COMUNICAZIONE MOLISANI

(Una newsletter per i Molisani all'estero o in Italia)

 

   

MOLISE E MOLISANI

Oggi Il Molise

                    Franco Nicola : Società e cultura, notizie             

RIVISITIAMO IL PASSATO

Adam Vaccaro : Microcosmi e globalizzazioni....

ABRUZZO E ABRUZZESI 

 Giuliano Davide di Menna: Il richiamo romantico

Oggi L'Abruzzo

 Franco Nicola : Società e Cultura, notizie

L'ANGOLO DELL' EMIGRATO

Matteo SanFilippo : Gli Emigrati Italiani in Brasile(n/ro 6) 

L'ITALIA E GL' ITALIANI

Adam Vaccaro: Semi, ''nel paese dei bonzigonzi'', poesia

 

  IL TUO BLOG ''CIAO ITALIANI''

(Leggi e commenta !)

 
 
 

                                                                                                                                                                                                               

RIVISITIAMO IL PASSATO

 

 

Adam Vaccaro : Microcosmi e globalizzazioni....(02)

 

II - Il buconero degli anni 50-70.

In 20-25 anni (dagli anni 50 agli anni 70) il paese ha subito un salasso peggiore di qualunque guerra o epidemia precedente. Dai 5-6 mila abitanti degli anni 40-50, ora ne conta circa 1.500 e, senza cambiamenti, il trend attuale è un annuncio di scomparsa. Un flusso migratorio di tali entità, in gran parte (contrariamente a quanto era accaduto nella prima metà del secolo) senza ritorno, non poteva non avere effetti devastanti. La profondità delle devastazioni – sociali, affettive ed etiche – prodotte da processi con caratteri di massa come quelli di cui stiamo parlando, devono forse essere ancora adeguatamente analizzate. Nelle fasi più acute – a Bonefro come in altri centri del Mezzogiorno – il movimento migratorio assunse l’aspetto di una fuga scomposta, come di chi sta abbandonando una nave che affonda. Lo spirito era quello del si salvi chi può. Il territorio d’origine diventava una sventura e un nemico da cui affrancarsi o liberarsi, quasi una sorta di vergogna da nascondere o un peccato originale da emendare. In tali condizioni, ogni precedente tensione sociale solidale e connettiva, diventava un intralcio e un disvalore. Ognuno per sé e Dio per tutti. L’identità socioculturale precedente, col suo corrispondente senso di appartenenza, divenne presto moneta svalutata in rapporto a quella vincente del più cinico individualismo. L’ideologia capitalistica apparve a molti come l’unica divinità o possibilità di salvezza. Come meravigliarsi se, in tale clima, tra quelli – ed erano i più forti o attrezzati di energie, preparazione o disperazione – che si affollavano a questa o a quella frontiera (interna o esterna) si svilupparono classiche forme cannibalesche di guerre tra poveri, con vendette personali e ignominie delatorie, vere e false, presso questa o quella ambasciata, in particolare del Nord America.  

 

Queste ultime (non dimentichiamo che siamo negli anni del più violento maccartismo) praticavano il metodo del sospetto generalizzato, con vere e proprie cacce alle streghe, rispetto a ogni minima traccia di comunismo nel sangue dei fortunati accolti e salvati.Bastava una lettera anonima per bloccare con le valigie in mano intere famiglie, che avevano venduto ogni cosa, poco o tanto che fosse, e avevano dunque alle spalle il vuoto. Tutti gli scontri ideologici tra rossi, bianchi e neri diventarono un catino di acqua sporca, in cui riemersero ingigantiti e distorti certi tratti dell’identità originaria di questo microcosmo: individualismo arcaicoQueste ultime (non dimentichiamo che siamo negli anni del più violento maccartismo) praticavano il metodo del sospetto generalizzato, con vere e proprie cacce alle streghe, rispetto a ogni minima traccia di comunismo nel sangue dei fortunati accolti e salvati.Bastava una lettera anonima per bloccare con le valigie in mano intere famiglie, che avevano venduto ogni cosa, poco o tanto che fosse, e avevano dunque alle spalle il vuoto. Tutti gli scontri ideologici tra rossi, bianchi e neri diventarono un catino di acqua sporca, in cui riemersero ingigantiti e distorti certi tratti dell’identità originaria di questo microcosmo: individualismo arcaico, sospettosità e istinti di salvezza animale, derivati dalle pratiche lavorative agricole svolte nell’arco di millenni in modo solitario e in territori alquanto isolati. Tutti cercavano così di svolgere nel massimo segreto possibile le lunghe e complesse pratiche di espatrio; che riguardavano tutti i componenti della famiglia  (anche quelli che non dovevano partire, compresi ascendenti, discendenti e collaterali) pedanti controlli medici e, soprattutto, indagini parapoliziesche con richieste di informazioni presso questura, parrocchia e municipio. La trafila di tutte queste pratiche assumeva inevitabili forme di umiliazione, per cui chiunque vi si trovò coinvolto fu prosciugato di orgoglio e dignità, spinto a mentire, anche solo per paura che un particolare diventasse rilevante o un impedimento alla partenza. Quasi tutti furono insomma piegati a qualche forma di meschinità o menzogna, vendendo l’anima al diavolo e nascondendo questo scambio a se stessi e agli altri.


Ora, per cercare di immaginare quali lacerazioni sociali e quali devastazioni morali possa aver prodotto questo vortice di modalità e di fatti, occorre ricordare che un altro dei tratti dell’identità originaria di questi luoghi era ciò che si concentrava nel termine faccia. L’individualismo arcaico e la sospettosità derivanti dall’attività isolata trovavano, come dire, momenti di composizione aggregante nel fatto che ognuno doveva essere (con le parole, le capacità professionali e i comportamenti ripetuti) assolutamente credibile, costruendo un’immagine di affidabilità sociale di sé, che aveva come premio il riconoscimento dell’identità individuale e dell’appartenenza alla comunità. Da qui derivava una franchezza anche rude. Il rischio inaccettabile era la possibilità di essere smentiti o di non mantenere una parola o una promessa fatta,  condizione di appartenenza a quella comunità. L’immagine dunque, la faccia, con la religione della parola data, costituivano questione di vita o di morte sociale, ed erano una delle strutture etiche portanti per tali individui. Individui che, per questo, comperavano terreni e case con una stretta di mano; nessuno si sarebbe infatti sognato di tradire la propria parola, rischiando la pena capitale come soggetto sociale, cioè soggetto tout-court. Individui che, per le stesse ragioni, vedevano come una follia e un disonore la firma di una cambiale, vista di per sé come dimostrazione di inaffidabilità sociale, dato l’impossibile scambio di una promessa e scadenza categoriche con la propria perenne precarietà.


 

Solo tenendo presente tutto questo complesso contesto eticosociale si può immaginare cosa possono aver causato in tali soggetti comportamenti assimilabili a quelli di animali o di bambini spaventati, resi per questo proni e bugiardi rispetto alle varie forme di potere, fino alla viltà anonima verso nemici ideologici che erano comunque parti dello stesso tessuto sociale (in questo senso fratelli), dove i pochi motivi di scontro venivano in genere affrontati a viso aperto. È superfluo precisare che tali comportamenti deteriori non hanno toccato la generalità. Molti, per casualità o per forza d’animo, riuscirono a custodire la propria dignità. Ma è indubbio che gli strappi sociali e individuali furono ampi e profondi. E per coloro che non partirono, che andamento ebbe la stessa fase storica? Alcuni (tra i più grossi agricoltori) trassero vantaggio dal fatto che molti terreni furono lasciati liberi. Altre categorie, come i dipendenti pubblici, godevano già di un relativo privilegio rispetto a una condizione complessiva di bassi redditi e crescente precarietà. Ma i più, tra coloro che rimasero, subirono strappi con depauperamenti umani ed economici forse peggiori di quelli sofferti da chi era partito. Questi ultimi, con lavoro duro e sacrifici, recuperarono in genere – nei nuovi contesti economicosociali – molti pezzi della dignità smembrata e ferita dal processo migratorio. Per coloro che rimasero la politica non trovò di meglio che trasformarli in merce elettorale.

 

 
Tra i partiti (con poche eccezioni) da un lato, e i titolari del diritto di mettere una croce su una scheda elettorale, dall’altro, si scatenò un altro terribile e umiliante commercio. Una parte della nuova ricchezza prodotta dall’imponente sviluppo capitalistico venne utilizzata dal termitaio politico per compensare l’acquisizione di voti. E i compensi (si sa, non è solo la storia di Bonefro) presero le forme di pensioni e posti fasulli. Organici pubblici gonfiati senza soste e pensioni elargite in un’aria di festa senza fine. Anche qui trafile di carte (autentiche e false), che coinvolgevano burocrati, medici, ed emissari di partiti e sindacati: difficile rimanere fuori da una ressa che macinava in un altro modo i brandelli di dignità di questo ramo interno del flusso migratorio. Per i politici, l’interesse di parte veniva nobilitato dai benefici offerti e dalla funzione di controllare le tensioni derivanti da fenomeni sociali così vasti; mentre per i cittadini, la debolezza economica e la corsa generalizzata (per cui chi non partecipava invece della stima, meritava la derisione) giustificava ogni mezzo: l’importante era l’ottenimento di un pezzo di torta di quello strano banchetto, costi quel che costi.


Difficile rendersi conto che quel tipo di banchetto trasformava tutti i partecipanti in questuanti. Se in chi partì, certe umiliazioni subite (dalle burocrazie o dai contesti socioeconomici di arrivo) provocarono sicuramente un trauma e un bruciore, in chi rimase la situazione divenne ambigua e scivolosa in modo più graduale. Fatto sta che, in pochi anni, certi precedenti codici eticomorali come il culto del lavoro, con l’orgoglio di farlo e farlo al meglio, divennero anch’essi moneta svalutata. La misura man mano prevalente del valore divenne il danaro, comunque ottenuto. Perciò sui due versanti dello smembramento migratorio si svilupparono fenomeni degenerativi del vecchio blocco dell’identità originaria, che nel bene e nel male era riuscita a mantenere una sua qualificazione e riconoscibilità fino agli anni ’40. Ora tale riconoscibilità è più problematica. Per questo, negli articoli di fondo dei due numeri citati de “La Cosa-Casa Bonefrana” ho parlato di buconero degli anni 50-60, ma per quanto sopra detto occorre in effetti arrivare fino ai nostri giorni. Per questo l’indagine e le misurazioni non possono che proseguire e coinvolgere le attuali giovani generazioni. Dico blocco non a caso: faccio infatti riferimento a un’identità costruita sullo stesso territorio da millenni di esperienze, e attraverso vicende storiche che vanno dal 1000 a.C. alla prima metà di questo secolo. Quali erano, dunque, i tratti originari e le caratteristiche fondanti di tale blocco? Adam Vaccaro : Microcosmi e globalizzazioni....continua il 27 luglio

   Leggete La  Fonte 

 

 
 

                                                                                                                                                                                                               

MOLISE E MOLISANI

 


 

 

Il Molise Oggi

 

SOCIETÀ E CULTURA

 

ISERNIA Spending review: Tedeschi (Idv), Regione Molise premia dirigenti Isernia, "In un momento di tagli ai finanziamenti e di drastiche riduzioni dei servizi, in cui la priorita' delle istituzioni di ogni genere e livello e' il contenimento dei costi e l'ottimizzazione delle poche risorse a ...

REGIONE MOLISE Spending review: Tedeschi (Idv), Regione Molise premia dirigenti  Un esempio tra tutti, afferma il consigliere regionale Idv, "e' dato dal settore della sanita', alla ribalta delle cronache regionali per la carenza di personale necessario a coprire turni e reperibilita"'....

MOLISE Tar Molise: “Possibile scegliere di non avvalersi dell'ora di religione Una recente sentenza del Tar del Molise potrebbe aprire nuove prospettive, ribadendo ancora una volta che le scuole devono garantire un'alternativa all'Irc. I genitori di due studenti di un liceo classico di Larino (CB) si sono rivolti al tribunale ...

SANTA CROCE DI MAGLIANO Tennis, presentato a Santa Croce di Magliano la 16° edizione del ... È stata presentata ieri, presso la sala consiliare del Comune di S. Croce di Magliano, la 16° Edizione del Torneo Nazionale Open Tour Regione Molise – singolare femminile, on il patrocinio dell'Assessorato a sport della Regione Molise.

MOLISE Eolico in Molise e infiltrazioni mafiose, presentata un'interrogazione ... Altromolise la notizia: Eolico in Molise e infiltrazioni mafiose, presentata un' interrogazione parlament.

MOLISE Uffici postali dei piccoli centri nel mirino dei tagli, il Molise si mobilita Sette uffici chiusi e 37 razionalizzati. Sono questi i numeri dei tagli adottati da Poste Italiane e varati nel Piano d'Intervento approvato a giugno. A dire addio alle filiali i piccoli centri interni e montani,...

LARINO  Sono giunti a Larino i ragazzi delle tendopoli emiliane  Accolti dalle famiglie ospitanti e dai volontari de "il Melograno" li attendono in Molise due settimane all'insegna dell'amicizia, della serenità e del relax....

SEPINO Il comune di Sepino entra nella grande famiglia dei Borghi più Belli d`Italia   Il Molise festeggia il suo secondo Borgo più Bello d`Italia. Dopo l`ingresso di Oratino, questa mattina, è stata la volta di Sepino. Nella storica scenografia del palazzo municipale di Sepino...
ALTO MOLISE Provincia: ma i nostri Parlamentari che faranno? La scure dei tagli decisi dal governo Monti distruggerà l`intero impianto istituzionale oggi esistente in Alto Molise, facendo arretrare i 52 comuni dell`attuale provincia al 1970, anno in c ...........
TERMOLI Un weekend da non perdere per l`evento Termoli in vetrina, dopo i successi delle scorse settimane, p Sabato 14 e domenica 15 luglio storia e tradizioni si alternano ancora una volta nella mostra mercato dedicata all`artigianato e alle produzioni artistiche, n......
ABRUZZO-MOLISE Abruzzo e Molise insieme per dimezzare i costi  Stefano Buda PESCARA «Abruzzo e Molise tornino insieme per dimezzare i costi della politica»...
CAMPOBASSO 19° Torneo internazionale di scacchi "Città di Campobasso" Giovedì 19 luglio alle ore 17.30 presso l’hotel San Giorgio a Campobasso si svolgerà la conferenza stampa di presentazione della 19° edizione del torneo internazionale di scacchi denominato “Città di Campobasso”. ...
CAPRACOTTA Domenica15 Luglio, Visita guidata al Giardino della Flora Appenninica di Capracotta “Alla scoperta dell’Alto Molise” è il titolo del programma estivo proposto dalla Cooperativa MadreNatura. Domenica 15 Luglio ci sarà il primo appuntamento domenicale che condurrà quanti vorranno alla scoperta della meravigliosa e spettacolare flora montana,.... scenario dell’evento è il Giardino della Flora Appenninica di Capracotta...
BONEFRO Tutti pazzi per Maria Di Biase tra cinema, tv e teatro  Tutti pazzi per Maria Di Biase: è proprio il caso di dirlo. L'attrice comica molisana, originaria di Bonefro, è tornata a 'Zelig' su Canale .....
TERMOLI  Riccardo Scamarcio, Violante Placido e Piero Mazzocchetti al Premio Arbiter di Termoli  Domani sera alle ore 21, presso la Cala Sveva di Termoli, si terrà la settima edizione del Premio per la Comunicazione “Arbiter”, organizzat...
CAMPOBASSO  Carceri: Molise, detenuti rifiutano vitto amministrazione Rifiutano il vitto fornito dall'Amministrazione penitenziaria per protestare contro il sovraffollamento delle carceri. I detenuti di Campobasso e Larino...
MOLISE  Gay: Lega sannita, in Molise 12 mila e politici tra loro  ''In Molise ci sono circa 12 mila gay tra cui moltissimi conviventi e non pochi politici... delle coppie di fatto di ogni sesso'' e chiede che ''in ogni ...

 


 

TERMOLI Scuole gemellate nel ricordo dei Ruffini: "Gli eroi scrivono la storia più esaltante"   Intervista al professore Armando Frusone, dirigente scolastico del Liceo “Sulpicio” di Veroli, istituto che negli anni Trenta ha avuto come studente dell’annesso...

TERMOLI Music Circle 2012 - 2° edizione. Concorso musicale per band e cantautori emergenti Sono ufficialmente aperte le iscrizioni al concorso musicale Music Circle 2012 - 2° edizione, il Concorso si terrà a Chieuti (FG) il 12 Agosto 2012. ....

ISERNIA Guerra di Liberazione in Molise: aspetti inediti della resistenza L'armistizio dell'8 settembre 1943 fu sconfitta o vittoria? Anche di questo si disserterà stasera alle 18, presso Palazzo Norante,...

CAROVILLI  Festival Danilo Ciolli. Il 10 e 11 agosto alle ore 21 si terrà a Carovilli (piazza Municipio) la quarta edizione di "Nuvole... chitarre e note - Festival Danilo Ciolli", organizzato dall'Associazione Musica e Cultura Danilo Ciolli. Ingresso libero. Venerdì 10 agosto toccherà ai seguenti artisti: A Toys Orchestra, Diodato, From Bedlam to Lenane (Ilaria Graziano & Francesco Forni), Giovanni Truppi e La pietra lunare...

 


 

 
 
Over 15,00 Items on Sale
 
 

                                                                                                                                                                                                               

 

ABRUZZO E ABRUZZESI 

 

IL RICHIAMO ROMANTICO Di Giuliano Davide di Menna


Un turbinio di colori variopinti, forme arcaiche, “italiche” come qualcuno suggeriva. Il suo perfetto italiano nascondeva la sua nazionalità tedesca. Era Bettina Dürr. Aveva viaggiato in tutt’Italia per conoscere le feste popolari e capirne la vitalità, la spontaneità e la “festosità” mediterranea, fatta di riti e della mutevolezza stagionale così ricca di contrasti. Avrei pensato ad un’ennesima ricerca di “esotico”, simile a quella dei romantici ottocenteschi se non mi avesse citato Alfonso Maria Di Nola e altri studiosi che delle feste abruzzesi hanno tracciato, a volte, una interpretazione antropologica vera e semplice com’è la gente che vi partecipa. Abbiamo visto Di Nola tra i festanti, ascoltato le sue interviste: la sua simpatia e semplicità mai avrebbero fatto intuire che si trattava di un grande antropologo. Sul treno, in direzione di Bologna, Bettina Dürr raccontava ad Angela Natale l’esperienza di Bucchianico. Si erano incontrate casualmente e parlavano dell’identità abruzzese. Nel 1991 a Köln (Colonia) Bettina pubblicava Die Apfelsinenschlacht, Volksfeste in Italien con il resoconto su alcune feste abruzzesi. Negli stessi anni a Beauvais (Francia) i Bucchianichesi si trovavano tra i fondatori dell’Associazione Europea delle feste storiche europee. Anni in cui la Maiella e il Parco Nazionale d’Abruzzo erano visitati da naturalisti provenienti da tutt’Europa. La natura e le tradizioni popolari rendevano famoso un Abruzzo in barba a lanci turistici di altro tipo. Non accadeva per la prima volta.

Nel 1958 il Congresso sulle tradizioni popolari tenuto in estate a Chieti e presieduto dal famoso antropologo Paolo Toschi rivelava al mondo intero un Abruzzo ricco di tradizioni popolari ed una società arcaica, sofferente per l’emigrazione d’emergenza, meno edulcorata e primitiva di quanto la letteratura colta dannunziana aveva dato nei decenni precedenti. Le tradizioni popolari erano espressioni di una cultura subalterna, sviluppata in una terra ricca e affascinante che viveva però una spaventosa arretratezza nello sviluppo socio-economico.....  D’Annunzio e le prime guide turistiche incuriosirono i cittadini inglesi, francesi, tedeschi, americani sulle nostre contrade. Arrivarono le americane Maud Howe nel 1907 e Katharine Hooker nel 1902 che pubblicarono un libro di viaggi dal titolo Wayfarens in Italy con un capitolo intitolato In The Abruzzi.
Alfred Steinitzer pubblicò a Monaco di Baviera nel 1911 il libro di viaggi Aus dem unbekannten Italien sui viaggi fatti nella primavera-estate del 1907 e dell’autunno-inverno del 1908 (occasione in cui l’autore si recò a Messina distrutta dal terremoto del 28 dicembre 1908).
Era uno storico, critico d’arte, naturalista ed appassionato alpinista che operò nell’ambito della Heimatkunst (“arte del paese natio”), un movimento che si sviluppò intorno al 1890 e che ebbe rapporti con la Volkskunde (folclore). Arrivò in Abruzzo dopo l’invito del C.A.I. al Deutscher Alpenklub di Monaco per commemorare l’ascensione al Gran Sasso effettuata da Orazio Delfico nel 1794. Giunse in Abruzzo nel 1907, a Scanno incontrò per caso Anne Macdonell e la pittrice americana Amy Atkinson, altre viaggiatrici, di cui si conserva un bel volume In The Abruzzi  pubblicato a Londra nel 1908.
Steinitzer fece conoscere al pubblico tedesco le bellezze naturali dell’Abruzzo e la cultura superstiziosa più che religiosa degli abitanti. I paesi erano “immersi in un grande giardino” che il suo animo sensibile coglieva nei paesaggi fioriti, freschi delle alture, delle montagne e nella ricca vegetazione, così come alla fine del ‘700 aveva fatto Sir Richard Colt Hoare durante le “esplorazioni” nella Marsica ed Edward Lear nel 1846 quando parlava dell’Abruzzo alpestre, delle usanze alimentari e delle tradizioni popolari mentre nella Londra contemporanea William J. Thomps utilizzava per la prima volta il termine folk.


Interessi che acquistavano un valore più scientifico e antropologico con Thomas Ashby, direttore dal 1906 della Scuola Britannica di Roma, che fece un viaggio il 2 maggio 1909 a Sulmona per i suoi interessi per il folclore partecipando alla festa della Madonna della Libera di Pratola Peligna.  È ancora l’Abruzzo dannunziano ad incuriosire Anne Macdonell ed Estella Canziani che subiscono il “richiamo romantico” di una terra mitica e antica. Avevano letto D’Annunzio ma anche Finamore, De Nino, Bruni. Capirono che le famose opere letterarie erano intrise della religiosità popolare, la stessa che ritrovano nelle opere del demologo Gennaro Finamore citato da  Estella Canziani anche nelle sue raccolte in dialetto.
Estella Canziani pubblica Through the Apennines and the lands of Abruzzi landscape and paesant life nel 1928, dopo 14 anni dal suo tour e dopo vent’anni dal testo della Macdonell, sempre a Londra. Oltre alla descrizione storico-geografica furono pubblicate storie misteriose e a volte tenebrose che, come diceva la Macdonell, fanno pensare ad un passato inafferrabile. Storie che aveva trovato stampate in testi locali, lontane comunque dalla gioiosa gente “di antica stirpe”. Un’immagine schietta della gente di Villamagna quando scrive della celebrazione di un antico rito di corteggiamento e della rappresentazione del “lupo di S. Domenico”. Sono anni in cui i serpari di Cocullo e Pretoro furono conosciuti in tutt’Europa, testimoni di una cultura italica lontana e viva. La stessa che oggi, faticosamente, sopravvive, ed è ancora ritenuta essere la vera “autenticità” abruzzese.
  Di Giuliano Davide di Menna, nel sito ''Terra d'Abruzzo


 

SOCIETÀ 

 

Ricostruzione Abruzzo: Alemanno, intervenire su borghi antichi come Sindaco di una città che ospita una grande comunità di abruzzesi e come Presidente del consiglio dell'Anci sento il dovere di intervenire sul tema della ricostruzione dei borghi antichi colpiti dal terremoto del ...

Pescara, tutto pronto per la premiazione Best Awards Abruzzo 2012 Pescara. Domani, lunedì 16 luglio, alle 19.45 presso la struttura dell'ex-Aurum di Pescara, si terranno le premiazione del Best Awards Abruzzo 2012.

Spending review: Pagano, rilanciare progetto Nuova Pescara  Dal blog di Nazario Pagano nazariopagano.it «No al neocampanilismo, sì a una nuova architettura istituzionale che tenga conto delle attuali predisposizioni economiche, culturali e sociali della nostra regione». Lo ha detto il Presidente ...

Il pozzo della sanità tra l'Abruzzo virtuoso e la Puglia indolente | l ... L'Abruzzo è tra le cinque regioni con il bilancio della sanità in attivo nel 2011 e il governatore Chiodi promette di abbassare le tasse nel 2013. Anche il record di ...

Abruzzo: Barca, ricostruzione post-terremoto durera' 12-15 anni Abruzzo: Barca, ricostruzione post-terremoto durera' 12-15 anni. (Il Sole 24 Ore Radiocor) - L'emendamento al decreto legge sviluppo e' finalizzato a un "governo ordinato della ricostruzione che, come tutte ricostruzioni precedenti ...

Trasporti: bus da Abruzzo per aeroporti Ciampino e Fiumicino Trasporti: bus da Abruzzo per aeroporti Ciampino e Fiumicino, Autolinee avviano oggi il servizio. Biglietti anche online, , 01. Abruzzo, Ansa....

n Abruzzo chiuderanno 73 uffici postali, 1155 in tutta Italia  Tempi di crisi, tempi di spending review e così la revisione delle spese arriva anche alle Poste con buona pace dei disservizi che i cittadini si troveranno a dover affrontare. ...

Abruzzo e Molise insieme per dimezzare i costi Stefano Buda PESCARA «Abruzzo e Molise tornino insieme per dimezzare i costi della politica»....

Il Pdl: "Unifichiamo Pescara, Chieti e Teramo nella Provincia ... Cronaca Pescara - Nel percorso avviato dal Governo per l'accorpamento delle Province si inserisce una proposta partita oggi dall'Abruzzo che prevede la costituzione,...

Nasce la 'Rete per lo Sviluppo del vastese'   Vasto. Si è riunita ieri nella sededi Assovasto la prima assemblea della neonata “Rete per lo sviluppo del Vastese”. Sono 17 le aziende del territorio che, attraverso la formula del contratto di rete, si sono aggregate con il preciso scopo di accrescere le competenze del management e dei dipendenti delle aziende aderenti

ABRUZZESI NEL MONDO-IL RADUNO A LANCIANO il 9 AGOSTO Queste le presenze al momento già confermate: Mario Pupillo (sindaco di Lanciano), Nazario Pagano (presidente del Consiglio Regionale d'Abruzzo), Enrico Di Giuseppantonio (presidente della Provincia di Chieti), Luigi De Fanis (assessore alla Cultura ...

Le Province? Meglio tagliare le Regioni, lontane dai cittadini, fonte di sprechi e cattiva gestione Forse non tutto è perduto. Il governo dei Professori ha il tempo che serve per riprendere e correggere il “valzer delle Province”. Non tanto per salvare qualche poltrona, per il rispetto di logica e buonsenso.

 Approvato il programma delle manifestazioni estive Ortona La Giunta Comunale, presieduta dal Sindaco Enzo D’Ottavio nella sua ultima seduta, ha approvato il calendario delle manifestazioni estive elaborato e messo a punto dal giovane assessore Valentino Di Carlo. Eventi culturali e ricreativi  saranno realizzati in  tutti i quartieri della città....

Centro DonnAttiva e Progetto Penelope Vasto A Palazzo di Città, si è svolta la conferenza stampa di presentazione , da parte del Centro DonnAttiva e degli assessori  Antonio Spadaccini e Marco Marra, del Progetto Penelope, un progetto che, come ha evidenziato il Sindaco Luciano Lapenna...

Al via la XXIV Festa per la Libertà dei Popoli » Ancona: Ritorna anche quest’anno la Festa per la Libertà dei Popoli, giunta alla sua 24ª edizione, che si terrà il…

Pattinaggio artistico: Roccaraso capitale fino a fine mese | Da tutta Italia 600 atleti si sono dati appuntamento nella cittadina abruzzese per il campionato libero cadetti, jeunesse, juniores e seniores. ...

Ricerca scientifica, Telethon finanzia progetti in Abruzzo CHIETI - La commissione medico scientifica internazionale di Telethon ha dato il via libera al finanziamento di due progetti di ricerca sulle malattie genetiche proposti dal Mario Negri Sud e dall'Università dell'Aquila per un totale di 275 mila euro. La Fondazione Telethon finanzierà i progetti di Silvia Bisti dell'Università dell Aquila e....

il 9 Agosto a Lanciano raduno degli Abruzzesi nel mondo CHIETI - Alcune coincidenze, o forse un comune sentire, ha fatto sì che una serie di eventi segnati da una matrice originale, la terra d'Abruzzo e Molise, destinati a svolgersi...

Crisi industriale in Abruzzo: se ne discute in consiglio regionale L'AQUILA - La crisi industriale abruzzese, il rischio drammatico di veder sfumare altre centinaia di posti di lavoro: questo l'argomento del consiglio straordinario a..

.Crisi industriale in Abruzzo: se ne discute in consiglio regionale  L'AQUILA - La crisi industriale abruzzese, il rischio drammatico di veder sfumare altre centinaia di posti di lavoro: questo l'argomento del consiglio straordinario a...

Premiati in Provincia gli artisti della collettiva 'Segni e colori dal Ponte del Mare' Pescara - La mostra si è svolta dall'otto al sedici giugno scorsi presso la Stazione Marittima di Pescara ......

Fiera dell’Enogastronomia e dell’Artigianato Regionale: dal 19 al 22 luglio ad Ortona ORTONA (CH) – Da giovedì 19 luglio prossimo fino a domenica 22 luglio si terrà ad Ortona la Fiera dell’Enogastronomia e dell’Artigianato Regionale, Nazionale ed Internazionale della Città di Ortona. La manifestazione si svolgerà lungo la Passeggiata Orientale nei pressi del mare e del porto di Ortona fino al Maestoso Castello e nel centro storico....

 


ASCOLTA LE RADIO ABRUZZESI IN DIRETTA

 

CULTURA 

 

Atri, rassegna teatrale 'Euroboros'  Atri. "Diventa ciò che sei!" (Nietzsche). È questo il motto alla base dei corsi di recitazione che da anni Giampiero Mancini tiene presso lo SMO di Pescara, dando vita ad una palestra emotiva dove si prende atto dei propri mezzi espressivi fisici ed emozionali verso una maggiore consapevolezza e competenza attoriale.

Cultura: ad agosto il festival letterario dedicato a John Fante  Torricella Peligna (Ch), 14 lug. (Adnkronos) - Il festival letterario abruzzese ''Il Dio di mio padre'' sara' dedicato allo scrittore italo-americano John Fante. In programma dal 24...
Teramo, al via 'Musica nei Chiostri' Teramo. Prende il via domani, sabato 14 luglio, “Musica nei Chiostri 2012”, rassegna estiva organizzata dall’Associazione Orchestrale da Camera “Benedetto Marcello”.

Folk e tradizione si incontrano a Giulianova fra “Strade in canto” Siamo arrivati alla terza edizione della rassegna Folk "Strade in canto" organizzata dall'Associazione Culturale Gruppo Corale G. Braga di Giulianova, con il patrocinio del Comune di Giulianova, della Provincia di Teramo e della Regione Abruzzo....

Spoltore, ritrovati reperti di epoca romana: l'area diventa un campo scuola  Spoltore. Scoperti e recuperati antichi reperti di epoca romana nell’altopiano di Santa Teresa. Il sito, ora, diventa un campo scuola per archeologi, grazie alla collaborazione con l’università D’Annunzio.

Lanciano, al via il I Festival Nazionale di Fisarmonica Rosa De Marco  Lanciano. L’associazione Gruppo Tradizioni Popolari,  dopo aver dato i natali alla Fisarmonica nel mondo, si accinge ad affrontare un’altra dvertente sfida per appassionati del settore, in quest'occasione rivolta ai fisarmonicisti italiani. Sono previsti previsti circa 150 partecipanti.

CULTURA: LAVORATORI, 'TAGLI REGIONE METTONO A RISCHIO ... L'AQUILA - "La politica della Regione Abruzzo che, dal 2008 a oggi, ha tagliato fino al 78% i fondi per la sopravvivenza della cultura in Abruzzo, fa perdere alla regione risorse e posti di lavoro, in un momento di drammatica crisi come quello che ...

La costa dei trabocchi accoglie la IV edizione di 'Over the Cover'  Il festival musicale che ricerca e promuove i protagonisti della scena emergente abruzzese (in particolare dell'area frentana in provincia di Chieti) è organizzato dall'associazione culturale Over The Cover, con il patrocinio del Comune di Rocca San ...

Torna l'allegria con Ficarra & Picone: nuovo show del duo comico a ... Ficara e Piccone . E' di nuovo l'Associazione culturale "Samarcanda" che porterà in Abruzzo Ficarra & Picone. Il noto duo comico presenterà lo spettacolo "Apriti cielo", un nuovo lavoro che ha già fatto registrare un pò dovunque successi e applausi...

Francavilla, a Palazzo Sirena la mostra personale di Loriana Valentini    Francavilla al Mare. Verrà inaugurata il 23 luglio alle 19, nella Sala Ovale di Palazzo Sirena a Francavilla al Mare, la personale di Loriana Valentini, curata dal critico d'arte francavillese Massimo Pasqualone. ...

Martinbook Festival 2012: stasera spazio agli artisti locali, con un binomio musica-libri    Martinsicuro. E’ Martinbook Festival a Martinsicuro fino al prossimo 21 luglio. Ogni sera nella città truentina tanti appuntamenti con la cultura, incontri con autori, dibattiti. Dopo l’Anteprima alla Torre Carlo V, stasera lunedì 16 luglio, il Festival apre ufficialmente i battenti alle 21,30 sul lungomare Europa, presso la rotonda Las Palmas. ...

.Francavilla, successo per 'La Passeggiata Ottocentesca' “Noto sempre con grande piacere l’entusiasmo che mette Maria Rosaria in queste iniziative ed il suo amore per questi posti. Vedo una buona presenza di pubblico in un palcoscenico che rimanda al Cenacolo michettiano. Questo parco è un posto immerso nel verde a pochi passi dal centro cittadino, pochissimi posti riescono ad esprimere questo”............ 

Sui luoghi della battaglia di Pizzoferrato CON ANTONY WIGRAM E I PATRIOTI DELLA MAIELLA Il Sindaco Nicola Tarantino e la Banda di Pizzoferrato accoglieranno Anthony Wigram, che tornerà nei luoghi in cui perse la vita il padre – il maggiore Lionel Wigram - il 3 febbraio 1944. Anthony aveva allora solo otto anni. Adesso ha deciso di tornare in Abruzzo insieme a figli e nipoti per “trasmettere alle nuove generazioni la memoria di quelle vicende e di quel periodo storico”. .....

L’orchestra Sinfonica Abruzzese chiude la Settimana Mozartiana Chieti L’Orchestra Sinfonica apre la Maratona Mozartiana dell’ultimo giorno della kermesse estiva della città di Chieti. Questa sera Concerto Sinfonico della Maratona Mozartiana (ore 21.30) è affidato all’Orchestra Sinfonica Abruzzese sul palco insieme a Danilo Rossi, viola solista........

Musei aperti Giulianova: apprezzamento dei turisti »   Giulianova: Più che buona l’affluenza registrata nelle strutture museali del Centro storico, la Cappella de Bartolomei, il Museo Archeologico del torrione “La Rocca”....

Roseto opera prima” – 17° ciack  Roseto - (di Carlo Di Stanislao) - Dal 19 al 28 luglio, si svolgerà la diciassettesima edizione della rassegna cinematografica Roseto Opera Prima, con sette film in concorso, selezionati dal direttore artistico Tonino Valeri ed un incipit (giovedì 19) composto dalla proiezione del film trionfatore [...]

Martinbook: serate di arte, libri, incontri Martinsicuro - Il Martinbook Festival torna da domani al 21 luglio con sette serate di arte, musica, libri, incontri con autori. Un programma ricco di appuntamenti con la cultura nelle sue molteplici espressioni, dove l’intrattenimento e lo svago si intersecano con dibattiti e momenti di riflessione. [...]

Musica, sagre e danza nel cartellone estivo di Montorio al Vomano  TERAMO - Non ci sarà di che annoiarsi nei prossimi tre mesi a Montorio al Vomano e ce ne sarà per tutti i gusti. L'assessorato alla Cultura dell'amministrazione comunale...

Miguel Angel Zotto e il Sexteto Viento de Tango al Teatro D’Annunzio di Pescara PESCARA -  Oggi, 17 luglio 2012,  alle ore 21.30 presso il Teatro  Monumento Gabriele D’Annunzio di Pescara  una serata di grande tango, all’insegna delle note di Astor Piazzolla e delle atmosfere proprie della musica argentina,con Miguel Angel Zotto e il Sexteto Viento de Tango....

Città Sant’Angelo, “Premio Territorio Abruzzo”: al via la fase espositiva  PESCARA – Tutto pronto per le mostre fotografiche di Fondazione ARIA : sta per iniziare infatti  giorni la  fase espositiva del “Premio Territorio Abruzzo”, il primo concorso fotografico lanciato dalla  Fondazione Industriale Adriatica, destinato agli studenti della regione, con la direzione artistica di Achille Bonito Oliva..... 

A Ortona la Mostra: La natura è Mobile, L’arte dell’intreccio Ortona Si tratta di una esposizione di modellini raffiguranti monumenti e strutture storiche locali, nazionali e internazionali, realizzati con materiali poveri quali rami di ulivo, canne e giunchi. Dal Castello Aragonese ai trabocchi, dal Castello di Crecchio fino alla Torre Eiffel e al Colosseo, i modelli in esposizione interpretano i caratteri fondamentali di questi monumenti, ne presentano le ricostruzioni nel tempo, ed insieme a volte assumono la funzione di veri e propri diorami in piccolo......
Pescara, al Museo Colonna la Mostra ‘Il Sentimento della Natura PESCARA – Il  Museo d’Arte Moderna Vittoria Colonna  di Pescara festeggia il suo decennale con la mostra intitolata ‘Il Sentimento della Natura’.Grandi Pittori abruzzesi al tempo dell’Italia Unita’ , che vede la presenza di 105 opere di 22 artisti, da Celommi, a Patini a Francesco Paolo Michetti, sino alla scoperta di Paolo De Cecco, poliedrico, capace di passare dalla musica alla pittura passando attraverso l’agricoltura...... 
Pescara, Mediamuseum: “Apoteosi dell’Ovvietà PESCARA  Oggi,26 giugno alle ore 16.00, presso il Media Museum, in  Piazza Emilio Alessandrini, 34 a Pescara , sarà inaugurata la mostra di Antonio Cremonese intitolata : “Apoteosi dell’Ovvietà…. “. L’esposizione rimarrà aperta fino al 5 luglio 2012.......

 

                               

 
 

                                                                                                                                                                                                               


 

L'ANGOLO DELL' EMIGRATO

 

La comunità italiana in Brasile tra gli anni 30-40, Matteo San Filippo (n/ro 6)

Negli anni trenta giungono dall’Italia tra i 1.000 e i 1.700 immigrati, cifre che non bastano a sopravanzare i rientri, cosicché gli effettivi della comunità italiana scendono da 435.000 nel 1930 a 325.000 nel 1940. Nel decennio successivo poi la guerra e il secondo doloroso dopoguerra impediscono un’immediata ripresa dei flussi migratori. D’altra parte la crisi dell’economia brasiliana è accompagnata da quella politica e il paese non sembra offrire speranze di un facile inserimento.

Al termine degli anni venti la vecchia oligarchia è infatti in difficoltà, mentre si accentuano gli scontri tra il personale politico, amministrativo e militare e s’inaspriscono i contrasti tra i singoli stati. Nel 1930 Julio Prestes, candidato della previa amministrazione, vince le elezioni presidenziali contro Getulio Vargas, governatore dello stato del Rio Grande do Sul e rappresentante di un nuovo movimento politico, Alliança Liberal. La vittoria è, però, frutto di brogli elettorali e i seguaci di Vargas depongono il presidente, sostituendolo con il loro leader. Si tratta di una sorta di seconda rivoluzione che viene confermata dalle elezioni del 1934. A questo punto Vargas promulga una nuova costituzione, che rafforza il potere del governo federale e che gli permette di eliminare l’opposizione e di riorganizzare il paese come uno stato corporativo, simpatizzante con Italia e Germania.


Alla fine il regime di Vargas è costretto a schierarsi a fianco degli Stati Uniti contro l’Asse, come del resto avviene anche in altri paesi dell’America Latina, ma non muta le proprie caratteristiche nonostante che i tempi non gli siano più così favorevoli. Nel 1945 una forte mobilitazione spinge i militari ad indurre Vargas a dimettersi e a sostituirlo con il generale Enrico Gaspar Dutra, già suo ministro della guerra. L’ex presidente resta tuttavia nell’arena politica come senatore. Due anni dopo il governo sopprime il partito comunista, ma non riesce a pacificare il paese.
Le convulsioni politiche brasiliane, unite al restringimento delle entrate, pesano sulla comunità italiana. Questa, per esempio, paga la politica estera di Vargas, che nel 1942 proibisce l’uso, persino a casa, delle lingue dell’Asse. Inoltre negli anni trenta esplodono le divisioni generate dalla questione fascista.


Nel decennio precedente gli italiani in Brasile si erano sostanzialmente disinteressati di quanto accadeva nella Penisola, nonostante la creazione sin dal 1923 di fasci brasiliani. Dopo il 1930 il regime di Mussolini penetra invece tra gli strati superiori della comunità emigrata e ottiene progressivamente il controllo della stampa italiana. Tuttavia la scelta stessa del personale dei fasci e di quello dei consolati, spesso volta a premiare l’impegno propagandistico senza alcun criterio qualitativo, non permette alla propaganda fascista di avere un’ampia adesione di massa: al sedicesimo anniversario della fondazione del fascio di San Paolo partecipano meno di duemila persone. Inoltre il tentativo dei consoli fascisti di impadronirsi delle associazioni italiane provoca, almeno inizialmente, un moto di ripulsa, in particolare da parte di quelle a base regionale che vogliono mantenere le proprie caratteristiche, anche contro una generica italianità.
In ogni caso la presenza dei fasci e il nuovo orientamento della stampa italiana moltiplica le divisioni all’interno della comunità e la espone alla critica della società ospite. Gli scontri tra italiani e la loro divisione per linee politiche e sociali violentemente contrapposte sono infatti biasimati dai giornali brasiliani. Questi inoltre, pur essendo genericamente favorevoli al regime fascista in Italia, temono che i suoi rappresentanti moltiplichino in Brasile i richiami all’italianità degli emigrati, contrastando così la politica di Vargas tendente ad amalgamare la popolazione brasiliana.


In effetti, al di là delle divisioni politiche, la comunità italiana in Brasile ha un forte senso delle proprie origini: nel 1940 pochissimi, soltanto un decimo, sono naturalizzati. In compenso molti parlano ormai correntemente il brasiliano e si sono adattati alla cultura locale, tranne che in alcune aree della frontiera agricola. L’omogeneità e il mantenimento delle radici italiane in queste situazioni sono probabilmente dovuti al forte invecchiamento della comunità. Questa infatti è composta per oltre i due terzi da immigrati di prima generazione, che hanno più di cinquanta anni. I più giovani, in particolare se maschi, iniziano invece negli anni trenta a sposarsi con brasiliane o con donne di altri gruppi immigrati, rinunciando a un’endogamia d’altra parte ormai difficile da conservare, anche se la comunità è abbastanza equilibrata nel rapporto tra i sessi (91 donne per ogni 100 maschi).di Matteo Sanfilippo , dal sito web ASEI

  
 
 
Bid, Buy and Sell on eBay
 

                                                                                                                                                                                                               

 

 

L'ITALIA E GL' ITALIANI

 
 

                                                                                               

 

''SEMI''

 

(nel paese dei bonzigonzi)

 

pino cervello fuso indifeso

tenero allegro talmente

disperato da legarsi al palo

del telefono come ulisse dice

che disse a nessuno – a nessuno

più parlo e telefono

ma poi s’alza in volo – poi –

goffo gabbiano grasso e ride

ride di gusto: che bonzi gonzi siete

che vivete nel paese degli sprechi e dei balocchi – attenti!

che vi porteranno via tutti divisi e fusi

come me che – orbo di verità e senza un occhio –

chiamano tutti pinocchio

 

sono l’unico ormai che dall’alto può cantare

nel berlusconistan nel berlusconistan

esplodi seme esplodi e fammi sentire

fammi sentire il suono della vita che

rinasce e rinasce nel micro e nel macro

non voglio più sentire urla di ignoranti

morsi sibili e sterco onnipotente

in groppa a salmi cornacchie e bla bla

di delinquenti seduti in parlamento

leniti solo da versi di comici e cantanti

 


                                                                                                         
*
immagini di bianco e luce
su ali resistenti nella carne
che riportano alla prima
fonte mai perduta di vita
 
campi di neve al sole che
une coperta ponevano tra
fame del presente e futuro
promessa sotto la neve pane
 
affido a voi il pianto di questa
che cerca ancora testarda
rinnovati madri e padri al croce
via tra questi sassi chiusi e proci
 
con folli ulisse e mille penelopi
nere che sanno i lampi e canti
i riti e miti d'amore indomiti
che coltivano ancora senza semi

Adam Vaccaro
 
*Stralcio da Semi, poemetto inedito, inserito oltre che in rete in una raccolta antologica curata da Gianmario Lucini per CFR Ed., col titolo L’impoetico mafioso.
 

 
Yahoo! Small Business

                                                                                                                                                                      

                                                                                                                                                 

                                                     
                                            

 

ALCUNI  EVENTI IN ITALIA NEL MESE DI LUGLIO

 

Ridi Torino e dintorni.  2012.  Tutte le iniziative di questo evento che farà di Torino una vera e propria città della comicità e della risata........
Valle d'Aosta.Festa Internazionale di Musica, Arte e Cultura Celtica  Questa frase accoglie tutti coloro che entrano nel secolare bosco del Peuterey, in Val Veny, il cuore di Celtica.............

Milano  Le selezioni ed i provini per il Grande Fratello 2012/2013  Di seguito il calendario contenente le date e le città che ospiteranno i provini per la decima edizione del Grande Fratello. Ripartono quindi gli open casting per "Grande Fratello 12 "!

Venezia. Festa del Redentore a Venezia. Tutto sulla Festa del Redentore 2012 a Venezia del 16 e 17 luglio 2012 La Festa del Redentore è tra le festività più sinceramente sentite dai veneziani, in cui convivono l'aspetto religioso e quello spettacolare, grazie al fantasmagorico spettacolo pirotecnico che, la notte del sabato, attrae migliaia di visitatori....

Il Palio di Feltre. Venezia Giulia. Tutto quel che c'è da sapere sul Palio di Feltre. Non è un solamente un drappo. Non è per un semplice pezzo di stoffa che i quattro Quartieri del comune si sfidano in varie prove di abilità per le quali si preparano per un intero anno. Il Palio di Feltre, che dal lontano 1986 viene svolto da artisti di fama internazionale.........

Ravenna Festival. Concerti ed eventi musicali a RavennaI percorsi tematici di Ravenna Festival, giunto alla sua XXIIa edizione, ci condurranno nel mondo della fiaba, intesa come narrazione fantastica, affabulazione, luogo elettivo dove si dispiega la fantasia, la capacità propria da sempre dell’essere umano di immaginare mondi paralleli dove altre siano le leggi e le regole, luoghi segreti ove rifugiarsi e sognare..........

Lucca Summer Festival, concerti estivi in Toscana. Arte e turismo. Ogni anno, il Lucca Summer Festival, si riconferma come uno degli appuntamenti maggiori riguardanti la musica in Italia. Come tutti gli anni, i protagonisti della manifestazione, sono i big internazionali e i musicisti più acclamati del periodo.....

Roma. Rock in Roma la musica rock nella capitale. Da luglio la grande musica ritorna all’ Ippodromo delle Capannelle con la rassegna Rock in Roma. Scopri tutti gli eventi che sono in programma e acquista subito il tuo biglietto! .........

Castelfidardo. Festival Internazionale della Fisarmonica di Castelfidardo Summer Edition.  Per l’edizione Summer ci concentriamo nel periodo che va dal 23 al 26 luglio. Quattro giorni dedicati alla musica di alta qualità in cui i protagonusti saranno tutti gli strumenti d’eccellenza ed in particolare la fisarmonica nelle sue molteplici declinazioni.....

Assisi. Flower Film Festival ad Assisi. Sarà la città di Assisi, il grande schermo ideale del Flower Film Festival, la Rassegna Cinematografica Internazionale dedicata ai mille volti della natura e ai suoi abitanti.   Ideato e promosso da Barbara Cannata, presidente dell'Associazione Palladium Productions, il Flower Film Festival rappresenta una preziosa occasione di riflessione, di approfondimento e di confronto sul rapporto uomo-natura, sulla salvaguardia dell’ambiente, e su modelli di vita più consapevoli ed ecosostenibili..........

Giffoni.  Giffoni Film Festival.  Il festival rappresenta da oltre 35 anni un banco di prova per la produzione destinata ai bambini, ai ragazzi, agli adolescenti. Luogo ideale per vivaci confronti tra produttori, autori e distributori, ma anche tra l'universo produttivo e il pubblico di riferimento, il festival promuove la conoscenza e la diffusione di prodotti di alto valore artistico......

Catanzaro. Catanzaro ed il suo Santo Patrono  ricordato con una tradizionale processione I fedeli di Catanzaro sono legati profondamente al santo, che è Patrono della città, invocato particolarmente in difesa contro pubbliche calamità e nei terremoti. Ogni anno si celebra la festa patronale il giorno 16 luglio, preceduta da un novenario di preghiere e di predicazione. .....

Picerno. Le selezioni ed i provini per il Grande Fratello 2012/201. Di seguito il calendario contenente le date e le città che ospiteranno i provini per la decima edizione del Grande Fratello......

Palermo. Il Festino di Santa Rosalia a PalermoTutto sul festino di Santa Rosalia a Palermo. La Festa di Santa Rosalia in dialetto "'u fistinu" si svolge tutti gli anni nel corso del mese di luglio a Palermo. Le origini di questa celebrazione risalgono al 1624 quando la città di Palermo, martoriata dalla peste e la sua popolazione si affidavano invano alle sante protettrici della città: Santa Cristina, Sant'Agata, Sant'Oliva e Santa Ninfa.....


Eventi del mese d'agosto in Italia

 

 


 
 
 Yahoo! Small Business