PETACCIATO



CENNI STORICI
Petacciato deriva dal nome "Civita potatius", nel 1274 il feudo era sotto il potere di Godeffroy de Meliac, nel 1421 scampò alle scorribande di Corrado Lupo. Il paese lamentò ingenti danni e vittime. Nel XVII secolo, dopo essersi ripresa economicamente da assalti militari guidati dai Caldora che provocarono danni irreparabili, venne acquistata dal Duca di Celenza che garantì una acerta stabilità al paese. Architettura La parte architettonica più in vista per la sua importanza è la chiesa di San Rocco. Questa presenta nel suo interno delle absidi e nella torre campanaria i caratteri dell'architettura romanica. Questi risalgono al periodo della seconda metà del XIII secolo. Il campanile è diviso in due sezioni, la prima mostra un filare di quattro archetti pensili il cui ritmo è interrotto centralmente da una lesena, la seconda trova una divisione spaziale costituita da semipilastrini. Nella chiesa si trova anche una cripta risalente al XII-XIII secolo, tale cripta è divisa da rozze colonne con capitelli cubici dai quali partono le volte a crociera e inoltre presenta tre navatelle con altrettante absidi. Nell'agro di Petacciato, si può vedere l'imponente torrione che purtroppo è in uno stato di assoluta rovina ma mostra ugualmente la sua resistenza ai tempi. La torre ha una base quadrangolare con le mura leggermente inclinate e in altezza è completamente priva della parte terminale. Questa fu realizzata probabilmente tra il XII-XIII secolo. Infine il paese presenta l'interessante palazzo Battiloro, che era una residenza signorile rinascimentale.

FESTE E SAGRE
In occassione di Tutti i Santi, si tiene una fiera di merci e bestiame. A Maggio ed a Settembre vengono invece effettuate fiere di merci varie. Di particolare bellezza è il litorale di Petacciato il quale presenta una pineta di particolare bellezza. In queste zone vivono varie specie di animali come la tartaruga terrestre e alcuni uccelli come il Frattino e il Cavaliere d'Italia

Dalla marina di Montenero si giunge in breve a Petacciato. Questo paradiso sito nel bacino del torrente Tecchio in zona collinare si protende dolcemente fino al mare. Nel 1274 era feudo di Godeffroy De Meliac; nel 1421 il villaggio, scampato ai danni delle scorrerie turche e saracene, fu acquistato dal Duca di Celenza che vi garantì una certa floridezza. Lungo la costa con tanti chilometri di pineta e spiaggia inalterata, si è sviluppata Petacciato marina, ricca di eucalipti, percorsi ciclabili, aree pic-nic.

Monumenti da visitare
Chiesa di Santa Maria: Presenta caratteristiche dei XII-XIII sec. con influssi orientali; interessante è la cripta. San Rocco è il Santo patrono del paese ed è perciò che nel 1267 fu costruita in suo onore una chiesa con torre campanaria. Palazzo Battiloro: residenza rinascimentale di duchi e baroni, mostra boccatelli e merlature di riutilizzo che riconducono la massiccia costruzione alle sue origini medioevali.

Gastronomia e tradizioni
La sua vicinanza al mare ci consente di gustare il buon pesce dell'adriatico. Da non perdere il brodetto di pesce locale e i fusilli con la pescatrice ripiena. Un altro piatto della tradizione è le taccunelle a la mulnar semplice e gustoso che consiste in pasta fatta a mano maltagliata condita con pancetta di maiale e peperoncino rosso in polvere. Ma il fiore all'occhiello dell' arte culinaria petacciatese è la ventricina accompagnata dalle verdure di campo.
Il 16 Agosto si celebra San Rocco, patrono, che chiama a raccolta tutti gli emigranti residenti all'estero. D'inverno il 16 gennaio si rappresentano per le case e le vie del paese le Tentazioni di Sant' Antonio nove eremiti aiutati dagli angeli combattono con due diavoli quasi protagonisti di tutta la rappresentazione.


Petacciato Links
Spreadshirt Designer
http://www.guidabruzzo.it/petacciato.html
http://xoomer.virgilio.it/petacciato/
http://www.enit.it/comuniris.asp?ID=11705&Luogo=PETACCIATO
http://www.italyworldclub.com/molise/campobasso/petacciato.htm
http://www.abccampeggi.it/molise/cb/petacciato.htm
http://www.comuni-italiani.it/070/051/
http://www.comuni-italiani.it/070/051/siti/index.html
http://www.archart.it/archart/italia/molise/petacciato/thumb0001.htm
http://www.enit.it/museiris.asp?ID=11705&Luogo=PETACCIATO
http://www.itwg.com/city.php?COUNTRY=IT&CITY=4705
http://www.pagus.it/progetto/comuni/petacciato/srocco/index.htm
http://www.amiciriuniti.it/index/qfm/fuseaction/registrationStep4/catalog_id/38784
http://www.ospitalitalia.it/itinerario_scheda.php.id.28069
http://surnamesbytown.com/Italy/Towns/cbpetacc.html
http://www.molisecitta.it/comuni/petacciato.html
http://www.homelidays.com/EN-Holidays-Rental/190_Opt/1/9/27198.asp
http://www.pagus.it/progetto/comuni/petacciato/castello/
http://www.giroscopio.com/campeggi/campeggi_Petacciato%20Marina.htm
http://hotelroomsplus.com/italy/petacciato.htm
http://www.archart.it/archart/italia/molise/petacciato/img0005.htm
http://www.turismonelweb.it/Regioni/Molise/Campobasso/Petacciato.asp
http://www.kataweb.it/meteo/mare.jsp?CODICE=66&CITTA=PETACCIATO
http://www.pagineazzurre.com/go.php?id=MOL+2&action=3
http://www.tg5.it/meteo/previ_tempe/italia/loc_x_loc/comuni/com_14070051.shtml
http://www.comuni-italiani.it/070/051/mappa.html
http://www.ultrafitness.it/servizi,palestre,cb,petacciato.html
http://lnx.altromolise.it/modules.php?name=News&file=article&sid=8109
http://abruzzo2000.com/genealogy/archives/cb_comunifrazioni.htm


I TUOI GIORNALI !


AFFARI ITALIANI http://www.affaritaliani.it
Argentina
http://w3.diariohoy.net/inicio.html
Brasile
http://jbonline.terra.com.br/
Venezuela
http://www.el-nacional.com/
USA
http://www.washingtonpost.com/
http://www.refdesk.com/paper.html#natnews
Italia
http://www.refdesk.com/paper1.html#italy
Canada
http://www.refdesk.com/paper.html#canada
Australia
http://www.redesk.com/paper_a.html#australia
Molise
http://www.centroinfo.com/corriere
Quotidiano
http://www.quotidianomolise.it/
 

VOLTURNIA EDIZIONI E' in uscita nelle edicole molisane, per i tipi della Volturnia Edizioni di Cerro al Volturno (IS), il terzo numero del trimestrale di arte, cultura, letteratura, storia, tradizioni turismo altri Itinerari (anno II, n. 3, estate 2004) che - come per le precedenti uscite - si propone all'attenzione non solo dei molisani ma di quanti abbiano ancora forti legami con il Molise e vogliano mantenerne attraverso la conoscenza di aspetti peculiari legati alla storia, a personaggi singolari, alle emergenze artistiche, architettoniche, naturalistiche, paesaggistiche, in una parola, a tutti i luoghi altri ed interessanti della regione e di quelle limitrofe destinati ad turismo selettivo. Articoli giornalistici di taglio emozionale e corredo iconografico interamente a colori + sezione culturale intitolata Itinerari dell'Anima + Scaffale di recensioni librarie. Chi fosse interessato, può contattare la Volturnia Edizioni info@volturniaedizioni.com per ulteriori informazioni e ricevere eventualmente copia della rivista al proprio domicilio (disponibili anche i numeri arretrati). Info Tobia Paolone - Ida Di Ianni // Tel. /Fax + 39 0865.953593 // piazza S. Maria 5 // 86072 Cerro al Volturno // ISER – ITALIA


UN ‘ISOLA CROATA NEL CUORE DEL MOLISE
Testo di Ida Ianni

Montemitro
Un solo filare di pini introduce nel minuscolo paese di Montemitro, dopo un tour estenuante ma fascinoso, che dalla Bifernina, erroneamente intrapresa, mi ha condotta attraverso Lupara,Castelbottaccio, Lucito, Civitacampomarano, Montefalcone finalmente in questo luogo che si offre con informazioni turistiche in doppia lingua.
Cosí centro storico é stari grad, Chiesa di S.Lucia Sv Luca Crikva, municipio opcina, farmacia ljekami e impianti Sportivi sportsky centar. Arroccato su un poggio, un dedalo angusto di stradine che si percorrono a stento con una utilitaria, un vento forte scuote le chiome spoglie degli alberi. In basso il letto del Trigno disteso nella sua veste invernale. Nella ospitale casa di Franco e Franca, di cui sono stati a loro volta Antoni e Vesna, montemitrano lui, croata lei. Un discorrere intenso, piacevole, da cui apprendere anche qualche termine. Palako, il primo tra questi, termine che significa “piano” e che pronunciato due volte, significa “lentamente”, cioé a piccoli passi, con gradualità. Antonio, montemitrano, con origine agnonese (il cognome Sanmartino non lascia equivochi), dallo scorso settembre 2003 é stato eletto Console onorario croato per il Molise e dunque la sua casa é a tutti gli effetti “terra croata”, vale a dire terra straniera. In essa Vesna, tratti piacevolmente slavi, dice di trovarsi a vivere “da straniera” nella propria terra. Un pó difficile da capire se non si é a Montemitro, ad ogni modo é bellissima la tensione dialettica che si innesca a questo riguardo.
A cinquecento anni di distanza – tanti gli anni che separano il fenomeno migratorio che dalle coste della Dalmazia, attraverso l’Adriatico, raggiunse le colline del Molise e costituí una piccola isola linguistica nei paesi di Montemitro (Mundimitar) , Acquaviva Collecroce (Kruc), e San Felice del Molise (Filic) – molto si ritrova nella lingua, negli usi e tradizioni, di quanto lasciato sull’altra sponda del mare. E la conservazione di questa idendità é lo scopo precipuo dei montemitrani. I bambini studiano nelle scuole elementari locali – accanto all’italiano- il Croato antico e quello moderno; nelle famiglie tale lingua é il primo, se non l’unico idioma in cui si comunica, anche se - sopratutto fra le nuove generazioni – é diffusa la tendenza ad accantonare la lingua degli avi per la lingua di tutti (cosa che si verifica puntualmente quando i giovani si recano a frequentare le medie a Montefalcone o le superiori a Termoli o Vasto. E l’Italiano parlato é di una musicalità straordinaria perché privo di ogni inflessione, puro da non credersi. Anche nelle tradizioni nulla o poco é cambiato: fervida rimane la devozione a Santa Lucia, patrona del paese, la cui statua sarebbe stata porata dai dalmati colonizzatori in un non meglio specificato venerdí di maggio, per cui a Montemitro tutti i venerdí di tale mese viene festeggiata la Santa con messe e processione . Importanza fondamentale per la salvaguardia della lingua e cultura locali riveste inoltre la Fondazione “ Ottavia Piccoli“ presieduta da Samartino, che intesse proficui rapporti con gli Istituti di Linguistica dell’Università degli Studi di Zagabria, diffonde il periodico Rica Ziva, Parola Viva, promuove corsi de na-naso, produce pubblicazioni la più interessante delle quali é senza dubbio il “Dizionario dell’idioma Croato Molisano di Montemitro” che, in circa 5000 termini, privilegia in particolare i tanti termini caduti in disuso, senza perdere di vista le interessanti evoluzioni subite dall’idioma na-naso a contatto con la lingua italiana e con gli idiomi limitrofi.

Montemitro arroccata alla propria idendità culturale, innegabilmente, ma apertissima ai contatti con altre comunità: si pensi che oggi, fra i suoi residenti che non superano i cinquecento abitanti, vi sono famiglie rumene, albanesi, tedesche, austriache, croate e argentine in rappresentanza di un microscopico univereso multietnico. Quello stesso che un regista croata ha voluto immortalare nel documentario “La lingua unisce i cuori” al cui centro sono matrimonii di croati molisani con minoranze croate europee. Una realtà - per molti aspetti ancora misteriosa ma che da sempre, da molisana, ho pensato di voler penetrare – abbracciata ora dalle tenebre e da un velo di pioggia, quella che lascio, scendendo questa volta in direzione della Trignina.

Nella mente ancora le parole dell’Ambasciatore ( Come rivolgersi ad un Ambasciatore?, sono state le mie di congedo): “Prima di andare alle elementari, non essendovi la scuola materna, noi bambini montemitrani conoscevamo e parlavamo soltanto il croato”. E il pensiero corre ai bambini di Acquaviva Collecroce, incontarti casualmente nella piazza del paese nel primo pomeriggio. (Ida Di Ianni, Testo estratto dalla rivista : Itinerari,Anno II, N.2, gennaio-marzo 2004)
 

PALTALAK

MOLISANI, V'INVITO AL « MOLISANICOFFEE » !

Dalle 16 alle 17, ora pomeridiana Est-Canadà; ora 13-14pm,ovest del Canadà;
ora 22-23 in Europa dell'ovest, ogni mercoledi. (It,Fr,Sv,Gr,ecc.)
Un luogo d'incontro, per far conoscenza, farci una chiacchierata,
 scambiare notizie e scambiare idee su soggetti interessanti .
Se siete interessati a questa esperienza, su internet,
procuratevi il sistema PALTALK a questo indirizzo:
http://www.paltalk.com/PalTalkSite/ (Free Version)


--------------------------------------------------------------------------------

Istituti Italiani di Cultura


Strasbourg
http://www.iicstrasbourg.org/htm/present.html
Spagna
http://www.nauta.es/iicmadrid/index.html
Vancouver
http://www.iicvan-ca.org/iicvan/home-it.htm
Brasil
http://www.iicbaires.com.ar/Indice.asp
London
http://www.italcultur.org.uk/institute.htm
Washington
http://www.italcultusa.org/
Sydney
http://www.iicsyd.org/
Vienna
http://www.iicwien.jet2web.at/
Rio de Janeiro
http://www.iicrio.org.br/
Toronto
http://www.iicto-ca.org/
Paris
http://www.iicparis.org/
Berlino
http://www.iic-berlino.de/
Chicago
http://www.iicch.org/english.htm
New York
http://www.italcultny.org/
Caracas
http://www.esteri.it/
Montréal
http://www.italcultur-qc.org/



IN BUSINESS?
INTERESTED TO SPONSOR THIS PAGE ?
YOU WILL MEET MOLISANI IN 15 COUNTRIES.
REASONABLE PRICE.
ADOTTATE QUESTA PAGINA PER I VOSTRI ANNUNCI. RAGGIUNGERETE MOLISANI IN QUINDICI PAESI. PREZZI MODICI.
Costo mensile 12 dollari CD per 4 annunci. 10 mesi 44 annunci 120 dollari; 12 mesi 52 annunci 144 dollari. (Equivalente in moneta euro).
scrivere a :
info@amicomol.com

TELERADIO PADRE PIO
http://www.teleradiopadrepio.it/

LO S P O R T

La Gazzetta dello Sport
http://www.sportmolise.it/index.shtml
http://www.tifonet.it/free/lupicb/index2.html
http://www.golmanager.com/
AGNONE SPORT:
 
www.prolocoagnone.com