Voxtreme.com Shared Hosting

MONTORIO NEI FRENTANI
 
   Popolazione di Montorio nei Frentani : 572
 Prefisso0874 Codice CatastaleF689
 
Codice Istat070047       Superficie31,70 Km²
Densità15 abitanti/Km²     Altitudine654 m s.l.m.
 
 Tel 0874 826132    Fax 0874 826944
Codice Fiscale 00070150701
 
Mappa di Montorio
 
Il Sindaco e l'Amministrazione Comunale
 
 
Generalità :
Montorio nei Frentani è un piccolo comune di 478 abitanti della provincia di Campobasso distante circa 35 km dalla costa molisana. Il paese di origini antichissime apparteneva alla contea di Larino e successivamente a quella di Loritello nel periodo normanno. Durante la seconda guerra punica III secolo a.C. il territorio di Montorio fu oggetto di numerose lotte tra Fabio Massimo e Annibale.Con il crollo dell’Impero romano le popolazioni per sottrarsi alle invasioni barbariche, si raggrupparono nello stesso territorio, dove poi nacque il paese attuale. Qui furono costruite le prime abitazioni, intorno al castello e alla chiesa già esistenti, che facevano parte del sistema di difesa studiato da Vito Avalerio e dai De Molisio, entrambi conti normanni, come appare nel Catalogo borrelliano intorno al secolo XII. Montorio così entrò a far parte della Contea di Molise e fu feudo dei De Molisio fino al secolo XIII.
 
Cognomi :
ADOVASIO 2 * ALBINO 2 * ARMENDI * BATTISTA * BELLUCCI * BELPULSI * BERARDI 3 * BLANCO * BRUNO * BUCCI 7 * CARFAGNINI 8 * CASTALDI * CERCE' * CHIAVARI * CHIAVARO * CIAVARELLA 3 * COLANTONIO 11 * COLECCHIA 3 * CONSOLO 2 * CORBO * COTICONE 2 * CUPELLO CASTAGNO * D'ALOIA * D'AMBROSIO * D'ERMES * DE BLASIIS * DE IULIS * DE LILLO 2 * DE LUCA 3 * DE NOTARIS * DE SIMONE 3 * DEL ROSSO * DELLA ROCCA 4 * DI BIASE * DI DODO * DI IORIO CARFAGNINI 5 * DI MARCO * DI MAULO 2 * DI MICHELE 2 * DI MUCCIO * DI RIENZO * DI STAULO * DI STEFANO 2 * DI TULLIO * DOGANIERI 2 * FALASCA 2 * FALSETTI * FASCIANO 2 * FIORILLO * FRANCHILLI * GLAVE * GRECO 13 * GRIMALDI * IACOVINO * IAMONICO * IOCCA 3 * IULIANO * LEMME * LEPORE * LIGUORI * MACCHIAGODENA * MACCIOLA * MANCINI 6 * MANNA 5 * MARCUCCI * MASTANDREA * MAZZALONGA * MEGLIO * MOLINO 7 * MONTANARI 2 * MONTANARO 6 * MORIELLI 5 * MUSACCHIO * NAVE * NICODEMO 5 * OCCHIONERO CARFAGNINI * OCHOA OSPINA * PADRONO * PALLOTTA 2 * PAPPALARDI 4 * PATRONI GATTO 3 * PAULOZZA 5 * PERROTTA * PETRARCA * PETRELLA 3 * PETTI 3 * PICA * PIETRANTONIO DI STAULO * PIETRAROIA 2 * PONTE 2 * RAIMONDO 10 * RANELLUCCI * RICHETTA * RINALDI * RISO * ROMANO DI STAULO * RUBINO * RUOCCO * SALLUSTIO * SANSONETTI * SEBASTIANO * SELVAGGIO 2 * SFORZA * SILVERIO * SPEDALIERE 9 * SPEDALIERI 2 * VERRATTI * VESPA * VINCELLI 2 * ZAMPELLI * ZAPPONE *

I dieci Cognomi più diffusi a Montorio
 
Un p di Storia

In tutto l’agro si ritrovano resti d’epoca preistorica e storica. Nella seconda guerra punica l’agro montoriese fu teatro di scontri tra Annibale e Fabio Massimo. Successivamente alla caduta dell’Impero Romano e per sfuggire alle invasioni e alle devastazioni dei barbari, nuclei di abitanti, prima dispersi per tutto l’agro (Piano Pagano, Gerione, S. Michele, ecc.), si riunirono per difendersi nell’attuale sito di Montorio ed ivi costruirono le prime case, raggruppate intorno alla Chiesa e al Castello.  Quest'ultimo, del tipo "a vedetta", ed ora trasformato in palazzo, faceva parte del sistema difensivo organizzato dai conti normanni (Vito Avalerio e de Molisio) per la tutela dei loro domini.
 
Il nome del paese ha due possibili origini: “Mons Aureus” o “Mons Taurus”. Da uno di questi due nomi venne fuori “Montorius”, mentre l’appellativo “nei Frentani” fu di seguito aggiunto con un Regio Decreto del 1864 per distinguerlo da altri comuni situati al di fuori del territorio regionale questa scoperta porta la data del 1969. Sotto il dominio dei Longobardi, Montorio nei Frentani appartenne al ducato di Benevento e nel XII secolo risulta proprietà delle famiglie di Enrico Cena e Vito Avalerio. Poi ne furono padroni i De Molisio fino al XIII secolo.

Fatto d'importanza storica fu la conquista di Montorio nell'ottobre del1462 da parte di re Ferrante d'Aragona, al tempo della lotta dinastica contro Giovanni d'Angiò. Il Borgo subito aprì le porte, ma la Rocca o Castello si arrese dopo qualche giorno. E' di quel periodo l'insediamento nel Borgo di un gruppo di profughi greco-albanesi scampati alle stragi ottomane. Così pure, è da ricordare la rivolta popolare contro i soprusi del feudatario di metà sec. XVI, detta "del muro rotto". In questa epoca il paese ebbe un primo sviluppo sociale ed economico, come stanno a dimostrare le costruzioni di cappelle, come quelle della Ss. Annunziata, di Santa Caterina d'Alessandria e dei SS. Marco e Lazzaro. Seguì la depressione del secolo seguente, fino ad arrivare alla benemerita feudataria, Sinforosa Mastrogiudice, maritata Ceva-Grimaldi, che all'inizio del '700 fece di tutto per far risorgere il paese, ridotto in misere condizioni a causa dell'epidemia di peste del 1656 e del terremoto del 1688.
 
&&&&
 
Founded in Lombard times, first it belonged to the county of Larino the in the Norman period (11th century) passed to the County of Loritello. Among the first feudal lords recorded in history were Vito Avalerio and Enrico Cena. The fiefdom passed then to the De Molisio in the 13th century, the Di Capua De Raho (16th century), Castelletti and finally Ceva Grimaldi. In the 19th and 20th centuries this center suffered most emigration of all the places in Molise: after 1866 most of them went to Argentina (some hundreds people) then after the First World War to the USA, and in the 1950's over 2,000 left for Canada, and other hundreds to Northern Italy and Europe.
 
Santo Patrono : San Costanzo

La festa in onore di San Costanzo rievoca la traslazione delle reliquie del santo giunte a Montorio nel 1742 e al viaggio sono legati numerosi aneddoti. Il primo racconta dei buoi che assetati stavano per cedere, quando nei pressi di Montorio, come per miracolo, sgorgò l'acqua dal suolo che permise agli animali di riprendere forza ed energia. Una volta esposte le reliquie in chiesa, una giovenca, che era stata offerta al santo, si pose in genuflessione sulla gradinata della chiesa senza curarsi di coloro che cercavano di distoglierla.
 
Nel periodo giugno-luglio si tiene una mostra archeologica-fotografica. Altre mostre culturali sono organizzate dall'Associazione Culturale "Mons Aurens". Una ricorrenza tradizionale è la "Sagra delle Pannocchie" che si tiene la seconda domenica di agosto.
 
 
Chiesa Maria Assunta :
 La chiesa di Santa Maria Assunta è stata edificata nell'area dove un tempo vi era una vecchia chiesa medievale che crollò definitivamente nel 1656.
Di questa chiesa ad una sola nave residua l’acquasantiera, vicino al primo pilastro a destra.
E’ composta da parti di varia provenienza; base triangolare a tre facce con girali di stile classico; fascia cilindrica a foglie continue trilobate; colonna-anfora; vasca a forma di margherita, all’interno sono scolpiti quattro pesci.
Fu ricostruita nel 1731 per volere del vescovo Tria, che orgogliosamente affermò che fosse una delle più belle della diocesi. Assoluta è la preminenza rispetto agli edifici circostanti, tra cui non spicca alcun palazzo, ma solo semplici residenze nobiliari. Costruita a tre navate, è lunga m. 28, larga m.17, alta in media m. 10 con una superficie di mq. 480. A fianco è rimasto il vecchio campanile in pietre squadrate che è stato ingrandito nel 1727.

All’interno sono custodite molte opere d’arte: delle tele d’altare che sono dedicate all’Immacolata Concezione, all’Addolorata, dove prevalgono i colori dai toni scuri, alla Madonna del Purgatorio, dove le figure sono legate idealmente da una linea che parte dalla Vergine e, seguendo i movimenti delle braccia e lo sguardo dei due angeli, esecutori della sua volontà, termina nella figura del peccatore che tende le braccia verso uno degli angeli, infine quella dedicata alla Sacra Famiglia nella cappella dell’Annunziata. Mentre nei medaglioni situati nella navata centrale, sono raffigurati quattro Profeti e gli Evangelisti. Annunciazione del Barocci (1600); inoltre abbiamo una tela dell’Assunta dello Zingaro, una tela di S. Caterina d’Alessandria, la statua in pietra di S. Michele il coro in noce e l’organo a mantice (1799).
 
 

 

Links su Montorio
 
 http://www.enit.it/comuniris.asp?ID=11701&Luogo=MONTORIO+NEI+FRENTANI
http://www.viamichelin.com/viamichelin/fra/dyn/controller/mapPerformPage?strLocation=Montorio+nei+Frentani&strCountry=eur

http://www.enit.it/museiris.asp?ID=11701&Luogo=MONTORIO+NEI+FRENTANI

http://www.comuni-italiani.it/070/047/
http://www.comuni-italiani.it/070/047/meteo.html
http://www.portaleitalia.net/montorioneifrentani.htm
http://groups.google.com/groups?hl=it&lr=lang_it&group=it.politica.pds
http://www.portaleitalia.net/montorioneifrentani.htm
http://www.associazionerecycle.it/bm+annunci+insc/orhuyl-Montorio+nei+Frentani+annunci.php
http://www.pagus.it/comuni/montorio/
http://www.abruzzoforum.com/forums/chieti/messages/413.html
http://www.amiciriuniti.it/index/qfm/fuseaction/registrationStep4/catalog_id/38781
http://surnamesbytown.com/Italy/campobasso/montorio.html
http://www.pagus.it/progetto/comuni/montorio/
http://www.rasbank.it/rb/home.jsp?sez=
http://www.ras.it/rs/home.jsp?sez=
http://www.turismonelweb.it/Regioni/Molise/Campobasso/Montorio%20nei%20Frentani.asp
 
 
I Monumenti :
 Sotto l'aspetto urbanistico-monumentale, l'abitato è costituito dalla Terra Vecchia o Rocca e dal Borgo Murato, entrambi muniti di torri e porte di accesso ancora visibili. Di queste, le più importanti sono: Porta Falsa, Porta S.Pietro o Magliano, Porta Larino o S. Sebastiano. Interessante da vedere è anche il Palazzo Magliano, costruito nel 1736, quale tipico esempio di casa signorile dell'epoca. Da visitare anche la Fontana Nuova, costruita nel 1775 per approvvigionare di acqua la popolazione.
La chiesa parrocchiale, dedicata a Santa Maria Assunta, è stata ricostruita nel 1738 nell'area della vecchia chiesa medievale. Costruita a tre navate, è lunga m. 28, larga m.17, alta in media m. 10 con una superficie di mq. 480. Il vescovo dell'epoca mons. Tria a tal proposito sosteneva: "è riuscita una delle più belle e distinte chiese della diocesi, restando a piedi del lato sinistro del suo ingresso l'antico campanile, fabbricato tutto di pietre quadrate". Il campanile, dapprima distaccato dalla chiesa, è stato ingrandito nel 1727 .All'interno di detta chiesa si possono ammirare dodici tele di Paolo Gamba; un quadro di Teodoro d'Errico raffigurante l'Annunciazione, quello dell'Assunta, di pregevole scuola seicentesca e l'altro di santa Caterina d'Alessandria di autore ignoto, ma rilevante per la storia del rito greco nella nostra zona. Vanno anche ricordate altre opere, quali: la statua in pietra di San Michele; il coro in noce; l'altare maggiore di marmi policromi che custodisce il corpo di San Costanzo M. ed infine un organo a mantice del 1779
  
 
 
Palazzo Magliano :
 Il palazzo Magliano e’ collocato nel borgo antico fra le abitazioni.
Non si sa con certezza quale sia la data di edificazione della struttura dato che l’unico documento e’ un’iscrizione in latino collocata sull’architrave della porta d’ingresso, 1737.
Una seconda iscrizione, A.P.M presente sulla finestra del loggiato, riguarda coloro che commissionarono la costruzione del palazzo.
Il palazzo Magliano e’ un esempio di dimora nobiliare di orgine medioevale, che nel corso dei secoli ha subito delle trasformazioni. Vista la presenza delle mura a scarpa e’ possibile ipotizzare che la struttura un tempo era parte di un sistema difensivo-residenziale; le trasformazioni purtroppo hanno alterato l’aspetto.
La sua originaria funzione difensiva e’ evidenziata dal fatti che il palazzo venne costruito sulle antiche mura di cinta di Montorio nei Frentani.
La denominazione del palazzo deriva dal nome di Domenico Magliano, appartenenente ad una famiglia illustre, presente nel paese gia’ dal 1714 e residente nella zona denominata "terra vecchia".   Al palazzo si arriva dopo aver percorso i vicoletti del centro storico. La struttura e’ a pianta quadrangolare e si eleva su due piani. Il portale originario e’ stato rimpiazzato da una semplice porta sormontata dall’antico arco a tutto sesto, decorato da motivi geometrici nonche’ dallo stemma di una delle famiglie che possedettel’edificio. La facciata presenta tre balconi in corrispondenza del piano nobiliare ma anche un secondo ingresso. Nella parte posteriore della struttura e’ presente una balconata sostenuta da tre archi a tutto sesto. Dell’antica struttura e’ possibile ancora osservare le basi a scarpa e una torre. La parte più adeguatamente conservata include una sorte di atrio che conserva una rco a tutto sesto e una scalinata che permette di raggiungere i piani superiori. Internamente, l’edificio non e’ visitabile dato che e’ abitato da famiglie.
 
Negozi e Imprese a Montorio      Imprese a Montorio
 
Ristoranti a Montorio      Bar e Pub
 
Il Meteo a Montorio      Calcio
 


 I M P A R O    L' I T A L I A N O !


30% to 60% OFF at VistaPrint.com

Corso privato d'Italiano destinato a Voi che siete nati all'estero.

Durata: 20 ore; una volta o due alla settimana.

Corso  preparato da Comunicazione Molisani..

 

Siete voi che sciegliete il giorno e l'ora del corso.

Il corso vi é insegnato via internet utilizzando MSN messenger ou Skype

Costo del corso: 15 dollari a l'ora = 300.00$$ canadesi.

Pagamenti col sistema PayPal ( http://www.paypal.fr/fr )

o con un assegno, certificato dalla banca.

Beneficiario: Amicomol 5110 Chambord,apt.105, Montréal,Qc. H2J  3N5 .

Per contattarmi : masfrakal@videotron.ca oppure business@amicomol.com

 Tel. 514 750 8993 // oppure 514 913 8562

 

http://www.paypal.it/it

 
 
Informazioni diverse
 
GENEALOGIE MARE NOSTRUM :: Leggi argomento - Mastrogiudice
9 post - 3 autori - Ultimo post: 9 dic 2006
La famiglia Mastrogiudice possedette in Molise il feudo di Montorio
 nei Frentani . Marino Mastrogiudice acquistò il feudo di Ripalimosani dal ...
 Famous peoples Birthdays for the 23rd December
 Jose Greco was born December 23, 1918 - December 31, 2000  Costanzo Greco
in Montorio nei Frentani, Italy.... He was a flamenco dancer and choreographer. ...
Arte - Gli artisti molisani del seicento-settecento
A Montorio nei Frentani esegue, tra il 1738 e il 1745, una serie di tele e
otto medaglioni, a soggetto biblico; a Sant’Elia a Pianisi lavora nel 1740 agli ...
Arte - Gli artisti molisani del seicento-settecento
A Montorio nei Frentani esegue, tra il 1738 e il 1745, una serie di tele e otto medaglioni,
 a soggetto biblico; a Sant’Elia a Pianisi lavora nel 1740 agli ...
Cultura - Il lupo mannaro
137 dell'appendice che riporta le notizie di cui allo scritto di su Montorio nei Frentani).
Giulio Di Iorio: "Il Natale: appunti per una festa" in "Molise ...
Associazione Italiana Città dell’Olio
Il comune di Montorio nei Frentani rientra nella denominazione di origine
protetta “Molise”. Per la produzione dell’olio extravergine di oliva a ...
Antico Casato Morielli - La Storia
Le origine dell'Antico Casato risalgono a '600 dalla zona detta Frentani.
 produttori d’olio sin dalla fine del 1600 in Montorio nei Frentani. ...
Casacalenda - Gerione
Nel 1456 un terremoto colpì questa zone e la maggior parte degli abitanti superstiti
 si rifugiarono nei castelli di Montorio nei Frentani, Casacalenda, ...
canti.molisani
Nella giornata mariana, negli anni '50 dal vicino paese Montorio nei Frentani,
 mentre le ragazze dell'Azione Cattolica andavano al santuario col pulman, ...
 
Informazioni ?  informazione@amicomol.com