COMUNE DI ROCCAVIVARA

www.airfrance.ca 
 
Comune di Roccavivara     Via Papa Giovanni XXIII 10
  86020 Roccavivara CB    
Codice Istat: 014070060
 Prefisso telefonico: 0874      CAP: 86020
 
Tel 0874 875087     Fax 0874 875361     Codice Fiscale 80005880705
Santo Patrono: Sant'Emidio, 5 agosto
 
 
 

Roccavivara è un comune di 954 abitanti della provincia di CampobassoSulle origini del suo nome esistono due ipotesi, la prima vuole che esso derivi da Rocca Bonnarii, facendo riferimento al suo fondatore, un certo Bonnario; la seconda che esso provenga da Rocca di Vivara, riferendosi alla contrada di Vivara tutt'ora esistente e confinante con il comune di Roccavivara.  Di pregevole valore storico-artistico è la Chiesa di Santa Maria in Canneto, costruita nella omonima contrada, così denominata a causa della sua vicinanza al fiume Trigno e quindi ricca di canneti. La chiesa venne costruita su un luogo di culto già esistente, e, sebbene non sia chiara la data della sua costruzione, la prima notizia dell'edificio è databile intorno al 706, come testimoniato da un documento nel quale il duca Gisulfo I di Benevento fa dono della chiesa ai monaci benedettini di San Vincenzo al Volturno.


La Storia di Roccavivara :
I primi insediamenti risalgono sicuramente all'epoca pre-cristiana, come testimoniano alcuni reperti archeologici rinvenuti: l'urna cineraria, una moneta bronzea del sec. VIII a.C., e una moneta argentea della campagna militare di Pirro. Roccavivara era anticamente tra le tribù: “Frentana” e “Pentra”, ambedue tribù sannitiche.<br>Più numerose ed importanti sono le testimonianze di epoca romana che si evincono dalle due ville rustiche, riportate alla luce dalla Soprintendenza alle Antichità e Belle Arti del Molise nel 1980, una in località “San Fabiano” e l'altra nei pressi di “S. Maria di Canneto”..continua..
 
 

Chiesa di Santa Maria del Canneto

 

La chiesa attuale è stata costruita nella metà del XII sec., ma, secondo il “Cronicon Volturnense”, nella zona esisteva un luogo di culto dagli inizi dell’VIII sec..L’edificio, sintesi di un sapiente equilibrio architettonico, conserva sculture dalla forte espressività ed intrise di significati simbolici, tipici della spiritualità medievale.La facciata semplice e lineare presenta un portale sormontato da una lunetta, in cui è possibile ammirare sullo sfondo un agnello crocifero, un leone alato, tre figure umane e un animale, probabilmente un toro.Secondo alcuni le diverse figure rappresenterebbero l’opposizione del cristianesimo al paganesimo.A destra della chiesa la torre campanaria a base quadrata risale al 1329.

All’interno, diviso in tre navate, l’elemento più importante è l’ambone-pulpito.La parte inferiore è formata da quattro colonne che sostengono tre archi a tutto sesto, su uno dei quali, con caratteri carolingi, è incisa la data del 1223.La parte superiore invece è suddivisa in sette piccole nicchie, che ospitano delle sculture rappresentanti dei monaci, ad esclusione di quella centrale, che invece presenta un leggio con i resti degli artigli di un'aquila.I tre monaci di destra simboleggiano il lavoro, la preghiera e la benedizione.Le figure di sinistra tre momenti della vita liturgica.Di rilievo infine il crocifisso ligneo e la statua della “Vergine con Bambino” del XV sec..

Madonna del Canneto, Foto by G. Lattanzi

 
L'attuale chiesa di "Canneto", con molta probabilità, è stata costruita su un preesistente edificio di culto, riedificato, dopo essere stato distrutto da un incendio. 
Le prime notizie risalgono intorno al 706.
Un diploma, citato nel Chronicon Vulturnense, narra della donazione di una chiesa, fatta da Gisulfo I, duca di Benevento (688-706), ai Benedettini di S. Vincenzo al Volturno.
.continua..
 

Sant'Emidio, Santo Patrono di Roccavivara e protettore dei terremoti, nacque a Treviri nel 279. .All'età di 23 anni iniziò la vita da predicatore.  Non appena giunse in Italia, a causa della persecuzione di Diocleziano, dovette fuggire. Nel corso della sua vita spirituale fece molti miracoli tanto da essere nominato da papa Marcello, vescovo di Ascoli. .Venne decapitato il 5 agosto del 309.A Roccavivara viene festeggiato con celebrazioni religiose quali la Santa Messa e la processione per le strade del paese.

Manifestazioni

19 Marzo: San Giuseppe   //   15 Giugno: San Vito

5 Agosto: Sant'Emidio    //   16 Agosto: San Rocco

8 Settembre: Madonna del Canneto    //   15 Settembre: Festa dei Giorni

 

 

 
 

 

Links su Roccavivara
 
 

La villa di Canneto rappresenta un tipico esempio di “villa rustica” romana, cioè una fattoria in cui erano presenti aree residenziali (“pars urbana”) e aree di produzione agricola (“pars rustica”). La sua origine si fa risalire al I secolo a.C., epoca in cui il Sannio entrò a far parte dell’impero romano, visto che non esistono notizie sicure sulla data precisa della sua costruzione. Con molta probabilità la villa faceva parte della giurisdizione del municipio di Terventum (Trivento).Il luogo di costruzione fu scelto certamente per la sua vicinanza al tratturo Celano-Foggia e al fiume Trigno, ottima via di comunicazione col continua..