soldi che circolano all’interno di una Nazione) prestito che il nostro Stato dovrà restituire con gli interessi!
Quindi riassumendo: La BCE stampa una banconota al costo di produzione di 30 centesimi, esegue un prestito/vendita al nostro stato al “Valore nominale” di 500 €uro, in più mette gli interessi, dunque a ogni scadenza l’Italia dovrebbe restituire sia la somma iniziale più gli interessi maturati!

Esempio: Mettiamo il caso che la BCE abbia stampato allo stato Italiano 100 Miliardi di €uro e gli mette un interesse del 3%, significa che la BCE europea per “stampare” quei 100 Miliardi ha speso una cifra irrisoria rispetto poi al guadagno che ne trarrà, a questo punto è ovvio che il debito iniziale (100 Miliardi) l’Italia non lo potrà mai estinguere e può solo limitarsi a pagare gli interessi annui che ammontano a circa 3 Miliardi di €uro.
In tv quando ne parlano lo chiamano “debito pubblico” ma chissà perché non spiegano mai cos’è!
Se ora vi state ancora chiedendo il perché aumenta tutto (benzina, tasse,generi alimentari) avrete capito che il nostro Stato i soldi per pagare questi interessi non li ha, e di conseguenza strizza sempre di più le tasche dei suoi cittadini con rincari di ogni genere: Aumentano le Sigarette, la benzina, i generi alimentari, facendo scatenare una reazione a catena che fa aumentare il prezzo di ogni bene.  La domanda nasce spontanea: ma in tutto questo i nostri politici cosa fanno? La risposta è: nulla!  Ripeto: hanno troppa paura e stiamo sempre parlando della società che comanda il mondo intero e in termini di potere non è seconda a nessuno, più potente di qualsiasi stato e organizzazione presenti sull’intero pianeta. L’unica soluzione possibile per uscire da questa sistema di €uro-schiavitù è che uno Stato inizi a stampare moneta da se, emettendo nel proprio circuito monetario, moneta in rapporto al numero demografico della popolazione, ma tra il dire e il fare c’è di mezzo….la BCE che non lo permetterà mai!

Concludo con una curiosa vicenda: Il 4 Giugno 1963 il Presidente John Fitzgerald Kennedy firmò l’ordine esecutivo numero 11110, che tolse alla Federal Riserve il monopolio di stampare moneta, presso la Corte Suprema non furono sollevati quesiti di anticostituzionalità contro questo provvedimento. In tutto Kennedy mise in circolazione banconote per 4,3 miliardi di dollari, poco dopo l’assassinio di Kennedy, l’ordine esecutivo 11110 cadde in disuso. 
Dal sito web : La Terra di Mezzo 

 

                                                                                                                                                       

<>                                                                     
                                              

LA RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO CARATTERIZZATA DA UN METODO ARROGANTE E DICHIARAZIONI INSOLENTI. Come si concluderanno gli incontri tra governo e sindacati sul mercato del lavoro, se verrà cancellato in parte l’articolo 18 o se verranno ridotti gli ammortizzatori sociali come […continua la lettura  di Franco Pinerolo Pubblicato su Milanocosa da Adam Vaccaro

GURRIA (SEGR.GEN.OCSE) A PREMIER MONTI:"INDISPENSABILI RIFORME ITALIA...."L’Italia ha avviato un programma di riforme molto ambizioso ma indispensabile per rafforzare la finanza pubblica, rilanciare la crescita e migliorare la competitività della sua economia. " Così il Segretario Generale dell'OCSE Gurria a seguito dell'incontro di ieri cn il Premier italiano Mario Monti.  Secondo Gurria "Il programma di riforme è  molto articolato e ben concepito. Si basa sul principio dell’azione su più fronti, che è fondamentale per migliorare la perfomance dell’economia e il benessere degli italiani....... Le analisi dell’OCSE mostrano che un simile pacchetto di riforme ha un enorme potenziale per rilanciare la crescita  e la competitività. ...continua la lettura

Stipendi : glia Italiani ultimi  tra gli europei.. Che siate impiegati nel settore privato o in quello della ricerca scientifica, poco importa. Nessuna speranza neppure per settori come industria, commercio, trasporti. Ovunque voi lavoriate, se siete alle dipendenze di un'azienda italiana, il vostro stipendio sarà più basso di chi ricopre lo stesso ruolo in Germania, Regno Unito, Francia e Spagna. La sconsolante notizia emerge dal rapporto Eurostat più discusso degli ultimi giorni: l'indagine che ha dimostrato, statistiche alla mano, che i Greci e gli Spagnnoli... continua la lettura

Ici Chiesa: Monti trova la quadra, si' della Cei e dei partiti Le scuole cattoliche non commerciali saranno esentate dall'Imu. Il "chiarimento", dopo i dubbi dei giorni scorsi e i malumori parlamentari che rischiano di trasformarsi in sub emendamenti al testo, arriva direttamente da Mario Monti che si presenta a sorpresa alla riunione della Commissione Industria del Senato, primo caso di presidente del Consiglio a partecipare ad una seduta mentre si discutendo un testo in sede referente, ricorda Renato Schifani.E la Commissione dara' il via libera alla norma pochi minuti dopo l'intervento del presidente del Consiglio. La posizione espressa dal governo ottiene il sostegno sia dei partiti (Lega compresa) che della Cei, secondo cui il govrno si e' mosso "con criteri tecnici"....Continua la lettura

Riforma del lavoro: più vantaggi per donne e giovani Il lavoro femminile è al centro della riforma del lavoro, e la flessibilità rappresenta proprio lo strumento ottimale per potenziare l'occupazione rosa in Italia. Elsa Fornero ribadisce questo concetto anche da New York, dove si trova per prendere ...
Il vampiro burocrazia succhia alle imprese 23 miliardi ogni anno Ventitr´ miliardi di euro. L'equivalente della manovra correttiva di dicembre del governo Monti. Il costo della burocrazia per le piccole e medie imprese - cioè per le aziende con meno di 250 dipendenti - è appunto di 23,1 miliardi, secondo i calcoli ...
 
La situazione economica italiana: lo stato del problema  La situazione economica italiana: lo stato del problema ... Bisogna però a questo punto chiarire bene quale sia la natura di una crisi economica ai giorni nostri, ...
 

                                                                                                 

                                                                                                                                                        

 


 

LA FORZA  DELL'ITALIA  È e SARÀ LA CULTURA

 
La presentazione a Roma di Milano: Storia e Immaginazione.
La presentazione a Roma del nostro libro “Milano: Storia e immaginazione” è stata una bella serata viva e ricca di interventi corposi, che hanno evidenziato e apprezzato il libro nelle sue varie articolazioni, fino a suggerire - riecheggiando ciò che era stato detto anche alla presentazione di Firenze - un modello che andrebbe ripreso altrove....continua la lettura  di Adam Vaccaro Pubblicato su Milanocosa
 
Dagli Usa tornano in Italia oltre duecento opere tra statue, bronzetti, corredi funerari. Trafugate e sistemate in collezioni museali Oltre 200 reperti recuperati per un valore di 2 milioni di euro. Ammonta a questa cifra il valore del cospicuo numero di statue e bronzi tra cui figurano due sculture in marmo di età romana,  la Venere di San Giovanni in Perareto, bronzo trafugato esattamente cinquant’anni fa dal Museo Civico di Rimini, una pergamena seicentesca e un ricco corredo funerario, recuperati dai carabinieri del Reparto Operativo per la Tutela del Patrimonio Culturale da musei, gallerie e collezioni private statunitensi.  Si, avete capito bene, mica stiamo parlando di rigattieri ma di oggetti che erano conservati al Metropolitan Museum di New York, alla Princeton University Art Museum e da alcune sedi della società Humana Inc.  Nessuna pressione per la riconsegna delle opere, che i collezionisti avevano acquistato ignari che fossero rubate.... continua la lettura
 
Al summit ''Arte e Cultura''  L'imprenditoria chiama e la politica batte un colpo.  In occasione del secondo Summit "Arte e Cultura” che si è svolto ieri a Milano, il Sole 24Ore ha lanciato un manifesto per lo sviluppo culturale in cinque punti pubblicato sulle pagine del Domenicale. I passi salienti vanno dalle strategie a lungo periodo, dalla cooperazione tra i ministeri, all'approccio e lo sviluppo  didattico dell'arte e della cultura scientifica fino alla complementarità tra pubblico e privato, e una fiscalità più "soft” per chi decide di investire, in diversi modi, nella cultura. 
Il manifesto sostiene che «la cultura e la ricerca innescano l'innovazione, e dunque creano occupazione, producono progresso e sviluppo».Continua la lettura
 
Il mondo della cultura italiana a portata di click Due milioni e mezzo di contenuti tra video, fotografie, contributi multimediali ed informazioni di ogni genere e la collaborazione tra Mibac e biblioteche, musei, fondazioni e altri spazi istituzionali. É culturaitalia.it, portale nato dal progetto di digitalizzazione creato dal ministero dei Beni Culturali, sul quale da oggi sarà possibile accedere alle informazioni riguardanti il patrimonio artistico italiano e a tutti gli eventi collaterali collegati.
Antonia Pasqua Recchia, segretario generale di Mibac ha dichiarato: «Nonostante si sia partiti in uno stato di grande arretratezza, abbiamo lavorato su due fronti: il primo riguarda il passaggio all'amministrazione digitale; il secondo, invece, è stata per la messa online di tutti i contenuti, seguendo il sistema di norme stilate dalla Comunità europea in cui, almeno per una volta, l’Italia ha fatto da traino con i ruoli di coordinamento»....continua la lettura
 

Arte cultura: notizie e mostre sull'arte italiana e straniera – Il Sole 24 ...  Notizie di arte: recensioni e mostre degli artisti italiani e stranieri, curiosità sull' arte contemporanea e moderna sul Sole 24 Ore..... Continua la lettura

 

Arte cultura: notizie e mostre sull'arte italiana e straniera – Il Sole 24 Notizie di arte: recensioni e mostre degli artisti italiani e stranieri, curiosità sull' arte contemporanea e moderna sul Sole 24 Ore.....

 

Quando l'arte diventa denuncia sociale  E tutto questo fu coltivato dall'arte italiana, e solo arte italiana sottolineò l'oratore. Strano popolo il nostro che ha bisogno di “staffilate” e di provocazioni per credere nelle sue enormi potenzialità di progresso e di rinascita........

 

Abruzzo Cultura: ''Nunsense'' del teatro stabile in scena a Milano  Dopo essere andata in scena in tutti i teatri d'Abruzzo e anche in qualche palcoscenico delle regioni limitrofe, la brillante commedia musicale, interpretata dalla compagnia dell'Accademia dello spettacolo di Ortona, sara' in una realta' prestigiosa ...

 

In mostra il carismi .....L'icona di Chiara d'Assisi, a 800 anni ... Una donna che ha lasciato un segno nella cultura, nella spiritualità e nell'arte italiana. E' santa Chiara d'Assisi celebrata ad 800 anni dalla sua consacrazione nella mostra “Ritorno alla Porziuncola. Radio Vaticana - Chiara d'Assisi, ...

 

Il Salento frontiera della musica italiana. Intervista a Michele   E' uno dei musicisti emergenti di una terra molto fprolifica per la musica leggera italiana. Michele Cortese presenta il suo ultimo lavoro. "Il Salento trasuda arte nell'aria e nella sua storia LECCE - Michele Cortese, classe 1985, è un musicista ...

 

                                                                                                  
                                                                                                                                       

  The Ultimate Jay Jay the Jet Plane Store