TREKKING NEL MOLISE

 
Scommetto che tra i lettori di questa pagina, sono pochi numerosi coloro che praticano il trekking o hiking.  E direi che anche tra i lettori che vivono sul nostro territorio sono pochissimi coloro che fanno il trekking sulle montagne molisane o nel famosissimo parco nazionale del Molise.   Mentre preparavo questa pagina, mi sono ricordato gli anni in cui praticavo questo sport, ( ero sulla quarantina e la cinquantina, pure passata )  sulle montagne delle Adinrondak e i parchi del Québec;  e oggi scoprendo ció che offre il Molise, rimpiango di non aver conosciuto, anni fa, questi incantevoli luoghi di cui vi parlo su questa pagina. 
 
Spesso si pensa che il trekking sia riservato a sportivi d'eccezione; invece no, questo sport é accessbile a tutti; basta procurarsi il necessario per passare uno o più giorni sui sentieri di montagna e partire per scoprire, camminando, (trek in inglese = significa camminare lentamente o anche fare un lungo viaggio) le meraviglie della natura.  Sono legati a questo sport pure il trekking a cavallo, il montain bike, l'arrampicata, l'alpinismo.  In questa pagina io mi limito in particolare alla marcia in montagna.
 
I Molisani e gl'Italiani, non sene rendono conto veramente, possiedono nel Molise zone naturalistiche eccezzionali che hanno nulla da inviare alle regioni alpine.  I massicci delle Mainarde, del Matese e dell’Alto Molise presentano delle caratteristiche uniche: un paesaggio naturale di inestimabile bellezza; l’emozione della scoperta di nuovi incontaminati lembi di terra vergine, da cui l’orizzonte spazia in un cielo cobalto; la scoperta di caratteristici centri abitati, ( le strutture micro-ricettive nei borghi storici sono la soluzione a quanti desiderano, anche per pochi giorni, conoscere il comprensorio del Matese così pieno di attrattive ), ricchi di tradizioni che, nel territorio, hanno trovato la premessa concreta per uno sviluppo sostenibile; la scoperta  di paesi che ( in particolare Pescopennataro, Pietrabbondante, Vastogirardi e San Pietro Avellana), v'offrono non solo le bellezze paesagistiche, ma pure le atmosfere dimenticate, legate al mondo pastorale, la cordiale ospitalità e la varietà dei prodotti tipici locali.
 
                                                                                                                                                                                                                      
 
 
 
 

 

LE MONTAGNE DA SCOPRIRE

 


 

Il Parco Nazionale del Abrauzzo, Lazio e Molise :

I luoghi per eccellenza per fare il trekking nel Molise sono il ''Parco Nazionale del Lazio,Abruzzi e Molise'' e il ''Massiccio del Matese''.   Il Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise è il patriarca di tutti i parchi italiani.  Nato nel settembre del 1922 per iniziativa privata dell’Ingegnere e Deputato Erminio Sipari, fu riconosciuto dallo Stato l’ 11 gennaio 1923.   La gestione del parco spetta all’Ente Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise ed ha sede a Pescasseroli; ne fanno parte 25 comuni appartenenti alle province di Frosinone, Isernia e L’Aquila.  A partire dal 1980 è stata attuata la zonizzazione del parco, cioè la suddivisione in zone a diversa protezione ambientale con l’intento di conciliare le esigenze di conservazione ambientale e gli sviluppi urbanistici delle popolazioni locali.  

 

Il parco si estende per circa 50.000 ettari, con una fascia di protezione esterna che raggiunge i 100.000 ettari di natura protetta.   É chiaro che  tutta questa zona protetta ha avuto un ruolo fondamentale nella conservazione di alcune delle specie più importanti della grande fauna italiana: l' orso bruno marsicano, il camoscio d'Abruzzo e il lupo appenninico; mentre la reintroduzione del cervo e del capriolo e il ritorno del cinghiale, hanno permesso la ricostituzione, assieme ai grandi carnivori, delle catene alimentari originarie.  Per ció che riguarda la vegetazione predomina il faggio fino ad una certa altezza; e al di sopra della faggeta, le petraie di alta quota ospitano formazioni di pino mugo, e una quantità di specie legate ad ambienti estremi.
 
La zona centrale del Parco è percorsa dal fiume Sangro; nella zona più esterna defluiscono, invece, le acque del fiume Giovenco, del Melfa, del Volturno e di altri fiumi. A causa del fenomeno carsico, le acque scorrono spesso in letti sotterranei e formano risorgive a valle, talvolta anche fuori del territorio del Parco.  All'interno del Parco esistono solo due bacini lacustri: il lago artificiale di Barrea alimentato dal fiume Sangro ed il lago Vivo di origine naturale.  Il territorio del Parco è stato in passato modellato da fenomeni di glacialismo e carsismo, oggi testimoniati dalla presenza di circhi glaciali nella parte alta delle vallate, depositi morenici, rocce montonate lungo le valli, grotte, fenditure e doline.   Le rocce del Parco sono per la maggior parte di natura calcarea.  Nella zona della Camosciara è presente la dolomia, un tipo di roccia che essendo impermeabile, permette all'acqua di scorrere in superficie dando luogo a pittoresche cascate e pozze d'acqua.
 
Rete escursionistica :
esiste una rete di circa 150 sentieri, contraddistinti da una lettera ed un numero e marcati con una apposita segnaletica di color arancione dall’Ente Parco.  Esistono molte possibilità di escursione, organizzate talvolta anche dal parco stesso; è possibile praticare il turismo balneare, nella zona del lago di Scanno, sci di fondo e sci alpino, cicloturismo, canoa , trekking, escursioni a cavallo. Il territorio del parco gode di una estrema varietà paesaggistica dove sono perfettamente conservate anche specie floristiche endemiche e rare.
I prodotti tradizionali sono quelli tipici dell’Appennino centrosettentrionale, come salumi, insaccati, piatti poveri a base di legumi, dolci e liquori.  La zona del parco offre comunque anche importanti strutture ricettive come i campeggi, oltre ovviamente ad alberghi ed appartamenti. 
 
Fanno parte del parco i seguenti Comuni Molisani:
Castel S. Vincenzo,     Filignano,     Pizzone,     Rocchetta al Volturno,     Scapoli, 
 
 
Il Matese :
'' I monti del Matese fanno parte dell'Appennino sannita e sono compresi in due regioni, Molise e Campania e quattro province Campobasso,Isernia,Benevento e Caserta.  La cima più alta è al confine tra Campania e Molise ed è monte Miletto (2050mslm), seguono la Gallinola (1923 mslm), il monte Mutria (1823 mslm), il monte Monaco di Gioia e il monte Maio.  Il massiccio del Matese ad ovest si affaccia sulla valle del medio Volturno in vista dei monti Trebulani, a est sulla zona preappenninica molisana, a nord è limitato dai monti delle Mainarde e dalla Maiella, a sud sui monti di Camposauro e Taburno.  Da nord a sud il massiccio raggiunge un'estensione di circa 60 km, mentre da est a ovest è di circa 25 km. I monti fanno parte del parco regionale del Matese.  Vi si trova un lago di origine glaciale (il lago del Matese), due laghi artificiali (di Gallo Matese e di Letino, formato dalla diga sul fiume Lete  e gli impianti sciistici di Bocca della Selva e Campitello Matese, che ospita una stazione tra le più importanti del meridione'' http://it.wikipedia.org/wiki/Matese 

Trekking nel Matese
''Orizzonti calcarei di creste rocciose, pareti nude e ripide gole, vette maestose che toccano i duemila metri dove nidificano le aquile: questo è il Matese per chi si inoltra nel riposante verde dei fitti boschi di faggi e querce o nei vasti altopiani; uno scenario che si riflette nell'azzurro intenso dei numerosi specchi d'acqua lacustri e fluviali di cui è ricca tutta l'area.  Passeggiare è la cosa più bella da fare sul Matese, alla scoperta del suo vasto patrimonio naturale e culturale. 
Non ci sono infatti problemi per camminare tra i faggi, oppure sui pendii ed i crinali spogli delle vette più alte; più in basso, intorno alla Valle dell'Inferno, la boscaglia di querce può porre dei problemi di orientamento all'escursionista, ma tutto ciò, aumenta il gusto dell'avventura.  Un itinerario stupendo che, utilizzando comode stradine, consente di valicare il Matese.
 
 I primi 2 km in leggera salita.  Lungo il cammino, sulla destra, si gode la splendida vista di Monte Mutria (1853 m.).  Una miriade di fiorellini variopinti (fin dal mese di marzo) ai margini del sentiero. Si possono ammirare esemplari bellissimi di agrifoglio, abbandonando il percorso solo per una cinquantina di metri (sempre sulla destra). Superato il "passo" a quota 1400,  la strada è tutta in leggera discesa ed in falsopiano.   Il piccolo stupendo pianoro di piscina "Cul di Bove" con il pozzo e l'abbeveratoio al centro, tutto in pietra.   Un piccolo capolavoro di "arte povera" che testimonia l'importanza del pascolo montano.  Alla fine del pianoro, in direzione Est-Nord-Est, l'ingresso dell'importantissima grotta di "Cul di Bove".   Procedendo nella medesima direzione si incontra prima l'ingresso artificiale (poco visibile sul terreno) e poi l'ingresso principale della straordinaria grotta di "Pozzo della Neve".  La sensazione che si prova dinanzi all'ingresso è piuttosto forte.  Si consiglia una certa prudenza.  Si procede per la stradina che si trova a Sud dell'ingresso e dopo qualche centinaio di metri si incontra un bivio.  Si consiglia il sentiero a sinistra, più comodo e più in ombra.  In questa zona si possono ammirare diversi esemplari di Ginepro Matesino.  Si giunge quindi nella bellissima Valle Uma, anch'essa dotata di piscina-abbeveratoio.  Si possono osservare sul posto tracce di mura megalitiche di epoca sannitica.  Si procede poi in direzione Ovest, attraversando l'intera valle e percorrendo un comodo e panoramicissimo sentiero, e si giunge a Fonte Francone, una sorgente perenne di acqua freschissima''.continua...
 
Attività sportive sui Monti del Matese
 

 

Facilità d'accesso a piste di Trekking partendo da Comuni Molisani

 

 

 

Catropignano: http://www.turismomatese.com/microricettivita/menucastropignano.html

Guardiaregi e Campochiaro: http://www.turismomatese.com/escursioni.html

Strada romana che da Venafro sale sul Matese: http://www.gallomatese.info/trekking.html
 
Capracotta:
Attorno al paesino sono stati tracciati ben 130 chilometri di sentieri segnalati, ideali per il trekking e, in certi casi, anche per le due ruote. Le attrattive ambientali sono davvero tante. Nella zona si apprezzano gli ecosistemi tipici della quote medie appenniniche: splendidi boschi di faggio, abetine, radure e alpeggi che in primavera si presentano nella loro veste più seducente e colorata. Ogni tornante presenta scenari non antropizzati e panorami sempre diversi: da un lato le cime delle Mainarde, tutte sopra i 2.000 metri, e il grande massiccio della Majella; dall'altro le valli dell'alto Volturno e del Trigno, il Matese e tutto l'alto Molise.....
Filignano:  Il Consorzio Molise Natura propone di scoprire la Regione con il pacchetto weekend 'Trekking in Molise'. Promosso dal Patto Territoriale del Matese, il tour prevede tre giorni dedicati a escursioni naturalistiche in fuoristrada guidate da accompagnatori locali, lungo percorsi suggestivi, e alla degustazione delle specialità gastronomiche locali, compresa la visita dei laboratori caseari di produzione artigianale con l'illustrazione di tutte le fasi di lavorazione. L'alloggio dei partecipanti è previsto in strutture di bed and breakfast, agriturismi e di albergo diffuso, nuova frontiera ricettiva del turismo molisano....
Frosolone: Nei gli immediati dintorni di Frosolone ad esempio si trovano alcune delle vette più interessanti dell’intero Molise: tra questi il Colle dell’Orso, luogo perfetto per camminare nella natura grazie agli estesi boschi di faggio che ne caratterizzano le pendici e che ospitano un’ecosistema intatto e incontaminato. Da qui si raggiungono con facilità anche l’altrettanto rigogliosa Valle della Contessa e il piccolo ma incantevole Lago di Civitanova.. Nei gli immediati dintorni di Frosolone ad esempio si trovano alcune delle vette più interessanti dell’intero Molise: tra questi il Colle dell’Orso, luogo perfetto per camminare nella natura grazie agli estesi boschi di faggio che ne caratterizzano le pendici e che ospitano un’ecosistema intatto e incontaminato. Da qui si raggiungono con facilità anche l’altrettanto rigogliosa Valle della Contessa e il piccolo ma incantevole Lago di Civitanova.
Senza dimenticare che molti di questi itinerari, protetti e sistemati dalla Comunità Montana per gli appassionati che vogliono fare trekking nel Sannio, sono in realtà ricalcati sui sentieri che, dal secolo scorso e fino agli anni Cinquanta, venivano percorsi a piedi dalle “fasciaiole”, le donne di Frosolone e dei villaggi vicini che andavani a piedi tra i boschi per raccogliere le fascine di legno da usare in casa. ...
Oratino: Accompagnarvi in escursioni e raid personalizzati, alla scoperta dei luoghi più nascosti, inaccessibili e selvaggi del Molise, seguendo antichi percorsi e suggestivi itinerari a bordo di "vetture" moderne equipaggiate per l'avventura. Cavalcherete lungo le più antiche strade molisane, bivaccherete intorno ad un fuoco, proverete il brivido della scalata o della discesa nelle viscere della terra. Visiterete distese verdi, montagne boscose, fresche sorgenti, zone archeologiche, chiese, santuari, conventi, mulini, roccaforti, castelli e altro ancora. Non più gite di fine settimana noiose e scontate, ma il brivido di sempre nuovi scenari incontaminati e sconosciuti....continua...
Baita la Gallinola: Quando arriva l'inverno e la soffice neve scende silenziosa, imbiancando le bellissime montagne del Matese, nuove avventure si propongono ai più dinamici, a coloro che amano vivere la montagna nelle più diverse condizioni… niente di eccessivo! adatto ai comuni mortali che hanno la voglia di trascorrere giornate insolite in un ambiente veramente incantevole.La società Campitello Estreme Team di San Massimo (Cb) dispone di circa 25 motoslitte, con le quali organizza gite guidate nel pianoro di Campitello Matese e nelle vallate circostanti; Le gite hanno una durata variabile, da pochi minuti ad alcune ore, sempre in assoluta sicurezza affidati alla grande esperienza delle guide che da anni svolgono questa attività..continua....
 

 

Euro Relais Holiday Homes

UN INVITO AI MOLISANI : PARTECIPATE !

Cari amici Molisani, volete esprimervi su questa pagina settimanale  ''Comunicazione Molisani'' ?

Siete benvenuti ! Tutti i soggetti che riguardano il Molise saranno accettati, politica, sport, letteratura,

poesie, storia, turismo, cultura.  Basta mandarmi i soggetti che avrete preparato,al seguente indirizzo:

informazione@amicomol.com

 

 

 

 

                                                                                                                                                                                                                        

 SUGGERIMENTI PER IL TREKKING E ALTRI SPORTS DI MONTAGNA

 

 

Durante le ricerche nella preparazione di questa pagina, ho fatto bellissime scoperte sul trekking nel Molise.  É un piacere di condividere con voi queste scoperte.  Eccovi, dunque, una lista di percorsi sulle montagne molisane :

 

 

ITINERARI

 

Baita la Gallinola

http://www.montidelmatese.com/content/clienti/index.asp?idcliente=16

Itinerarti
di trekking sul Matese
San Polo--Fonte Santa Maria
Colle Casariniello  -  Santo Egidio
Valle Pechiosa --  Fonte Santa Maria
I tre Frati  -  Sorgenti Iseretta
S. Maria - Prati di Civita
Suoi - Accitielli
Sogliette degli Abeti
Civita Superiore - Montecrocella
Serra  - S. Egidio
le Caverne delle Cuccette e la Grotta di Daviduccio.
 

 

NAVIGATORI MOLISANI E ARTIGIANI DEL WEB

 Fatevi sentire su YouTube creato per voi
Inserite i vostri video a profitto dei Molisani
 

                                                                                                                                                               

  TREKKING A CAVALLO

 


 

Gli appassionati di sport equestre troveranno nel Molise servizi che permettono di attraversare la regione a cavallo e ció grazie alla rete dei tratturi che collega tutte le zone di maggiore interesse naturalistico e sportivo.   Il supporto é offerto da Altavia, che gestisce il rifugio Valle Banca a Civitanova del Sannio, e le associazioni Amici di Sante di Colli al Volturno, i Cavalieri del Tratturo e la Compagnia Terre Alte di Staffoli (Agnone).   Da segnalare pure, per la sua particolarità, l’associazione “Equitazione Naturale” che opera a Capracotta e che propone la pratica dell’equitazione secondo la tecnica utilizzata dagli indiani d’America. 

 

E poi per una vacanza rilassante tra le bellezze dell'Alto Molise, avete 'Santo Stefano dei cavalli” è un Villaggio Rurale posizionato su di un panoramico poggio a 3 Km da Agnone (IS), 840 m. slm, nel cuore verde ed incontaminato dell’Altomolise, come una sorta di terrazza da cui si dominano i monti innevati di Capracotta, la ridente valle del fiume Verrino ed il gruppo roccioso di Pietrabbondante dove gli indomiti Sanniti fortificarono le proprie abitazioni....L'Azienda di circa 15.000 mq dedicata all’allevamento di cavalli Appaloosa. E’ composta da una abitazione principale, dove vive la famiglia che la gestisce, due casolari in pietra adibiti ad ospitalità rurale, una scuderia che ospita dodici cavalli...'' http://www.bedandbreakfast4you.it/bed-and-breakfast/molise-isernia-agnone-santo-stefano-dei-cavalli.html

 

 

 

 

 

 

                                                                                                                                                                                                                          

LINKS SUL TREKKING E LE MONTAGNE NEL MOLISE

DOVE MANGIARE   DOVE DORMIRE

Agriturismo Vigne Vecchie Via Colle Morello, 32
86095 Acquevive di Frosolone (Isernia)
Tel. 0874.899213

Ristorante L’Affresco Corso Marcelli, 233 86170 Isernia
Tel. 0865.413836
www.ristoranteaffresco.com

Strutture ricettive: http://www.turismomatese.com/escursioni.html

Agriturismo il Grifone: http://nuke.agriturismoilgrifone.it/Home/tabid/36/Default.aspx

Proposte Montagna: http://www.viagginrete-it.it/posizione.asp?regione=Molise&posizione=Montagna

 
ALTRE INFORMAZIONI
Monti Del Matese » Sport - Trekking - Matese, Montagne del Matese ... -
Trekking. Il Trekking nel Massiccio del Matese. A chi rivolgersi ...
Sagi Sport & Sagi Sport 2 - Piedimonte Matese; Molise Explorer - Oratino ...
If you're thinking of tracking down a tumbledown farmhouse, villa,
or even a medieval castle, consider Molise. If you're on a tight budget,
Regione Molise, Provincia di Isernia, ... Clicca qui per scaricare l'itinerario completo in formato PDF.
 Lo scaricamento è riservato ai membri del Trekking Club: clicca qui per iscriverti gratuitamente.
Trekking è la rivista dell'escursionismo in Italia. Itinerari, mappe, percorsi
a piedi e in bicicletta in Italia. ... Fra Molise e Campania lungo torrenti e crinali.
vacanze nel Parco Nazionale d'Abruzzo albergo " Al Luparo " a ...
nel Parco Nazionale d'Abruzzo Lazio e Molise. panorama lago di Barrea ...
 di offrire ai nostri Clienti: itinerari da trekking, escursioni guidate, ...
di Touring club italiano - 1979 - History - 534 pagine
Questo itinerario, diviso in due parti, descrive il versante molisano
del Matese. Nel primo percorso, partendo da Campobasso e ...